Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2010

Ecco il documento programmatico proposto dal nuovo gruppo “Calvizzano Futura”

Calvizzano, 23 aprile 2010Al sig. Sindaco del Comune di CalvizzanoAi sigg. Consiglieri del comune di CalvizzanoAl segretario generale del Comune di CalvizzanoOggetto: costituzione nuovo gruppo consiliare.Con la presente, si comunica la costituzione del nuovo gruppo consiliare “Calvizzano Futura”formato dai seguenti consiglieri:·Agliata Francesco·Cavallo Francesco (vice capogruppo)·D’Ambra Michele·Mauriello Antonio (capogruppo)·Sequino Antonio·Scimia GiuseppeSi notifica, inoltre, che per tutte le comunicazioni inerenti l’attivitàdi competenza del capogruppo, lo stesso elegge domicilio presso la propria abitazione, sita in Calvizzano (Na) alla via R. Galiero n.21. Si notifica, altresì, che i sottoscritti consiglieri, con la presente, rassegnano le dimissioni dai precedenti gruppi di appartenenza.In allegato si offre il documento programmatico proposto al Sindaco dal Gruppo “Calvizzano Futura”.Distinti saluti.Agliata FrancescoCavallo Francesco D’Ambra MicheleMauriello Antonio Sequino Ant…

Solo elogi per Napolano

C’è ancora qualche stupido, purtroppo, che continua a lanciare commenti ingiuriosi nei confronti dell’assessore allo Sport e alla Cultura Pasquale Napolano, trincerandosi, tra l’altro, dietro il più bieco anonimato. Si potrebbe anche capire l’esternazione di un giudizio, senza l’apposizione in calce dei propri connotati, purché racchiuda una spiegazione politica, sociale o di qualsiasi altro tipo, ma che non varchi mai i confini della diffamazione. Resta il fatto che chi continua a insultare, nascondendosi dietro l’anonimato, è solo un codardo che non avrà mai spazio su questo blog. Fatta questa premessa, veniamo a Napolano. L’assessore allo Sport, si sa, non è un uomo di grande istruzione ma mastica di politica da quando indossava i calzoni corti: è stato sempre coerente con le sue idee, fin da quando militava nell’allora Pci, e il suo percorso politico non è stato mai costellato da macchie o salti della quaglia. Per diversi anni si è candidato alla carica di consigliere comunale sen…

Differenziata, ecco l’isola ecologica

Ormai a Calvizzano le buone notizie nel campo della Nettezza urbana sono una cosa abituale. Partiamo dalla prima. E’ in corso di espletamento la gara per la realizzazione di un’isola ecologica che sorgerà a via Fosse Ardeatine in località San Pietro e sarà finanziata con fondi provinciali. L’importo a base d’asta è di circa 229 mila euro: i lavori dovranno iniziare assolutamente entro fine maggio altrimenti si perde il finanziamento. Intanto, in preparazione dell’isola ecologica, sono iniziati i lavori di allargamento della strada di accesso alla zona interessata, dove la pubblica illuminazione sarà alimentata da pannelli fotovoltaici. La seconda buona notizia è l’esito positivo della controversia tra il Comune e la ditta LRS che cura la raccolta, lo smaltimento dell’immondizia e la differenziata. “L’impresa – dice il sindaco – ha dimostrato grande attaccamento al paese rinunciando a tutti gli arretrati dovuti al lavoro extra fatto per la differenziata. Inoltre, da gennaio, sta percep…

M’ha ritt’ a palummell’

Per il presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Salatiello, si profilerebbe un incarico di rilievo nel partito in cui milita o in qualche ente sovracomunale. Chi avrebbe deciso di affidargli tale compito, lo avrebbe fatto con l’intenzione di premiare l’ impegno che Salatiello ha profuso sia alle provinciali dello scorso anno sia alle regionali di quest’anno, ma anche per le sue capacità politiche che, da quando ha lasciato il Pd, ha messo a disposizione per l’Unione di Centro di Casini.----------------------------------------------------Corre voce che il coordinatore della sezione locale del Pd, Francesco Agliata, simpatizzerebbe per l’Udc di Casini, per cui non è escluso che, in futuro, potrebbe anche lasciare il partito a cui è iscritto. Andrebbe, così, a collocarsi in un luogo a lui più naturale e congeniale alla sua estrazione politica, dove potrebbe ritrovare Angelo Montemarano, l’ex assessore regionale alla Sanità, al quale ha dato una mano alle penultime primarie. Allo stato…

120 mila euro per una strada inservibile

Per via Lavinaio grande la strada che avrebbe dovuto collegare via Eduardo De Filippo (ex via Commone) con via Alveo Camaldoli, alcuni cittadini stanno già meditando di segnalare il caso a “Striscia la notizia”, la nota trasmissione di canale 5. L’opera, per molti, rappresenta l’ennesimo caso di sperpero di denaro pubblico, poiché rischia di restare inutilizzata ancora per molto tempo.Per quale motivo? Dal lato di via Eduardo De Filippo, il passaggio è ostruito dalla megatubazione dell’Eni Acqua Campania, che dovrebbe essere interrata ed occorrono a tale scopo circa 40mila euro. Dall’altro lato, la percorribilitàè impedita dall’Alveo Camaldoli, per cui occorre realizzare un ponte il cui onere finanziario è a carico del Comune di Villaricca, che andrebbe a utilizzare una parte dei fondi PIT (piano integrato territoriale) che sono serviti a realizzare il tratto di via Alveo Camaldoli che insiste nel comune di Villaricca. Intanto, per asfaltare via Lavinaio Grande e metterla in sicurezza…

Recupero crediti acqua, pronto il bando di gara

Finalmente la settimana prossima dovrebbe partire il bando di gara per reperire sul mercato una società specializzata nel recupero crediti acqua. Eppure Il documento di indirizzo politico è stato inviato circa quattro mesi fa all’Ufficio tributi. L’evasione totale e parziale da recuperare è riferita gli anni 2007 e 2008 e riguarda più di 1300 utenti, in pratica il 30% di quelli iscritti a ruolo (circa 4500).L’utente evasore, oltre alla somma dovuta al Comune (consumi più mora e interessi legali), dovrà sborsare anche una percentuale (19% come base d’asta) su questa cifra, che andrà come compenso alla ditta vincitrice della gara.La decisione di affidarsi a una ditta esterna sarebbe stata presa perché, per i ruoli coattivi riferiti agli anni antecedenti al 2007 e affidati a Equitalia Polis (ex Gestline), è entrato nelle casse comunali appena il 30% della somma prevista.Ricordiamo che, oltre ai morosi, ci sono ancora circa 80 utenti che, finora, si sono proprio rifiutati di stipulare il …

Va via dopo un anno il segretario comunale

Ha ricoperto per appena un anno il ruolo di segretario comunale ma ha deciso di lasciare Calvizzano. Angela Trischitta, 41 anni ben portati, sposata, un figlio, andrà a svolgere il suo lavoroa Santa Maria La Carità, piccolo Comune confinante con Gragnano, Pompei e Castellammare di Stabia. Si allontana da casa, visto che lei abita a Napoli in via Manzoni e quindi viene spontaneo chiedersi il perché di una simile decisione: colpa del sindaco Granata? Della classe politica? Di quella dirigenziale? Trischitta smorza le polemiche e vuole solo ringraziare il sindaco Granataper averla scelta a suo tempo e per aver avuto fiducia in lei: “Stimo Granata – si limita a dire - Ritengo che sia una persona perbene,preparata e motivata”. Poi, non vuole aggiungere altro, per evitare di dare adito a cattive interpretazioni e a facili strumentalizzazioni delle sue parole. Chi conosce bene Trischitta, però, parla di una gran lavoratrice che però già da qualche mese stava meditando di migrare verso altri …

Unione a 7, la controrisposta al Gruppo per Calvizzano

Manca solo l’atto ufficiale: starebbe, infatti, per nascere un nuovo gruppo composto da sette consiglieri comunali. Ne farebbero parte Antonio Ferrillo, Antonio Di Rosa, Luciano Borrelli, Pasquale Napolano, Antonio Martiello, Cristofaro Agliata, Giuseppe Salatiello. Insomma, se così fosse, sarebbe subito arrivata la controrisposta politica al neonato Gruppo per Calvizzano composto dai rimanenti 6 consiglieri comunali. L’idea del gruppo a 7 recherebbe il copyright di Giuseppe Salatiello e servirebbe a calmierare le richieste politiche che andrebbero ad avanzare il gruppo per Calvizzano.“Essendo 7 le deleghe da distribuire – afferma Antonio Ferrillo – è più logico che 4 assessori vadano al gruppo composto da sette componenti e tre al gruppo a sei”.Insomma, è il caso di dire che mentre i politici studiano il paese muore? Speriamo che non sia così e che la nascita di questi gruppi serva a stimolare l’amministrazione a lavorare meglio e di più, per il bene della collettività.

Il gruppo per Calvizzano raddoppia in Consiglio

Nasce un nuovo gruppo all’interno della maggioranza: oltre ai tre ex “dissidenti” Cavallo, D’Ambra e Sequino, ne fanno parte anche Scimia, Francesco Agliata e il vicesindaco Antonio Mauriello. Si tratta di una fusione fredda, per dirla in termini scientifici, pronta a far “scoppiare”, se ce ne fosse bisogno, la tenuta amministrativa o di un amalgama, costruita apposta per rilanciare l’azione amministrativa?“Premesso – afferma Mauriello – che mi sono adoperato personalmente, per far rientrare i tre amici nell’alveo naturale della maggioranza, lo scopo del gruppo è quello di rafforzare sia il sindaco che l’amministrazione e non certo quello di destabilizzarlo. Adesso, bisogna solo pensare a ripartire con un nuovo passo, per recuperare il tempo perduto”.Quali obiettivi vi prefiggete nell’immediato?“Ve ne sono alcuni irrinunciabili: bisogna approvare al più presto il piano urbanistico, anche perché a noi preme portare avanti il discorso dell’area Pip, in quanto l’insediamento di nuove azi…

D’Ambra: se il sindaco non cambia atteggiamento, potremmo passare all’opposizione

Ancora fratture nella maggioranza? Da quello che è scaturito dalla riunione di giovedì 8 aprile sembrerebbe proprio di sì: l’incontro, infatti, pare non abbia sortito i frutti sperati, anche se il sindaco, continua a parlare di clima di distensione, vedendo le cose con un certo ottimismo. Sarebbero, invece, ancora distanti le posizioni tra Granata e il Gruppo per Calvizzano del quale fanno parte i consiglieri comunali Franco Cavallo, Michele D’Ambra e Antonio Sequino. Entrambi rimangono sulle loro tesi: il sindaco chiederebbe ai tre di sciogliersi come gruppo, dopodichè sarebbe pronto a ridare loro un assessorato entro il mese di giugno. I tre dissidenti, dal canto loro, continuano a perseverare nello stesso modo di pensare.“Non ne facciamo una questione di poltrone – dicono – Se il sindaco vuole dimostrare veramente di avere a cuore le sorti politico-amministrative del paese, deve cambiare atteggiamento e dare giusta dignità a tutti coloro che fanno parte di questa maggioranza, purtr…

In ricordo di Peppe Barleri instancabile tessitore di memorie locali

In questo mese ricorre il quarto anniversario della morte di Peppe Barleri, uno dei più profondi conoscitori della storia di Marano e di Calvizzano. Ha abitato nella nostra città per diversi anni: era di casa sia al Comune che alla biblioteca calvizzanese, poiché andava alla ricerca della novità storica per inserirla nei suoi numerosi libri che ci ha lasciato. Barleri era uno storico onesto, meticoloso e sorprendentemente rivoluzionario. Come storico, aveva le doti che prescriveva Erodoto: il vero storico è quello che pubblica le proprie indagini, cioè documenti e fonti. E “indagini” erano le pubblicazioni di Barleri, volutamente non erano “conclusioni”. “Mi limito a far parlare i documenti – era solito affermare anche in alcune sue prefazioni -, perciò nei miei libri ognuno è libero di scegliersi il percorso storico che vuole, e approdare a verità magari diverse da quelle alle quali approda chi sceglie un’altra via, un’altra angolazione: la storia è un diamante con moltissime sfaccet…