Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2017

Calvizzano, per il secondo anno consecutivo affidato alla “Progress” l’allestimento del “Villaggio di Dio”. La ditta di Qualiano, unica partecipante alla gara, vince con un ribasso dell’1%. Si è rischiato di far slittare la data di inizio della kermesse

Per il secondo anno consecutivo sarà la Progress di Qualiano  ad allestire in via Galiero il materiale occorrente per la realizzazione della quarta edizione dell’oratorio estivo denominato “Villaggio di Dio”. E’ stato l’unico operatore a rispondere alla manifestazione d’interesse, lanciata il 21 giugno scorso dall’Ufficio Servizi Sociali del Comune, il quale, dopo essere stato invitato a gara d’appalto negoziata, se l’è aggiudicata con un ribasso dell’1% su un importo a base d’asta di 40mila euro comprensivo di iva.In pratica effettuerà il servizio per 39mila600 euro.L’anno scorso pure vinse la Progress, sempre unica ditta partecipante alla manifestazione d’interesse, praticando un ribasso di gara del 2%su un importo a base d’asta di 36mila600 euro comprensivo di iva, quindi svolse il servizio per 35mila868 euro. A cosa è dovuta questa differenza sull’importo a base d’asta? L’anno scorso i campi sportivi su sabbia erano 3, mentre quest’anno ne sono 5; i gonfiabili ne erano 5 contro i …

Calvizzano, il consigliere Sequino denuncia il degrado di via Brodolini

Per l’ennesima volta il consigliere comunale di minoranza, Biagio Sequino, è costretto a denunciare il degrado in città. Questa volta la zona interessata è quella tra via Aldo Moro e via Brodolini, dove rifiuti di ogni genere continuano a farla da padrone. Pertanto ha segnalato all’Ufficio Ambiente, alla Polizia municipale e alla ditta che raccoglie i rifiuti in città la richiesta di pulizia urgente, visto anche l’eccessivo calore di questi giorni.  

E’ in vendita “Liade” il libro di Lia Ricciardiello, la poetessa “Amazzone”

Per poter mettere su una decina di righe, ho letto tutto d’un fiato il nuovo libro di poesie, racconti, favole, pensieri e riflessioni della calvizzanese  Lia Ricciardiello, trasmigrata da tantissimi anni a Marano, dove vive attualmente. Insomma, sono stato “costretto” a fare ore di lavoro straordinario, ovviamente non retribuito, ma ne è valsa la pena, poiché ne sono uscito fortemente arricchito interiormente. Diverse sue liriche le conoscevo già per averle lette sui due gruppi social “Sei di Calvizzano se…” e “Amazzone” (da lei fondato), dove Lia le ha lanciate in questi ultimi mesi. Ma vi assicuro che rileggerle su carta si provano tutt’altre sensazioni. Per dirla alla Enzo Salatiello, recensore del libro e critico delle opere di Lia “ha scosso le mie ansie, affascinandomi con un ricamo di parole”. Il libro si apre con una poesia di Enzo Salatiello: “OH MEDEA MEDEA” dedicata a Lia Ricciardiello. Il titolo “LIADE” è uno scherzo linguistico che la Ricciardiello mette in atto e che ris…

La commovente poesia del cabarettista Carmine Bassolillo per il grande Massimo Troisi

Cliccare per vedere e acoltare
Sabato 8 luglio, nel teatro della parrocchia San Giacomo di Calvizzano, in occasione della presentazione del nuovo libro della scrittrice Lella Di Marino, il comico maranese di origini calvizzanesi darà un saggio della sua bravura

Ha frequentato il laboratorio di Cabaret  “Terra dei Comici” al teatro Alfieri di via Tagliamento: in poco tempo è diventato uno degli allievi più promettenti del gruppo diretto da Ugo Crispino. Carmine Bassolillo, 21 anni, è maranese  ma porta anche un po’ di Calvizzano nel cuore, il paese di suo padre Antimo, noto imprenditore del posto: ha una fabbrica di materassi ben avviata. Il poliedrico Carmine è iscritto alla facoltà di Giurisprudenza, conduce uno showroom che suo padre gli ha aperto recentemente a Calvizzano (in via Sandro Pertini), ma il suo futuro è sicuramente quello artistico, poiché ha stoffa da vendere. Ha iniziato a recitare da piccolo alla Scuola Socrate di Marano, poi ha frequentato la scuola di recitazione al …

Marano, la lucida analisi dell’ex vicesindaco Bonelli al convegno “Officina delle idee”

Quante volte abbiamo sentito a ogni campagna elettorale che bisogna creare un collegamento su ferro con la Cumana e la stazione del metrò ma, poi, quando si viene eletti ci si dimentica completamente di quella che è una priorità per il territorio
L’incontro, tenutosi  il 19 maggio scorso presso la sala Cavallo del Municipio è stato coordinato da Gaetano Bonelli, ex vicesindaco e assessore alla Cultura durante la breve amministrazione Cavallo. Nel filmato sopra riportato una parte del suo intervento.

Mugnano, il “Capo di Gabinetto” del sindaco fa lo gnorri?

Conosciamo da diversi anni il signor Carlo Albanese, capo di gabinetto del sindaco Luigi Saranataro, esperto di problematiche del lavoro e consulente da una vita al Comune, per cui ci è sembrato ovvio interpellarlo per sapere il valore sia dell’ imu che dell’addizionale irpef applicati a Mugnano, in quanto stavamo facendo un servizio sulle tasse nel comprensorio. Insomma, nessun segreto da svelare. Ci ha detto di non averle a disposizione e che dovevamo interpellare l’ufficio tributi; inoltre ci ha fatto intendere che addirittura lo stavamo disturbando, perché, “in quel momento, era oberato di cose da fare”: “doveva recarsi un attimo a Santa Maria Capua Vetere”. Parole che si commentano da sole. Grazie Carlo, continua così: “farai molta strada…”

La comunità calvizzanese ancora scioccata per la morte in moto dei due Trinchillo: “che strana la vita, un anno fa tutti e due insieme in barca e ora entrambi in cielo”

Una comunità ancora sotto choc per la morte, a distanza di poche settimane, di Antonio e Alfonso Trinchillo, per incidenti avvenuti mentre guidavano le rispettive moto. Tanti i commenti lanciati sul gruppo social “Sei di Calvizzano se…, in seguito alla morte di Alfonso Trinchillo ma, uno su tutti ci ha colpito per un particolare molto significativo. Lo ha scritto Enzo Ferrara: “sono convinto che stai con Antonio ed entrambi vegliate sulle vostre famiglie e su di noi. Eppure appena un’estate fa eravate insieme in barca e ora state insieme in cielo. Che strana la vita!”. Sì, davvero strana la vita. Ieri, a dare l’ultimo saluto ad Alfonso, in una chiesa super gremita, c’erano tantissime persone sia di Calvizzano, il suo paese di origine, che di Villaricca, dove aveva un noto negozio per la vendita di moto. Breve e toccante l’omelia del parroco don Ciro: “noi, adesso, dobbiamo solo pregare nel segreto, quando saremo nelle nostre camere chiuse a chiave. Pregheremo per quello che lascia, per …

Calvizzano, Enzo Salatiello: “per un cambio di passo nell’azione amministrativa occorrerebbero persone alla Angelo Vassallo”

In risposta all’articolo, “Salatiello supera i 13 anni di sindacatura”, dallo scrittore calvizzanese  riceviamo e volentieri pubblichiamo
Caro Mimmo,
la ricostruzione che hai fatto è perfetta e dettagliata, in quella tornata elettorale del 1988 c’ero io candidato nel PCI e c’eri tu, nella DC. Con stimoli diversi dalla maggioranza degli altri candidati, PCI compreso. La stella di Salatiello ha sempre brillato. Chi in questi anni lo ha conosciuto solo come politico, non tiene conto della sua gioventù che io ricordo perfettamente, intelligente, brillante, amico con tutti e con i suoi amici più stretti leale e comprensivo fino in fondo senza risparmio. Aveva, e ha la qualità irrinunciabile del politico, di successo: il FIUTO. Egli non si faceva e non si fa problemi di etichetta o appartenenza politica, Giuseppe Salatiello è da sempre e morirà (il più tardi possibile, ovviamente) democristiano. Il democristiano è un animale politico che sopravvive alla morte della DC stessa, il diccì DOC no…

Antichi mestieri a Marano: Antonio Iannone, l'ultimo artigiano delle scale in legno

Antonio Iannone, 62 anni, sposato, due figli, ultimo erede di un’antica generazione di scalai maranesi: nella sua bottega di una traversa di via san Rocco costruisce ancora scale, scalini e treppiedi. Un mestiere in via di estinzione che nessuno vuole fare più: troppa fatica, troppa dedizione e poco guadagno. Eppure agli inizi del ‘900, Marano contava diverse decine di scalai e di bottai, innumerevoli cestai. Iannone spiega tutto nei due brevi filmati sotto riportati. Per un errore tecnico si sente la parola calaio al posto di scalaio, ci scusiamo con i visitatori   




 Cliccare sopra

Calvizzano, in chiesa l’ultimo saluto ad Alfonso Trinchillo

Marano, una città da rifondare

“Fuggire dall’inferno”: è il titolo di un editoriale di settembre 1992, pubblicato in prima pagina del periodico “IdeaCittà”. Oggi come ieri?
Riproponiamo  quel fondo che scrivemmo all’epoca, esattamente un anno dopo lo scioglimento del consiglio comunale per camorra del 1991.
Definire la nostra una città fu, nel 1981, un grosso atto di presunzione. Tutte le aspettative sono state tradite. Ormai, tra i sogni di parecchi cittadini con forti radici a Marano, il più ricorrente è quello di andare via.   Mete preferite di queste sognate fughe sono l’Umbria, la Toscana e le Marche. Come dire: una voglia di tranquillità, di pulizia, di ordine, di una convivenza civile regolata da istituzioni all’altezza del compito, di qualcosa per cui valga la pena uscire dal guscio. Eppure la becera, truculenta e pacchiana subcultura maranese non può sopravvivere a se stessa. E’ già qualcosa di improponibile fuori dai nostri confini comunali: un ecosistema chiuso che lascia troppo poco spazio ad ogni seria in…

Il primato di Salatiello: a luglio prossimo supera i 13 anni di sindacatura

Salatiello già nel 2014 conquistò  il primato dei Primi cittadini calvizzanesi del dopoguerra che hanno governato più a lungo la città. In provincia di Napoli pare sia stato superato solo dalla buonanima del grande Raffaele Capasso, il  sindaco che governò per oltre trent’anni San Sebastiano al Vesuvio, facendola diventare la “piccola Svizzera”, un esempio di cittadina costruita a misura d’uomo con servizi all’avanguardia e la tutela dell’ambiente. Non è accaduta  la stessa cosa per Calvizzano, nonostante il lungo strapotere salatielliano. Il fatto che sia diventato sindaco a soli 25 anni richiederebbe un’analisi socio-politica ben più approfondita, ma viene da chiedersi: a quante persone interessa?      
La carriera politica di Salatiello cominciò nel mese di maggio del 1988. All’epoca, l’attuale Primo cittadino di Calvizzano aveva appena 21 anni, essendo nato  il 22 settembre del 1966. Riuscì ad entrare in consiglio comunale per il rotto della cuffia, poiché, con 419 voti (a quei te…

Calvizzano, intanto il centro storico cade a pezzi

Di riqualificazione urbana a Calvizzano se ne parla da anni. In ogni campagna elettorale gli aspiranti sindaci promettono tutti di impegnarsi su quest’argomento, poi, inevitabilmente, chi va a governare se ne dimentica completamente. Intanto il degrado, sotto gli occhi di tutti, continua a farla da padrone

E’ vero che, per quanto concerne il crollo di tetti e cornicioni, non c’è alcuna responsabilità diretta del Comune, poiché si tratta di immobili di proprietà privata. Ciò non toglie che bisogna restare passivi di fronte a un fenomeno che va allargandosi a dismisura. Un’amministrazione sensibile al tema della riqualificazione cerca di mettere in campo opportune strategie che puntino alla rigenerazione urbana. Come? Non siamo noi certamente i più indicati a proporre soluzioni, un ruolo che spetta ai tecnici, ma, prendendo spunto da quanto accaduto nei Comuni dove gli amministratori sono riusciti a dare il giusto impulso per migliorare l’aspetto estetico e la vivibilità dei loro centri …

Marano, “Giornata della ciliegia della Recca”: ultima tappa nel bene confiscato alla camorra, affidato alla Cooperativa Sociale “Nuvoletta per Salvatore”

Nel vigneto si produce falangina dop dei Campi Flegrei. La spiegazione nei due filmati sotto riportati. Ancora un plauso agli organizzatori di questa stupenda giornata all’insegna dell’arte, della storia e dell’enogastronomia  



Salvatore Nuvoletta, due volte eroe

Nelle prime ore del pomeriggio del 2 luglio 1982, Salvatore Nuvoletta, carabiniere in servizio presso la stazione di Casal di Principe, si trovava al Corso Europa a Marano. Qui fu colpito da un gruppo di killer che, da brevissima distanza, esplose numerosi colpi di pistola, colpendolo al volto e al torace. Salvatore riuscì a scaraventare a terra Bruno D’Aria, un ragazzino di appena 7 anni che, in quel momento, stava seduto sulle sue gambe. Grazie a quel gesto,  D’Aria uscì miracolosamente illeso, anche perché riuscì a fuggire nel sottoscala di un palazzo adiacente al luogo del delitto. Oggi quel ragazzino ha 42 anni: non volle mancare alla cerimonia di commemorazione del venticinquesimo anniversario dell’uccisione del carabinie…

Il prezzo della dignità

Per una cliccata in più, c’è chi venderebbe l’anima al diavolo


Insulti e offese nei miei confronti, anche se velati da una coltre di ipocrisia, continuano senza soste, per cui sono costretto, mio malgrado, a riproporre un pezzo di qualche anno fa, con qualche aggiunta. Mai avrei pensato, dopo anni di giornalismo, esclusivamente al servizio dei lettori, pur commettendo diversi errori, di scrivere un articolo di critica verso alcuni colleghi che, per una cliccata in più o per arrivare primi su una notizia, il più delle volte senza neanche verificarla o approfondirla, venderebbero la loro anima al diavolo. Purtroppo, dalle nostre parti, l’informazione è andata a finire anche nelle mani di qualche pennivendolo che crede di essere un “novello indovino” (l’avevamo anticipato noi, l’avevamo già previsto, l’avevamo detto..) o, addirittura, di sentirsi il “grande moralizzatore”, decidendo lui, secondo una becera visione manichea, chi sono i buoni o i cattivi, dando voti e stilando pagelle. Tra…

Calvizzano, domani i funerali di Alfonso Trinchillo

Si svolgeranno domani alle 16.30 nella chiesa San Giacomo i funerali del 48enne Alfonso Trinchillo, il centauro calvizzanese morto in un tragico incidente durante la  notte del 26 giugno, mentre viaggiava a bordo della sua moto.

Al convegno “Marano oltre Gomorra” la preside Masillo difende a spada tratta il Commissario straordinario Reppucci: “è un uomo sempre pronto all’ascolto, impegnato a risvegliare le coscienze”

E se lo dice la battagliera e vulcanica dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo San Rocco, c’è da crederle. Una donna eccezionale e leale, impegnata nella costruzione di un percorso di risanamento di una scuola carente in tutto. Palmira Masillo è stata una spina nel fianco dell’amministrazione Liccardo e, grazie alle sue battaglie per il diritto alla scuola, è riuscita a far ristrutturare la sede dell’edificio ex Giudice di Pace zona Cesina per adibirlo a sede scolastica.  Ecco i due filmati dove la preside, oltre a elogiare l’operato del Commissario straordinario e dei suoi collaboratori, fa il punto della situazione della realtà che dirige: ve ne consigliamo vivamente la visione   


“Marano oltre Gomorra”, Morra: “l’amministrazione Perrotta, di cui facevo parte, è quella che ha combattuto la camorra con i fatti”

C’era un contatore dell’Enel, ha detto Matteo Morra, ex assessore ai tempi di Perrotta sindaco e attuale segretario della sezione locale del Partito democratico, intestato al Comune, ma i cittadini stavano pagando la corrente a … Il giornalista Mimmo Rosiello lo ha invitato a fare  nome e cognome del personaggio, evidentemente qualche potente locale, ma il politico si è rifiutato:  “è inutile, poiché bisognava farlo all’epoca”. Sorge spontaneo domandarsi: perché non avete agito a suo tempo, quando ve ne siete accorti che si stava perpetrando una truffa in danno dell’ente?    

Interessante la manifestazione, organizzata dal partito democratico locale, che si è svolta ieri nella gremita sala Cavallo ubicata al piano terra del Municipio, durante la quale si è discusso di commissariamento, di infiltrazioni camorristiche e dei percorsi da costruire per il bene comune. Oltre a Morra, sono intervenuti la dirigente dell’Istituto comprensivo San Rocco, Palmira Masillo, e il parlamentare del Pd …

Calvizzano, la “favola” di Lella Di Marino

 “Il paese delle formiche”, il nuovo libro della scrittrice calvizzanese trapiantata a Brescia, è in uscita in questi giorni: sarà presentato sabato 8 luglio presso il teatro della parrocchia San Giacomo. Lo ha letto in anteprima per noi il poeta scrittore Enzo Salatiello. Ecco la sua recensione  
Lella Di Marino, ne “Il paese delle formiche” ci racconta i pensieri, i sogni, le inquietudini di un’adolescente della nostra Calvizzano di qualche anno fa. Travestendosi da formichina, ella parla a tutti, bambini e adulti e ci descrive la sua esperienza adolescenziale, attribuendo anche ai personaggi (reali) della storia tale condizione zoomorfa. La famiglia, i vicini, le persone della sua Calvizzano, nomi e riferimenti reali, dettagliati, filtrati dal punto di osservazione di un’adolescente che sentiva in sé il bisogno e la necessità di trovare “altrove” una dimensione appagatrice dei suoi stimoli intellettuali ed emotivi. Il racconto, costruito con fluidissimo stile narrativo, si snoda att…

Calvizzano, vince lo sport e l’associazionismo al primo Memorial Raffaella Paolone

Sfilata atleti con Inno di Mameli 
I numerosi spettatori hanno assistito alle esibizioni degli atleti delle associazioni sportive (Audax Gaudianum, X5 Calvizzano per il basket; Calvizzano Volley, per la pallavolo  e Malala per la ginnastica artistica) che attualmente operano all’interno della nuova struttura di via Caduti di Superga. Si è colta l’occasione per premiare  coloro che hanno contribuito a diffondere la cultura sportiva per il rilancio del territorio. Filmati e foto renderanno meglio il significato di una serata all’insegna dell’aggregazione sotto tutti gli aspetti

 Le ginnaste 








Calvizzano, al Memorial colta l’occasione per elogiare l’operato dei lavoratori socialmente utili

Condividiamo in toto le parole di Angelo Castiello, organizzatore e presentatore della serata. Questi umili operai sono esempio di abnegazione, di umiltà e di laboriosità, valori in via di estinzione. Hanno sempre fatto il loro dovere, indipendentemente dalle amministrazioni e dai sindaci che si sono succeduti 

Il centauro morto, persona stimata e ben voluta da tutti

Tanti i messaggi di cordoglio sulla pagina facebook del gruppo social “Sei di Calvizzano se…”. Alfonso Trinchillo era una persona ben voluta da tutti. Fratello di Giuseppe, titolare dell’officina di autodemolizioni Trincar, a Villaricca (strada che da Calvizano conduce a Qualiano).  Sono eredi di Francesco, meglio conosciuto comme “Ciccio e bosco”, da sempre presenti sul territorio nell’ambito della autodemolizioni. Alfonso lascia un’unica figlia Rita e la moglie Marinella alle quali vanno le più sentite condoglianze di calvizzanoweb.
“Per un periodo – afferma Gennaro GB Ricciardiello – mia figlia Simona è stata molto legata alla figlia di Alfonso. Diverse volte l’hanno portata in gita con la loro barca, ed era proprio lì che stava mia figlia quando il mio papà è venuto a mancare e ricordo con commozione con quale delicatezza i coniugi Trinchillo riuscirono a gestire la cosa. Le lacrime di Marinella, quando Simona, oscura di tutto, a Procida comprò un ricordino per il nonno che, nel fr…

Un altro calvizzanese muore in un incidente stradale

Si chiama Alfonso Trinchillo, 48 anni, pare titolare di un negozio vendita moto ubicato sulla strada Calvizzano-Qualiano

Calvizzano, il Comune tenta l’aggancio ai fondi europei per il turismo e la cultura: chiesti 40mila euro

Il Comune  partecipa al bando pubblico della Regione Campania per la selezione di iniziative turistiche e culturali di rilevanza nazionale internazionale. “Si intende fare – come è scritto in una delle schede progettuali - un’azione di intervento, creando le condizioni adeguate per sviluppare il territorio in una logica tale da avere la possibilità di diventare un importante bacino di occupazione e di incentivare il settore turistico che è essenziale per la crescita economica”. Il progetto comporta un impegno di 65mila euro, di cui 40mila euro, qualora dovesse essere approvato, dovrebbe elargirli la regione, mentre gli altri 25mila euro, che rappresentano la quota di cofinanziamento, sono a carico del bilancio comunale. Tutto ruota intorno alla kermesse denominata  “Villaggio di Dio” che si svolgerà dal 3 al 31 luglio prossimi. Le altre attività connesse nell’ambito dei 4 macro-temi (trasparenza e legalità, innovazione  e sostenibilità, inclusione e coesione sociale, condivisione e par…