Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2013

L’amara sorpresa degli avvisi di pagamento della nuova tassa sui rifiuti

In questi giorni stanno arrivando nelle case dei contribuenti gli avvisi di pagamento delle prime duerate della TARES, la nuova gabella che, da quest’anno,  sostituisce la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (TARSU).  Tale tributo comunale è disciplinato dall'art. 14 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201 convertito con modificazioni in legge 22 dicembre 2011, n. 214 e successive modificazioni ed integrazioni. L’importo delle prime due rate è stato calcolato in misura pari al 100% della TARSU dovuta per l’anno 2012, di cui il 50% con la prima rata, in scadenza il 31 agosto 2013 e l’ulteriore 50% con la seconda rata del 30 settembre 2013. Con il saldo di novembre dovrà essere versato il conguaglio, calcolato a seguito dell’approvazione delle tariffe TARES per l’anno 2013, più la maggiorazione di 0,30 euro per metro quadrato (a meno che quest’ulteriore gabella riservata allo Stato non sarà eleminata con la manovra estiva). Ma l’importo delle due rate non doveva esse…

Cercasi opposizione disperatamente

Chi ha assistito al consiglio comunale di mercoledì scorso e sperava in un dibattito costruttivo su alcuni argomenti (trasformazione del diritto di superficie in quello di proprietà, regolamento servizio civico comunale, eccetera) di grande valenza sociale e per i quali bisogna dare atto a Salatiello di averli affrontati celermente, se n’è andato a casa profondamente deluso. I salatielliani doc, quelli che non hanno mai smesso di sostenere l'attuale sindaco, anche durante il suo periodo di decadenza politica, possono gioire, perché, se questo è l’andazzo, hanno avuto la certezza che il loro “nume tutelare”, colui che ha cambiato i loro destini, durerà a lungo sulla poltrona di Primo cittadino, forse anche la prossima consiliatura. Ai seguaci acquisiti (la maggior parte dei quali non sa nemmeno dove abita la politica e cosa significa amministrare) del “piccolo dittatore”, quelli che baderebbero esclusivamente agli interessi personali di ogni genere e non a quelli della collettività…

DISCARICHE, CAMPI ELETTROMAGNETICI, ROGHI TOSSICI

                   L’ambiente deturpato continua a minare la nostra salute Tre episodi accaduti recentemente dalle nostre parti dovrebbero ancor di più farci riflettere, ma soprattutto spronarci a combattere, con tutti i mezzi legali, contro chi continua a provocare danni alla nostra salute. Non è più possibile accettare passivamente la devastazione ambientale del territorio in cui si vive, anche perché è dimostrato scientificamente il nesso causale tra l’inquinamento ambientale e l’insorgenza di alcune patologie allergiche, asmatiche e tumorali. Rifiuti interrati a pochi passi da Calvizzano. Una enorme quantità di rifiuti (la maggior parte interrati e tombati), sulla cui tipologia la polizia ambientale sta cercando di fare chiarezza, è stata rinvenuta, la settimana scorsa, su un’area di circa 7mila metri quadrati situata tra l’area industriale Pip di Marano e la sponda maranese del Vallone Fossa delCarmine. In pratica, a pochi metri da Calvizzano, esiste una vera e propria bomba ecolo…

Calvizzano perde il presidio sanitario

Con l’imminente apertura del nuovo Distretto sanitario, ubicato in Corso Italia 61 (nelle immediate adiacenze dell’Area fiera di Villaricca), scompare il presidio sanitario calvizzanese di via Aldo Moro. Le prestazioni e i servizi ambulatoriali, che prima venivano erogati a Calvizzano, adesso verranno svolti nel nuovissimo edificio che si sviluppa su tre piani, costato poco più di un milione e mezzo di euro. Per i cittadini calvizzanesi, tranne quelli che abitano in zona San Pietro ai confini con Qualiano, dove è situato il vecchio Distretto, è migliorato l’aspetto logistico, poiché per loro è più facile arrivare dalle parti della chiesa di Santa Rita. In ogni caso, è auspicabile che l’amministrazione si prodighi per attivare da subito l’istituzione di un efficiente servizio navetta, in modo da permettere agli anziani e ai cittadini non motorizzati di raggiungere senza difficoltà il nuovo polo sanitario. L’inaugurazione del Distretto era data per certagià a febbraio 2010, ma è slittat…

Tariffe acqua, stangata rimandata?

In questi giorni sono arrivate nelle case dei contribuenti le bollette dell’acqua, riferite ai consumi 2013 (periodo gennaio- febbraio- marzo), ma non c’è stata la temuta stangata. La tariffa applicata, infatti, è la stessa dell’anno scorso, cioè 0,50 euro a metro cubo, anziché 0,90 centesimi, come previsto, dalla delibera commissariale n° 22 del 20 maggio 2013. Come mai? Forse l’ articolo sulle bollette dell’acqua, apparso alcune settimane fa su questo blog, è servito a far riflettere politici e funzionari su una eventuale rivisitazione delle tariffe? Nell’articolo, infatti, avevamo fatto presente che non era giusto caricare sugli utenti l’intero costo (456 mila euro) dell’acquisto dell’acqua presso l’ENI acqua Campania (l’ente fornitore), poiché bisognava, per legge, tener conto anche di una percentuale (mediamente intorno al 30% che va a carico del bilancio comunale) tra acqua dispersa nel sottosuolo e quella che viene consumata per usi pubblici. Come andrà a finire? Sarà ricalcolat…