Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2014

Slitta all’anno nuovo l’apertura del mercatino rionale

Imprevisti permettendo, dovrebbe partire a gennaio prossimo il mercatino rionale. Si svolgerà di lunedì, lungo la strada Peep (zona cooperative) che collega via Aldo Moro con via Pietro Nenni. Concluso lo step più importante, quello del controllo delle pratiche presentate dai commercianti (una settantina): mancherebbero gli ultimi dettagli per raggiungere un obiettivo ambito da diversi anni. L’istruttoria delle domande degli esercenti è stata affidata al dottore commercialista Giovanni Cirillo, per un importo di 2000 euro oltre iva e cassa professionale. Un servizio che si è reso necessario esternalizzare, come è scritto nell’atto gestionale numero 52 del 26-06-2014, per carenza di personale assegnato all’ufficio Attività produttive, condotto da Francesco Paolone, tra l’altro anche responsabile del procedimento amministrativo dell’istituendo mercatino rionale. Questa volta sarà quella buona? Anche a dicembre 2010, sembrava certa e imminente l’apertura del mercatino, infatti  ci fu gra…

Un Gazebo informativo per sensibilizzare la popolazione sulle problematiche ambientali

E’ stato allestito domenica 30 novembre dal Comitato Stop Antenne di Calvizzano. Un’associazione nata sostanzialmente per la tematica dei ripetitori, ma che si prefigge di portare avanti tante altre questioni (spazi sociali pubblici e collettivi, discariche, inceneritori, eccetera) che meritano lo stesso interesse
“Se da un lato il ripetitore di via De Filippo – è scritto su un volantino del Comitato, distribuito ai cittadini – ancora non è stato installato, dall’altro siamo riusciti a creare un filo diretto con l’amministrazione comunale, portando alla loro attenzione le nostre istanze: modifica del regolamento e Piano di localizzazione delle antenne”.




Archiviata la querela per diffamazione contro il giornalista Mimmo Rosiello per non aver commesso il fatto

La querela risale a poco meno di due anni fa. All’epoca, un funzionario del Comune di Marano, sentendosi diffamato da una serie di articoli, apparsi su diversi numeri del giornale l’attesa, ritenne opportuno presentare una denuncia-querela alla Procura della Repubblica, contro il giornalista Mimmo Rosiello, in qualità di direttore del periodico maranese, ora non più in edicola, dopo venti anni di pubblicazioni. Già il Pubblico Ministero, dopo aver analizzato gli atti, chiedeva al Gip l’archiviazione della querela. A seguito di opposizione all’archiviazione della parte offesa, il Gip convocava la Camera di consiglio per il 4 novembre 2014. In quella sede, il difensore del Rosiello, la giovane ma esperta penalista Alessandra Paolone, ha presentato un’ampia documentazione probante che ha definitivamente spinto il Gip a propendere per l’archiviazione della querela.
“ Oggi è nu juorno buono”: è l’unica frase che siamo riusciti a strappare al giornalista.

Debiti arretrati: definiti due accordi transattivi

Nei mesi scorsi il Comune ha chiuso due vertenze giudiziarie: la prima con Telecom, la seconda con Grafiche Gaspari s.r.l. Entrambe le società avevano fatto ricorso per decreto ingiuntivo, attraverso i quali chiedevano il pagamento di fatture pregresse rimaste insolute. La Grafiche Gaspari s.r.l. per la somma complessiva di 19mila515 euro oltre interessi legali e spese di giudizio relative a forniture effettuate dal 2010 al 2013. A seguito dell’accordo transattivo (difensori del Comune avvocati Rossi-Di Guida), lo studio legale Bellistri inoltrava nota con la quale la società Gaspari accettava il pagamento offertole dal Comune di Calvizzano per la somma di 10mila euro (un risparmio superiore al 50%)per sorta capitale, oltre 668 euro per spese legali. In ogni caso, sono continuati i rapporti di lavoro tra il nostro ente e l’azienda bolognese: recentementeil Comune ha commissionato alla Grafiche Gaspari, il progetto Bussola per l’adeguamento del sito istituzionale. L’altra vertenza, que…

Per vivere tutti meglio, curiamo l’ambiente e il verde

Ecco cosa è venuto alla luce durante la pulizia e lo sradicamento di arbusti ed erbacce su i due  lati che delimitano la strada di prossima apertura che costeggia l’Alveo Camaldoli. Le immagini, che evidenziano il materiale trovato sulla sponda calvizzanese, sono più eloquenti di qualsiasi articolo.






               Rotonda di Viale della Resistenza: salviamo le palme, prima che muoiano tutte  


Le palme piantate  circa due anni fa sulla rotonda di viale della Resistenza, all’incrocio con via San Pietro e via Sandro Pertini sono in grande sofferenza. Una è sicuramente morta, le altre sono moribonde. Si aspetta che facciano la stessa fine della storica palma di piazza San Pietro? E’ vero che è stata abbattuta, perché era affetta da punteruolo rosso, ma le amministrazioni che si sono succedute negli anni non sono esenti da colpe, poiché non hanno mai intrapreso una seria politica  di salvaguardia del verde pubblico.                          E gli alberi quando li potiamo? Aspettiamo che qualc…

Per ridurre il traffico cittadino si starebbe pensando a un collegamento tra via dell’Indipendenza e via De Filippo

La notizia, se fosse confermata, sarebbe davvero sensazionale, in quanto stravolgerebbe in positivo la problematica del traffico cittadino.  Nella nuova proposta di Piano urbanistico targata Salatiello, sarebbe prevista la possibilità di prolungare via dell’Indipendenza (la strada dove è ubicata la sede dell’Idro-Tech, per intenderci) fino a farla arrivare su via Eduardo De Filippo (ex via Commone). In pratica, si vorrebbe utilizzare per fini pubblici un ampio appezzamento di terreno che lambisce via Garibaldi, proprio di fronte all’imbocco di via dell’Indipendenza. In questo modo, tutte le auto provenienti da via De Filippo e dirette verso Napoli o sulla circumvallazione esterna, anziché intersecarsi con il traffico veicolare di via Sandro Pertini (altezza palma abbattuta per far posto a un albero d’ulivo) si troverebbero direttamente sulla parte più larga di via Garibaldi, evitando il tratto iniziale strettissimo e senza marciapiedi. La cosa sembrerebbe ancor più verosimile, se si o…

Vandali e incivili costano troppo alla città

Quest’anno sono stati già spesi circa 43 mila euro sia per la rimozione di materiale speciale rinvenuto sulle strade cittadine che per la messa in sicurezza delle strutture sportive abbandonate e prese di mira da teppisti senza scrupoli. Cosa fare? Affrettarsi a installare le telecamere
                                                      Palazzetto dello Sport murato
                        Campo sportivo: con il cancello aperto, chiunque può entrare indisturbato 
“Mentre il medico studia, l’ammalato muore”: questo vecchio proverbio napoletano sembra calzare a pennello ai nostri amministratori, in particolare a quelli del Comune di Qualiano. Cosa c’entra Qualiano con Calvizzano? Qualiano è il comune capofila (al quale si è associato anche Calvizzano) che ha presentato alla Regione il progetto sicurezza, che rientra tra le iniziative a favore dei Comuni che gravitano nell’orbita della cosiddetta Terra dei Fuochi, per ottenere un cospicuo finanziamento. Progetto che è stato finanziato a…

Sarracino: non ho ricevuto alcun sostegno economico dal Comune

La psicologa risponde alle illazioni delle malelingue che abbondano dalle nostre parti. Persone che invece di apprezzare la volontà di chi si impegna a innalzare il livello culturale in città, gettano solo fango. Se si continuerà su questa strada, resteremo un paese senza speranza

Lettera al blog

Ringrazio il giornalista Domenico Rosiello per la sensibilità che mostra, sempre, nei confronti degli eventi che la mia associazione organizza ed approfitto di questo spazio per rispondere a tutte quelle persone che hanno lanciato frecciatine sui fondi che ho ricevuto dal comune di Calvizzano per realizzare l'evento. Ci tengo infatti a sottolineare che quando la Società Italiana di Psicologia, Sessuologia e Criminologia organizza un evento, utilizza i fondi messi a disposizione dalle persone che collaborano con me e da me stessa. Il Comune non paga nè me nè le persone che collaborano con me. Vi posso assicurare che ciò che ci guida in questi eventi è solo la voglia di fare, di provare a sen…

“Nel nome del Padre”, il film che si ispira alla vita e al lavoro dell’imprenditore di origini calvizzanesi Giuseppe Trinchillo

Recentemente è stata girata una scena anche nella bella chiesa di San Giacomo Apostolo di Calvizzano

Nel nome del Padre, il film del giovane regista napoletano Gabri Gargiulo, prodotto dall’imprenditore giuglianese Vincenzo Ferraro, uscirà nel 2015 e potrà essere visto in TV o nelle sale cinematografiche (dipende da chi comprerà i diritti).  Parla di Diego, un ragazzo di 11 anni che viene adescato dalla camorra. Nella sua crescita, Diego man mano si rende conto che non era questo il tipo di vita che voleva. Non sa nemmeno lui perché è finito in questo circuito infernale. Diego entra in carcere e subito dopo conosce Giuseppe Trinchillo, un imprenditore dell’area Nord-ovest di Napoli, che si occupa del recupero dei minori a rischio. Trinchillo dà una mano a Diego a uscire dalla brutta situazione in cui si è trovato. Ma chi è Giuseppe Trinchillo, conosciuto da molti con il soprannome di “Peppe Trincar” (il nome dell’azienda di autodemolizioni di cui è proprietario)?  E’ un imprenditore di…

Basta violenza sulle donne

A Calvizzano un gazebo informativo per sensibilizzare i cittadini contro la violenza sulle donne



Nell’area giuglianese, Calvizzano ha fatto da apripista alla campagna di sensibilizzazione contro la violenza alle donne che si celebra in tutt’Italia il 25 novembre prossimo. La Società Italiana di Psicologia, Sessuologia e Criminologia, presieduta dalla dinamica psicologa e psicoterapeuta calvizzanese, Angela Sarracino, ha organizzato un gazebo in piazza, dove  sono stati distribuiti gadget e materiale informativo sulle varie forme di violenza. A Calvizzano, recentemente, sono venuti alla luce due casi di violenza sulle donne, ma ne sarebbero tanti quelli che non sono emersi. Ricordiamo che in Italia muore una donna ogni due giorni per casi di violenza: 1 donna su 2 perché ha deciso di lasciare il partner; 1 donna su 10 perché era una collega o una dipendente. Il 50% delle morti sono per percosse o per strangolamento. Numeri impressionanti che dovrebbero far riflettere un po’ tutti.  Come…

Fratelli d’Italia si presenta alla città con un manifesto al vetriolo contro l’amministrazione Salatiello

Tra una settimana aprirà in città anche la sede del partito fondato dalla Meloni da Crosetto e da La Russa

E’ avellinese il nuovo responsabile dell’Ufficio Tributi

Ha preso servizio in questi giorni il nuovo responsabile dell’Ufficio Tributi, vincitore della selezione pubblica avviata dal Comune nei mesi scorsi. Si chiama Vittorio Marino, vive ad Avellino, sposato, due figli, come si legge sul suo profilo facebook: è laureato in Economia e Commercio, è stato Dirigente del Comune di Altavilla Irpina e ha avuto esperienze in altri enti, prevalentemente in materia di tributi locali. Una nota di colore che non ha nulla a che vedere con le tasse: è un super tifoso della Juve, tant’è che vicino alla chiavetta d’accesso al computer che gli è stato dato in dotazione ha applicato un piccolo gagliardetto bianconero. Marino, inquadrato come istruttore direttivo contabile, categoria D, presterà la sua opera per 18 ore settimanali, per un anno. L’incarico potrebbe essergli rinnovato,  dal momento che la graduatoria rimarrà efficace per tre anni. Chiaramente tutto dipenderà anche dai risultati raggiunti, visto che a Calvizzano c’è un’alta percentuale di evaso…

Sequino scrive al Prefetto : “gli uffici violano la normativa sulla trasparenza”

Per un’ennesima volta, Biagio Sequino ha messo nero su bianco i suoi timori di non veder tutelati adeguatamente i diritti dei cittadini e ha scritto al Prefetto. Per il battagliero consigliere di minoranza, gli Uffici violerebbero la normativa sulla trasparenza e anticorruzione. I motivi sono molteplici e li chiarisce nella missiva: “non esiste all’interno del sito istituzionale un archivio contenente per 5 anni tutti i documenti oggetto di pubblicazione obbligatoria, né tantomeno si procede a una pubblicazione degli atti (determinazioni, delibere eccetera) nei 30 giorni dall’adozione; la violazione avverrebbe in particolar modo per i provvedimenti dell’ufficio tecnico, lavori pubblici, gare e contratti (…); ad oggi l’Ufficio tecnico comunale pubblica a novembre 2014 i provvedimenti adottati a novembre 2013”. Poi chiede al Prefetto una spiegazione di tali comportamenti : “diteci Voi se ciò è normale?”. Ma l’elenco delle inadempienze che verrebbero perpetrate continua: “non vengono pubb…

La zona periferica di San Pietro è piena di resti di origine Romana

           Durante i lavori alla rete fognaria è emerso anche un tracciato viario di epoca romana 

                         Via Calamandrei, il luogo del ritrovamento del tracciato di epoca romana
Un pezzo di storia è emerso dal sottosuolo, durante i lavori di scavo per la realizzazione di un nuovo collettore fognario in via Calamandrei (zona San Pietro). Si tratta di una vecchia strada romana (probabilmente un’arteria dell’antica via Consolare Campana) venuta alla luce proprio davanti a un ex deposito di carburante. La scoperta fu fatta nel 2011: all’epoca il direttore dei lavori, oltre a sospendere le attività, investì subito la Soprintendenza ai Beni Archeologici della Provincia di Napoli e Caserta che, dopo un periodo di studio, diede il nulla osta alla ripresa dei lavori a condizione che venissero seguiti sotto il controllo costante di personale tecnico qualificato, da scegliere tra i collaboratori esterni accreditati presso la Soprintendenza stessa. Allora il Comune  provvide ad …

“Amministratori” a Bruxelles anche con i soldi del Comune

                  Visibilità internazionale per la nostra città, ma scoppiano le polemiche

I nostri amministratori non finiscono mai di stupirci. A volte s’impegnano a fare cose buone, poi sembrano scivolare su una buccia di banana, vanificando il lavoro fatto.  Cosa è accaduto? Una delegazione del Comune, costituita dal vicesindaco Antonio Di Rosa e da tre amministratori, come è scritto nella determinazione del responsabile delle Attività Produttive, Francesco Paolone, si è recata, dal 10 al 12 novembre, su autorizzazione del sindaco, in visita presso la sede di Bruxelles del Parlamento Europeo, invitati dall’europarlamentare Andrea Cozzolino. Ma anche il Comune ha fatto la sua parte, impegnando 950 euro per il pagamento delle spese di vitto e per sopperire a eventuali imprevisti, essendo la delegazione spesata solo dell’albergo e del volo aereo. Spese di vitto da rendicontare al rientro, con fatture o altri documenti validi agli effetti contabili e fiscali, con l’obbligo di versare …

Salute e Territorio

Martedì 18 novembre, ore 18.45: iniziati i lavori della Commissione Speciale per l’Ambiente, con particolare riferimento all’installazione dei ripetitori telefonici. Ne fanno parte esponenti della maggioranza e dell’opposizione, cittadini e rappresentanti del Comitato Stop Antenne


Che fine ha fatto il Centro Socio Educativo per disabili lievi?

Son trascorsi due anni dal conferimento al nostro Comune del Centro Educativo per disabili lievi, ma di questo importante servizio per la collettività si è persa ogni traccia. All’epoca, infatti, ci fu grande meraviglia in città per tale conquista, perché, per la prima volta,  gli amministratori  riuscirono a farsi rispettare al tavolo delle trattative e a ottenere la sede del secondo (il primo è ubicato a Villaricca, in via De Gasperi) Centro Socio-educativo per disabili lievi, previsto nell’Ambito Territoriale 1 dell’Asl 2 Napoli nord, che comprende  i Comuni di Mugnano (all’epoca capofila), Calvizzano, Melito (oggi capofila), Qualiano e Villaricca. La decisione fu presa, grazie alla spinta dell’ex amministrazione Granata (in particolare di quella dell’ex assessore Pasquale Napolano che curò personalmente la vicenda), nell’ambito dell’approvazione del Piano triennale sociale di zona e fu pure ratificata dal Consiglio comunale di Mugnano.  Il servizio doveva essere svolto nei locali …

Centro Polifunzionale di via Nenni, risolto il contratto con l’impresa esecutrice dei lavori

Il ritardo nell’ultimazione dell’opera, voluta fortemente dall’ ex amministrazione Granata, è inconcepibile. Di chi le colpe? Del Comune? Dell’impresa che ha vinto la gara d’appalto? Del Rup? Del direttore dei lavori? L’amministrazione, adesso, ha il dovere di fare chiarezza  sulla questione e tenere informati i cittadini
                                 Il lato del futuro Centro Polifunzionale che affaccia su via Parri

Si allungano enormemente i tempi di completamento del Polifunzionale di via Pietro Nenni, l’opera, che in molti preferiscono chiamarla villa comunale, voluta fortemente dall’ex amministrazione Granata. La giunta Salatiello, su proposta del Rup (responsabile unico del procedimento), ing. Lorenzo Tammaro, nonché capo dell’ufficio tecnico, ha disposto di procedere alla risoluzione del contratto con la Società Anima Ambiente, per grave inadempimento e ritardo dei lavori. Adesso, cosa farà l’impresa? Si rivolgerà al tribunale amministrativo per chiedere l’annullamento dell’a…

All’inaugurazione del nuovo Ufficio del Giudice di Pace c’era anche il sindaco di Calvizzano

Il presidio di legalità si è trasferito da via Verdi (zona Cesina) a Piazza Escivà de Balaguer (a fianco la sede centrale del Comune di Marano). Calvizzano, essendo il più piccolo dei Comuni sottoscrittori dell’accordo, paga la quota annua più bassa (circa 22mila800 euro) diversamente da quanto fu stabilito nella vecchia intesa. Al taglio del nastro hanno partecipato sindaci e amministratori dei 6 Comuni che fanno capo all’Ufficio giudiziario, magistrati, avvocati e autorità cittadine   

Quando Calvizzano si ritirò dall’accordo di programma stipulato tra i comuni del comprensorio giuglianese, per mantenere in vita l’ufficio del Giudice di Pace di Marano, fummo i primi a lanciare la notizia, poi ripresa dagli altri organi di informazione. Un’intesa  che fu ratificata ad aprile 2013 e sottoscritta da sindaci e rappresentanti istituzionali dei 7 comuni (Marano, Villaricca, Melito, Qualiano, Giugliano, Mugnano, Calvizzano) che fanno capo all’importante Ufficio giudiziario. Per Calvizzano, …

La svolta ambientalista del sindaco Salatiello

A distanza di un anno, il Primo cittadino calvizzanese ha effettuato un cambiamento di direzione a 360 gradi sulle tematiche che riguardano l’inquinamento ambientale. Da cosa è stato spinto? E’ credibile la sua metamorfosi?
L’anno scorso non abbiamo mai smesso di criticare il sindaco e gli amministratori calvizzanesi per la riluttanza dimostrata di fronte alle emergenze ambientali che attanagliavano e che ancora oggi continuano ad assillare il nostro comprensorio. L’amministrazione Salatiello, infatti, non ha mai sponsorizzato la battaglia contro l’inceneritore che si vuole costruire a Giugliano. All’incontro che si tenne il 27 settembre 2013 in Regione tra i Primi cittadini dell’area Nord di Napoli e l’assessore all’Ambiente Giovanni Romano, diede forfait solo il nostro sindaco. La stessa inerzia fu applicata su temi che riguardano la salute: vedi discariche sparse sul territorio, proliferazione dei ripetitori per telefonia, eccetera. Da un po’ di tempo a questa parte è arrivata la sv…