Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2012

Caro sindaco ti scrivo

L’anno che verrà...


La riflessione dovrebbe essere il tema centrale delle festività natalizie. A tal proposito, riproponiamo una lettera che scrivemmo tre anni fa al sindaco dell’epoca.   

Caro sindaco ti scrivo così mi distraggo un po’….l’anno vecchio è finito ormai, ma tante cose ancora qui non vanno. Si esce poco la sera compreso quando è festa, perché il commercio sta morendo e nulla si fa per rianimarlo e sostenerlo; perché il centro storico è poco vivibile e non c’è in cantiere alcun progetto per farlo rivivere ai cittadini; perché le periferie sono sempre più squallide e abbandonate al loro destino: le migliaia di persone che vivono da quelle parti hanno tanta paura del buio, del degrado e delle numerose voragini che spuntano come funghi; perché nella zona delle cooperative, dove sono stati costruiti enormi casermoni, mancano i servizi e la gente ha tanta voglia di scappare.
Adesso, spero che l’anno che verrà sia un anno nuovo e diverso. La Calvizzano che vorrei dovrebbe puntare …

Strada Candida,l'ex sindaco di Marano dice la sua

Concerto dell’Epifania alla chiesa Santa Maria delle Grazie

Gli eroici pescatori di telline di Calvizzano

Sequino ha iniziato con il piede sbagliato?

Solo a Calvizzano non è Natale

Corsa a sindaco, va completandosi il quadro delle candidature