Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2010

Pirozzi evita ulteriori rogne a Granata

La tanta attesa questione commissione trasparenza piano urbanistico non è stata proprio affrontata, poiché è saltato il consiglio comunale, per mancanza di numero legale. Alla seduta di mercoledì 24 marzo, infatti, si sono presentati solo nove consiglieri comunali (5 della maggioranza e 4 dell’opposizione): bastava, dunque, la presenza di un altro consigliere, per far ritenere valida la seduta. Quelli dell’opposizione hanno confidato fino all’ultimo sulla venuta del loro collega Pirozzi, poiché si sarebbe svolta l’assise cittadina e, quasi sicuramente, sarebbe passato il punto all’ordine del giorno che prevedeva l’approvazione della commissione trasparenza Puc. Insomma, a detta di molti, la minoranza ha perso un’occasione per dare uno smacco politico a Granata e ai suoi fedelissimi, i quali avrebbero disertato la seduta per non darla vinta ai loro oppositori interni. L’ex sindaco Pirozzi ha dichiarato di aver avuto un contrattempo. C’è da credergli? La sua assenza ha, in ogni caso, ev…

Come votano i nostri consiglieri comunali

Le elezioni regionali si sa sono un test importante sia per i partiti che per gli stessi candidati, ma anche per politici e amministratori nostrani i quali, oltre a spendersi per i loro padrini politici, colgono il momento per contarsi in termini di voti sul loro territorio . Cominciamo dai membri della maggioranza. Il sindaco Granata è sceso direttamente in campo per far votare il Primo cittadino di Villaricca Raffaele Topo, candidato per il partito democratico: gli danno man forte i consiglieri comunali Luciano Borrelli, il capogruppo della Lista Granata e coordinatore cittadino del PD, Francesco Agliata, l’assessore all’Ambiente Giuseppe Scimmia. L’assessore alla Cultura Pasquale Napolano, invece, vota sempre PD, ma ha fatto una campagna elettorale sfegatata per il consigliere regionale uscente, nonché uomo di Bassolino, Antonio Marciano che si è prodigato per far arrivare diversi finanziamenti a Calvizzano. Gli altri due consiglieri comunali iscritti al partito democratico area Fr…

Ai nastri di partenza le opere finanziate dall’Europa

E’ arrivato anche l’ok dalla Prefettura: le ditte vincitrici dei due appalti finanziati con i fondi europei hanno superato i controlli previsti dal protocollo di legalità. In questi giorni, quindi, dovrebbero esserefirmati i rispettivi contratti, dopodichè possono pure partire i lavori.Ricordiamo che l’appalto per il quarto lotto della rete idrica (vale a dire la realizzazione di un impianto per aumentare la pressione dell’acqua in città) se lo è aggiudicato la ditta Andreozzi Nicola di Casoria, che ha praticato un ribasso del 41,425% sull’importo a base d’asta di circa un milione e 200mila euro. Per quanto concerne l’appalto, che prevede il rifacimento della rete fognaria in diversi punti della città, è stato vinto dalla Società Cooperative Tecno-appalti di Napoli, che ha praticato un ribasso del 48,144 per cento sull’importo a base d’asta di circa 2milioni e 700mila.
“Per quanto concerne le fogne – afferma il sindaco – inizieremo dai tratti prioritari di via Di Vittorio, via Marzabot…

Qualche ostacolo sulla strada della Protezione civile

Divergenze di opinioni tra il sindaco Granata e l’assessore Cristofaro Agliata, non fanno ancora decollare il nucleo di Protezione civile a Calvizzano. Il sindaco vorrebbe un gruppo autonomo con una propria sede a Calvizzano, mentre Agliata, che ha nelle sue mani anche la delega alla Protezione civile, parteggia per l’accorpamento con Marano.“Il mio non è un capriccio – tiene a precisare Agliata – Propendo per un nucleo di protezione civile intercomunale, unicamente per una questione di risparmio. E’ vero che a noi toccherebbe sborsare una quota di compartecipazione, ma la cifra sarebbe sicuramente inferiore a quella che occorre per comprare le varie attrezzature e per il fitto dei locali. D’altronde la legge prevede anche la creazione di gruppi intercomunali di protezione civile”.Agliata tiene anche a sottolineare che se non passerà la sua idea è pronto a rimettere nelle mani del sindaco la delega alla protezione civile: “E inutile tenerla – dice – se poi non vengo ascoltato”.Intanto…

Dopo lo scippo della scuola superiore, urge mettere in campo una strategia comune di lotta

Ora Calvizzano è rimasto l’unico Comune del comprensorio giuglianese a non avere sul proprio territorio un istituto superiore, considerato che, dal prossimo anno scolastico, anche Villaricca avrà il liceo classico Cartesio: una struttura costata 5milioni di euro, in grado di accogliere 600 alunni provenienti anche dai comuni limitrofi. Eppure, nel maggio 2009, la Provincia stanziò 5 milioni di euro (la copertura finanziaria fu reperita tra gli avanzi di bilancio), proprio per realizzare un Istituto secondario superiore nella nostra cittadina. L’opera, purtroppo, ci è stata “scippata” dalla nuova giunta di centrodestra, insediata alla guida della Provincia a giugno dell’anno scorso. Uno deiprimi atti amministrativi, infatti, compiuto dal nuovo presidente Cesaro, è stato quello di togliere la scuola a Calvizzano, dirottando i soldi in altre realtà, probabilmente più vicine a lui politicamente. Una questione scandalosa che penalizza ancora una volta la nostra comunità, fatta fuori in tut…

Franco Moxedano: “Mi impegnerò per la crescita di Calvizzano”

C’erano tanti giovani, domenica mattina, all’aperitivo politico organizzato dal circolo locale dell’Italia dei Valori. E’ intervenuto il capogruppo IDV al comune di Napoli Franco Moxedano che, tra l’altro, è anche candidato alle prossime regionali del 28-29 marzo.“Noi giovani – ha detto Pasquale Rosiello, presidente del circolo IDV di Calvizzano – crediamo che la realtà in cui viviamo possa migliorare in tutti i sensi, perciò dobbiamo far crescere il nostro partito, per lanciare sempre piùiniziative. Abbiamo aperto una sede solo pochi mesi fa e abbiamo sfornato più iniziative di tutti gli altri partiti messi insieme. Ne voglio ricordare qualcuna: intitolazione di una strada a Raffele Granata, vittima della camorra, richiesta di un asilo nido, realizzazione di una pensilina al capolinea della navetta sulle cooperative, misurazione dei campi elettromagnetici, sempre sulla zona delle cooperative, dove insistono due mega antenne di telefonia mobile”.“Dalle nostre parti c’è bisogno – ha ag…

Salatiello pungola Granata: “occorre una vigorosa sterzata”

Alla manifestazione di mercoledì 17 marzo, tenutasi nell’aula consiliare, organizzata dall’Udc locale per presentare i candidati del partito di Casini al consiglio regionale, Biagio Iacolare e Annalisa Pisacaneerano presenti una quarantina di persone.Non c’è stata, dunque, una larga partecipazione di pubblico, se si tiene conto che era previsto l’intervento di tre consiglieri comunali (Giuseppe Salatiello, Antonio Martiello, Cristofaro Agliata) e del segretario cittadino dell’Udc, Fabio Felaco. Alla riunione politico-elettorale non ha partecipatoAntonio Sequino, anche lui dell’Udc, poiché sarebbe in dissenso con il gruppo consiliare del Biancofiore, tant’è che, insieme ai consiglieri comunali del Pd,Franco Cavallo e Michele D’Ambra ha dato vita al “Gruppo per Calvizzano”.Salatiello ha colto l’occasione per lanciare qualche frecciatina polemica sia nei confronti di coloro che vengono a chiedere voti a Calvizzano, nelle diverse competizioni elettorali, sia verso Granata che, con la sua …

Calvizzano non ha ancora aderito alla Stazione unica appaltante

Ancora pochi i comuni della provincia di Napoli che hanno aderito alla Stazione unica appaltante, uno strumento di contrasto alla criminalità organizzata in materia di appalti, approvato nella leggeFinanziaria regionale del 2008. La Suap, acronimo di Stazione unica appaltante, prevede che saranno attivate una serie di misure di salvaguardia, adeguate e celeri, finalizzate sia a contrastare l’azione invasiva delle organizzazioni criminali in materia di appalti pubblici, sia a rendere l’impresa meno vulnerabile di fronte alle varie forme di infiltrazione camorrista.Con la Suap, tutte le procedure relative all’indizione e all’aggiudicazione di gare d’appalto, oltre che alla fornitura di beni e servizi, saranno gestite direttamente presso la centrale unica istituita presso la Prefettura di Napoli.La Stazione unica appaltante, per entrare nello specifico, si occuperà di tutto l’iter procedurale dell’affidamento di lavori, servizi e forniture, il cui importo a base d’asta è pari o superiore…

Acqua, ridotta la tariffa

Buone notizie per gli utenti calvizzanesi sul fronte delle tasse. Resta invariata la tariffa sulla spazzatura che, per il 2010, continuerà a essere di 2,90 euro al metro quadro, mentre quella sull’acqua, per le utenze domestiche, diminuisce di circa il 15 per cento, passando dalle attuali 0,59 euro al metro cubo a 0,50 euro (eccedenza e per uso industriale o commerciale circa 1,60 euro a metro cubo). “Abbiamo fatto i salti mortali – afferma il sindaco Giuseppe Granata – per rimanere inalterata la tariffa sui rifiuti solidi urbani, risultando così ancora tra i Comuni della provincia di Napoli che hanno un’aliquota accettabile, visto che la media è di 4,2 euro a metro quadro. Per quanto concerne l’acqua, contiamo ancora di migliorare la tariffa, non appena sarà indetta la nuova gara d’appalto per l’affidamento e la gestione del servizio idrico”. Ricordiamo che il bando dovrà tenere conto degli indirizzi della giunta che ha previsto un costo del servizio annuo di circa 400 mila euro (co…

Granata sul filo per una commissione

Il grado di tenuta dell’amministrazione Granata sarà sicuramente valutabile nel corso del prossimo Consiglio comunale che si svolgerà il 24 marzo. La discussione verterà su importanti punti tra i quali, però, ne spicca uno in particolare, quello dell’istituzione di una commissione trasparenza Piano urbanistico, sul quale l’amministrazione Granata potrebbe scricchiolare e andare addirittura in minoranza. Per quale motivo? Dobbiamo prima fare due premesse. La prima: Granata ha sempre lasciato intendere che questo tipo di commissione è inutile poiché il Piano urbanistico, entro la fine del mese o al massimo ad aprile, sarà pronto per essere portato in giunta per l’approvazione. La seconda: il promotore di questa commissione è il presidente del consiglio comunale Giuseppe Salatiello che, tra l’altro, è anche leader del gruppo politico di maggioranza che si ritrova nelle posizioni dell’Udc e nel quale militano anche i consiglieri comunali Cristofaro Agliata e Antonio Martiello. Sarebbe imp…

Strade colabrodo, colpa delle gare al ribasso

Le buche sono diventate un’autentica ossessione per gli automobilisti che percorrono le poche strade calvizzanesi: vere e proprie voragini che si aprono in continuazione in particolar modo in zona San Pietro. Via Marzabotto è sicuramente la strada a più alto rischio. Sono aumentate, naturalmente, le richieste di risarcimento danni: tra il 2006 e il 2007 sono stati aperti circa 60 fascicoli giudiziari che riguardano vertenze per “insidie e trabocchetti” sulla rete stradale, poi si è passati a quasi una ottantina tra il 2008 e il 2009. C’è anche chi naturalmente specula e spera di racimolare qualche euro, ma non hanno vita facile, poiché il Comune si costituisce sempre in giudizio. Per le richieste di risarcimento danni provocati dal manto stradale, il Comune, in caso di condanna, dovrà pagare con i soldi prelevati dalle sue casse, in quanto non può rivalersi presso alcuna ditta, visto che non esiste un contratto di manutenzione. Ma come mai le strade si rompono così facilmente? «E’ evi…

Record di malattie

Calvizzano è il Comune dell’ex Asl Napoli 2 dove le donne muoiono di più per malattie vascolari. Leggendo i dati dell’Azienda sanitaria locale emerge che a Calvizzano dal 2001 al 2008, ci sono stati in media 70 casi all’anno di mortalità femminile per malattie cardiovascolari, contro una media nazionale di 24 casi e una regionale di 33 casi. Trend in aumento anche a Qualiano (55 casi l’anno), a Melito (43 casi) e a Marano (42 casi).“Per ridurre questi tassi – afferma Giancarlo D’Orsi – epidemiologo dell’Asl – è fondamentale intervenire sulla prevenzione e sugli stili di vita”.

Aula consiliare gremita per festeggiare i 100 anni di Raffaele Chianese

Tanta gente ha voluto prendere parte alla festa dei 100 anni in onore del nostro cittadino illustre Raffaele Chianese, primo e ultimo pilota del famoso e glorioso 4° stormo da caccia. Nipoti, pronipoti, parenti e tanti curiosi hanno gremito l’aula consiliare dove, domenica 14 marzo, si è svolta la cerimonia. Sono intervenuti il sindaco Giuseppe Granata, l’assessore alla Cultura Pasquale Napolano, il maresciallo di prima classe in pensione, nonché artista nostrano Antonio Galiero, Antonio Sabatino, sindaco di Calvizzano negli anni sessanta, i vertici regionali dell’aeronautica militare, i nipoti di Raffele, Gennaro e Vincenzo Salatiello che hanno contribuito ad organizzare l’evento. Dopo le proiezioni di foto storiche e di un filmato intervista a Raffaele Chianese, che vive a Gorizia, ha preso la parola l’unica sorella rimasta in vita di Raffaele Chianese, la 96enne Immacolata Chianese che, con una lucidità impressionante, ha raccontato un aneddoto su suo fratello, accaduto negli ann…

La mia fetta

“A fra’ che te serve”: la mitica domanda è attribuita dalle cronache alla figura del defunto senatore Franco Evangelisti, storico braccio destro di Giulio Andreotti, quando l’Italia democristiana curava il proprio potere allevando clientele. Il modo di dire indica l’uomo politico inteso come mediatore di professione, disponibile a elargire favori di qualsiasi tipo in cambio di voti. Insomma, un modo, anche se discutibile, di fare politica e pensare alla propria carriera.Alcuni politici calvizzanesi di oggi, a differenza di tanti politici di ieri, sarebbero poco avvezzi a dare una mano agli altri: loro badano a cose concrete e, fedeli al motto meglio un uovo oggi che una gallina domani, pensano solo a come far soldi, facendo leva sul loro potere. Per questi personaggi lo slogan più in voga, tirato fuori ogni qual volta gli viene fatta una proposta politica, per la quale serve anche il loro assenso, è “P’ me che c’sta?”.In sostanza a questo tipo di politico non interessa discutere la pr…

Vellecco guarda alla maggioranza

L’opposizione perde un pezzo? Stando alle dichiarazioni di Roberto Vellecco, indipendente, eletto nella lista Pirozzi, quindi destinato a sedere nei banchi della minoranza, parrebbe proprio di sì.“Si è ricomposto – ha detto Vellecco – il gruppo politico del quale facevo parte io e i due colleghi consiglieri Antonio Di Rosa e Antonio Ferrillo: alle prossime amministrative appoggeremo lo stesso candidato sindaco”.Alle scorse elezioni, infatti, il gruppo si era scomposto e, mentre Di Rosa e Ferrillo avevano appoggiato Granata, Vellecco aveva deciso di restare con Pirozzi.Ma la ricomposizione del gruppo, attualmente, che valenza politica ha? Significa che Vellecco, pur sedendo ancora nei banchi dell’opposizione, è disposto anche a votare a favore del bilancio e altri punti proposti dalla maggioranza?«Sicuramente sì – aggiunge Vellecco – Lavoro solo nell’interesse della città e darò sempre il mio sostegno a proposte serie. Se il mio voto dovesse essere fondamentale per l’approvazione del b…

Niente piano casa per Calvizzano, alto il rischio speculazioni.

Se Qualiano e Giugliano hanno varato un proprio Piano casa, se a Marano si è portata la questione in Consiglio ma non si è riusciti a discuterne per l’ostracismo dell’Udc, a Calvizzano la questione non è stata nemmeno presa in considerazione, per cui il Comune è senza un proprio piano casa. Varrà dunque quello regionale, senzacorrezioni, senza una strategia specifica per la città.Perché gli amministratori hanno fatto trascorrere i termini e l’opposizione è stata zitta? Forse confidavano tutti in una proroga (si parlava di 90 giorni per i comuni che dovevano ancora approvare le misure di attuazione della legge regionale) da parte della Regione?. Oppure hanno preferito far passare la cosa in sordina, poiché andava bene a tutti accettare le larghe maglie del piano regionale. Qualunque sia la risposta ora il rischio per i Comuni che non hanno approvato i piani attuativi è di avere poche norme di tutela. Edifici e antiche masserie potrebbero finire nel mirino dei palazzinari. che potrebber…

Calvizzano in festa per i 100 anni del pilota di guerra Raffaele Chianese

Spegnerà le cento candeline domenica 14 marzo nella sua casa di Gorizia, ma anche il Comune di Calvizzano, dove Raffaele Chianese è nato nel lontano 1910, festeggerà in contemporanea l’evento, con una manifestazione che si terrà nell’aula consiliare alle ore 10.30. Alla festa saranno presenti i vertici regionali dell’Aeronautica militare, il sindaco Giuseppe Granata, l’assessore alla Cultura Pasquale Napolano, i nipoti di Raffaele e la 95enne Immacolata Chianese, l’unica sorella rimasta in vita e che abita in via dei Mille a Calvizzano. Insomma, l’assessore alla cultura ha accolto il nostro invito, lanciato dalle pagine di questo blog e ne siamo contenti, così come sprizza gioia da tutti i pori Vincenzo Salatiello, nipote di Raffaele Chianese, grazie al quale siamo venuti a conoscenza di questa grande storia del nostro illustre cittadino. Raffaele Chianese, infatti, è l’unico superstite dei 64 piloti che, nel settembre 1931, giunsero a Gorizia per costituire il famoso e glorioso 4° St…

Per ogni scrutatore, uno sponsor politico

E’ vero che per fare lo scrutatore bisogna solo raccomandarsi a qualche politico? Stando a quanto accaduto venerdì 5 marzo alle ore 12 presso l’ufficio elettorale del Comune di Calvizzano, dove si è tenuta la riunione della commissione elettorale per la nomina dei 40 scrutatori che saranno destinati alle 10 sezioni elettorali per le prossime elezioni regionali, pare proprio di sì. In quell’occasione, i due consiglieri Francesco Cavallo e Michele D’Ambra, delegati dalla maggioranza quali componenti della commissione elettorale, approfittando del loro diritto di voto, avrebbero fatta incetta di posti di scrutatori, nominando parenti, amici, figli e nipoti di loro sponsor politici. Quello che avrebbe fatto, però, la parte del leone sarebbe stato Cavallo che pare abbia garantito il posto di scrutatore perlomeno a 5 suoi parenti. “E questo è il modo di far politica?” si è sentito borbottare durante la riunione della commissione elettorale. Ma perché si è arrivati al voto? La Commissione (n…

Notizie in breve

Nessun rimpasto fino a giugnoDopo la revoca dell’assessorato a Michele D’Ambra, il sindaco Granata si è tenuto nelle sue mani la delega all’Acqua e Acquedotto, mentre ha incaricato Cristofaro Agliata per alcune operazioni riguardanti l’arredo urbano e Pasquale Napolano per il Servizio civile: non intende ancora provvedere alla sostituzione di D’Ambra, perlomeno fino a giugno quando, quasi sicuramente, si ritornerà a parlare di riassetto amministrativo e, quindi, di nuovo rimpasto. In quell’occasione potrebbe assurgere al ruolo di assessore Antonio Martiello dell’Udc, ma anche Francesco Agliata, coordinatore cittadino del PD (gli unici che non hanno ancora rivestito il ruolo di assessore); dovrebbe, poi, ritornare in gioco Luciano Borrelli, al quale fu revocata la delega di assessore ai Servizi sociali l’autunno scorso.Verso la XV giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafieIl sindaco di Calvizzano e sua sorella, figli di Raffaele Granata, vittima innocent…