Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2015

Nasce Syriza anche a Marano

Il vento greco è arrivato fino a Marano dove è nata la prima cellula di Syriza, il partito che ha portato alla vittoria l’ellenico Alexis Tsipras. Ne fanno parte politici di sinistra e persone della società civile. L’ideatore del nuovo gruppo politico pare sia l’ex sindaco di Marano Mauro Bertini, ormai quasi settantunenne, ma ancora con tanta energia e passione da spendere nel campo politico e sociale. In questi giorni, però, ne sapremo sicuramente di più, visto che i promotori dovrebbero incontrarsi nella sede del Centro d’impegno politico l’Altra Marano, per decidere le prossime mosse. Syriza, comunque, oltre a crescere localmente, punta a reclutare nuovi adepti nei Comuni viciniori, quali Calvizzano, Villaricca, Qualiano e Mugnano.

Per la terapia e la riabilitazione di minori con problemi psichiatrici, c’è Telemaco Junior

In viaggio presso la struttura di Villaricca che ospita “un luogo casa”, unico in Campania per l’emergenza psichiatrica in età evolutiva
I minori adolescenti dai 13 ai 21 anni con disturbi psichiatrici hanno un punto di riferimento per affrontare le loro problematiche. Al Centro Telemaco junior, situato presso il Palazzo Chiaravallotti, al Corso Vittorio Emanuele 51 di Villaricca, c’è uno spazio polifunzionale, “un luogo casa”ove un gruppo di educatori, coadiuvato da psichiatri, psicologi e infermieri, si costituisce come ambiente educativo-terapeutico per ragazzi affetti da schizofrenie ad esordio adolescenziale, evoluzioni di psicosi infantili, patologie borderline (condizione psichiatrica marginale situata ai limiti fra le nevrosi e le psicosi), escludendo esiti di autismo infantile. E’ un luogo aperto al territorio, dove i ragazzi hanno la possibilità di incontrarsi, riconoscersi, trovare accoglienza e ascolto e soprattutto orientarsi verso la vita adulta in modo autonomo, dopo ave…

Nel nuovo libro di Antonio Menna il suo amore verso una Napoli a ruota libera

Come si fa a non dedicare uno spazio, anche se su un piccolo blog come Calvizzanoweb, al nuovo ma grande libro di Antonio Menna, “Il Mistero dell’Orso Marsicano Ucciso come un Boss ai Quartieri Spagnoli”. In primis, perché Antonio è amico mio sincero dal 1990: tra l’altro mi ha anche insegnato i primi rudimenti del giornalismo. In secondo luogo, perché il bravo romanziere dopo Marano, ha vissuto, insieme alla sua compagna, per qualche anno anche a Calvizzano. Dopodiché è andato a vivere ai Quartieri spagnoli, dove tuttora risiede e dove è ambientato gran parte dell’ultimo suo capolavoro.  Nel terzo suo lavoro,  “Se Steve Jobs fosse nato a Napoli”, Menna ha provato a mettere in fila i fattori che bloccano i giovani talenti del Sud: mancato accesso al credito, burocrazia, condizionamenti ambientali, corruzione, camorra. Poi  è arrivato “Tre terroni a zonzo – Lasciare Napoli o restare?”, dove ha parlato sempre dei giovani del Sud, ma da un’altra angolazione, quella, appunto, della migraz…

Vigili urbani, mai più di pomeriggio?

Secondo i rumors i vigili urbani di Calvizzano dovrebbero prestare servizio solo di mattina, dal lunedì al sabato. Dal primo febbraio, dunque, di pomeriggio e di domenica il Comando di Polizia municipale dovrebbe restare chiuso. Pare, infatti, che la decisione sia stata presa dal sindaco e che l’avrebbe comunicato ai poliziotti municipali la settimana scorsa. Siccome si tratta di indiscrezioni, al momento non si conoscono le motivazioni. Cosa aggiungere, se le voci dovessero trovare conferma nei fatti, speriamo che il nostro Primo cittadino ci ripensi e ritiri il provvedimento, poiché i vigili urbani, anche se pochi (6 compreso il comandante) servono, soprattutto di pomeriggio e di domenica.

Sprofonda la strada, chiusa via Sandro Pertini per alcune ore della mattinata

A causa di uno sprofondamento , Via Sandro Pertini, una delle strade principali della città, è stata chiusa al traffico per alcune ore della mattinata. L’inconveniente si sarebbe verificato in nottata a causa delle insistenti piogge, proprio dove,  recentemente, sono stati effettuati  i lavori  di allacciamento del gas. Comunque sono stati allertati i vigili urbani che, di mattina presto, si sono subito recati sul posto a presidiare la zona. E’ intervenuto anche il tecnico del Comune, Giuseppe D’Angelo, per far chiudere la falla. Non è la prima volta che si verifica un inconveniente del genere, poiché le nostre strade sono  dei colabrodo e  la manutenzione è diventata una sorta di participio passato, qualcosa che c’era e che oggi non c’è più.   Purtroppo Calvizzano, ma l’intera provincia napoletana, sconta in questo ambito ritardi e inerzie della pubblica amministrazione in termini sia di manutenzione delle strade, sia di tutela del sottosuolo. E così problemi di carattere ordinario s…

Sprecopoli: nel 2014 meno soldi per dolci e giornali

Il 2014 è stato sicuramente un anno “meno dolci” per il Comune. La spesa per torte, pasticcini e spumante è stata di gran lunga inferiore rispetto a quella effettuata nel 2013. Appena 400 euro per pagare la ditta Delice, per il servizio di pasticceria offerto agli anziani del soggiorno estivo, contro i circa 1900 euro dell’anno scorso. Nel 2013, infatti, durante i primi sette mesi di amministrazione Salatiello, nonostante il periodo di ristrettezze economiche, non si rinunciò al tradizionale buffet natalizio del 23 dicembre, che costò 400 euro: 300 per comprare dolci alla pasticceria Rispo e 100 euro di spumante fornito dal bar Madas. Poi si decise di offrire la torta a don Ciro in occasione del suo compleanno, così furono spesi altri 220 euro presso la pasticceria Rispo, mentre altri 1250 euro furono impegnati per i dolci agli over 65 del soggiorno estivo. Piccole cifre ma significative. Ma il risparmio più sostanzioso si è avuto per i giornali. Nel 2013, infatti, per l’acquisto di q…

Elementare Diaz da circa due settimane senza internet

Disagi all’elementare Diaz, per mancanza di connessione a internet. Rallentano, dunque, le attività didattiche e di segreteria. Sono trascorsi ormai più di 10 giorni dal black-out informatico e neanche i continui solleciti fatti dalla scuola al Comune pare abbiano sortito gli effetti dovuti. Alla base del disservizio ci sarebbe il cambio di operatore telefonico, ma  questo non giustificherebbe l’eccessivo allungamento dei tempi. Alla media Polo, invece, non esiste il problema, poiché la connessione non dipende dal Comune.

Il “mistero” della farmacia comunale

“Si fa, non si fa”, la farmacia comunale? Bisognerebbe sfogliare una margherita per trovare una risposta, visto che quei pochi con cui riusciamo ancora a dialogare nicchiano sull’argomento. Ma il Tar non si doveva pronunciare il 18 dicembre scorso, come affermò il sindaco in Consiglio comunale? Lo ha fatto? Perché su questa vicenda non vengono informati i cittadini, attraverso il sito istituzionale? Forse perché non se ne vuole parlare? Intanto, sono trascorsi circa quattro mesi dalla sospensione della gara a evidenza pubblica per l’individuazione di un concessionario privato che dovrebbe gestire l’istituenda farmacia comunale e ancora tutto tace. Nel frattempo, non sono mancate lamentele, soprattutto da parte di qualche concorrente che sta continuando a pagare una pigione per i locali, dove intenderebbe  ubicare, qualora dovesse vincere la gara,  la nuova struttura sanitaria. Il comma 1 dell’articolo 7 del bando, infatti, prevede che l’offerta debba contenere “l’individuazione del si…

Calvizzano a luci rosse

Basta navigare su internet per capire quanto sia ampio il mondo della trasgressione erotica e rendersi conto di quanto il fenomeno sia in aumento anche dalle nostre parti. I navigatori trasgressivi della provincia di Napoli probabilmente conoscono Calvizzano più per gli annunci hard che per sentito dire. Diversi anni fa, il sociologo e giornalista giuglianese, Emilio Magliano (oggi organizzatore di Erotica tour), all’epoca responsabile nazionale immagine e comunicazione della Federsex (un’associazione di difesa e tutela dei diritti e delle libertà sessuali nel mondo trasgressivo che organizza anche club privè), conoscitore della realtà a luci rosse della nostra zona, dichiarò al giornale l’attesa che conosceva molte coppie di Calvizzano e di Marano che praticavano scambio di coppia. Gli chiedemmo quali fossero le ragioni dello “scambismo militante” e cosa avesse da replicare a chi vede in questo fenomeno un’offesa alla morale? “Da un punto di vista morale – affermò Magliano – lo scambi…

Via Pio La Torre, strada rotta e senza luce

Mercato rionale, l’Ascom scrive al Prefetto

Il consigliere di minoranza Sequino: nessun veto da parte nostra, ma le cose vanno fatte con tutti i crismi della legalità

Una missiva inviata al Prefetto di Napoli per sottolineare che l’istituzione del mercato rionale, nel modo in cui intenderebbe avviarlo l’amministrazione comunale, è in contrasto con le normative vigenti: quella commerciale, quella sanitaria, quella urbanistica e quella sulla sicurezza. Nella lettera, firmata dal presidente dell’Ascom locale, Antonio Sequino e indirizzata anche al Dipartimento dei Vigili del Fuoco, ai Comandi dei Carabinieri e della Polizia Municipale e ai vari organismi amministrativi, si fa riferimento anche a un documento del Ministero dell’Interno che prevede ulteriori punti inerenti la gestione dei mercati: non vengono menzionati, perché saranno portati all’attenzione nel momento in cui sarà chiarita la posizione di legalità e di legittimità, dell’istituendo mercato rionale. “Oltre a rilevare la carenza dei presupposti di legge – precisa nella …

Zona San Pietro, emblema delle periferie sempre più abbandonate

Un quartiere suburbano dove politici e amministratori si fanno vedere solo in occasione delle elezioni amministrative
“Cambiano i musicanti ma la musica è sempre la stessa”. E’ la risposta che ci ha fornito un residente: il primo che abbiamo incontrato in via San Pietro, durante il nostro excursus nelle periferie abbandonate e al quale abbiamo chiesto se con la nuova amministrazione fosse cambiato qualcosa dalle sue parti. Per avere, poi, un quadro più chiaro della situazione ci siamo fatti un giro in lungo e in largo ed abbiamo realizzato il documento fotografico sotto riportato.




Che fine ha fatto il Comitato di quartiere costituitosi ai tempi del Commissario straordinario il cui scopo era quello di essere una spina nel fianco degli amministratori con l’obiettivo di risolvere gli atavici problemi della zona?Li ripetiamo: viabilità, sversamenti incontrollati dei rifiuti di ogni genere, mancanza di illuminazione, isola ecologica, risanamento Vallone Fossa del Carmine, eccetera. Recenteme…

Una Casa famiglia per malati di Aids al confine tra Marano e Napoli

In viaggio nella struttura gestita dalla Congregazione religiosa “Figlie della Carità”
Per i malati di Aids la speranza abita al civico 28 di via Camillo Guerra.Alla fine di una stradina, in una zona di confine tra Marano e Napoli, c’è la Casa Famiglia “Sisto Riario Sforza, opera segno della Caritas della Diocesi di Napoli, gestita dalle Congregazione religiosa “Figlie della Carità”. La responsabile, suor Giovanna Pantaleo, pugliese della provincia di Brindisi, insieme ad altre tre sorelle, in sintonia con la mission delle Figlie della Carità, “dedicano la loro vita a Dio e di servirlo nella persona dei poveri”. Da circa 10 anni accolgono persone sieropositive affette da HIV/AIDS, offrendo a ognuno la possibilità di migliorare la loro vita. La Casa Famiglia ha una ricettività di 10 persone che vi stazionano 24 ore su 24. Non èun luogo chiuso, anzi è sempre stato aperto al territorio, alla parrocchia e alle scuole. Nel fornire l’assistenza ai pazienti, le suore sono affiancate da un gru…

Vertenza con il Consorzio cimiteriale, arriva la transazione bonaria?

Il debito di Calvizzano nei confronti  della società consortile ammonterebbe a circa un milione e duecentottantamila euro
Chissà se nel momento in cui scriviamo sarà stata inviata la missiva del sindaco Salatiello al Commissario straordinario di Mugnano, nella quale viene palesata la volontà del Comune di Calvizzano di addivenire a una transazione bonaria, in merito alla vertenza con il Consorzio cimiteriale. Controversia, tuttora in corso presso il Tribunale di Napoli, scaturita dal mancato pagamento delle quote consortili spettanti al Comune di Calvizzano. Nel 2013, ai tempi del Commissario straordinario, Ornella Vosa, il nostro ente si oppose al decreto ingiuntivo emesso dal giudice, affidando la difesa all’avvocato Michele Gallozzi: furono impegnati in bilancio 3.500 euro oltre iva e cassa professionale e al legale, con determinazione 26 del 27-03-2013, a firma della responsabile del Settore Organi Istituzionali, dottoressa Margherita Mauriello, fu pure liquidato un acconto spese …

La giunta autorizza l’anticipazione di cassa fino a un milione di euro

Si tratta di un prestito a breve termine che va restituito man mano che le entrate dell’Ente vengono riscosse. Si fa ricorso per far fronte a pagamenti urgenti e indifferibili, quando il Comune non dispone di liquidità in cassa.  Maggiore è  il prestito chiesto più cospicui sono gli interessi da pagare alla tesoreria comunale, il che si riflette negativamente  sulla collettività

Se fino a pochi mesi fa il sindaco si vantava  di non aver mai fatto ricorso alle anticipazioni di tesoreria, da quando lui amministra la città, adesso non lo potrebbe fare più. E’ di questi giorni, infatti, la pubblicazione di una delibera di giunta nella quale si autorizza il responsabile del Servizio finanziario del Comune, Salvatore Sabatino, a poter ricorrere ad anticipazioni di cassa, fino a un massimo di un milione di euro e a imputare la spesa relativa agli interessi passivi sul bilancio 2015.  Ma cos’è l’anticipazione di tesoreria o di cassa e quando vi si ricorre? Trattasi di un esercizio che l’ammini…

Cresce il ruolo dell’ex assessore Pasquale Napolano

L’ex amministratore ai tempi di Granata  pare sia diventato uno dei più ascoltati suggeritori di Salatiello


Come sono lontani i tempi in cui l’ex fedelissimo dell’ex sindaco Granata apostrofava con epitetiforti l’attuale Primo cittadino di Calvizzano Giuseppe Salatiello, con il quale, adesso, ci va a braccetto. Sembrano entrati in perfetta sintonia. Chi dei dueè cambiato, visto che Salatiello, in passato, non avrebbe avuto molta considerazione di Napolano per il suo modo di fare politica, ma altrettanto Napolano di Salatiello? Cosa ha fatto mutare idea all’ex assessore pluridelegato nella giunta Granata? Forse il rifiuto dell’ex sindaco Pirozzi a candidarlo nella sua lista? Ma Napolano ha dimenticato presto che Salatiello è stato l’artefice della sfiducia all’ex sindaco Granata? E’ vero che la politica è un continuo divenire, ma chi la pratica non dovrebbe mai perdere la bussola della coerenza. Napolano, invece, contrariamente alle sue idee, ha preferito candidarsi con chi ha sempre ri…