Passa ai contenuti principali

Post

Marano. “ Parco comunale e aree verdi aperti per bambini autistici, la richiesta dell’attivissima Terza commissione consiliare: sforna idee in continuazione

Terza Commissione Consiliare: Si riaprano i parchi pubblici . La città deve immediatamente fruire di aree e spazi verdi per i bimbi ed i ragazzi affetti da autismo. Una iniziativa urgente per i bimbi speciali. Nelle sedute di commissione delle scorse settimane ed in quella odierna abbiamo accolto la richiesta di tante famiglie di ragazzi affetti da alcune patologie come l' autismo. Domani sarà protocollata una richiesta all' amministrazione ed agli uffici competenti affinché , previa accurata manutenzione e pulizia, venga individuato uno spazio verde, un parco pubblico immediatamente fruibile. Molte sono state le richieste da parte dei genitori dei ragazzi affetti da autismo i quali hanno affrontato con non poche difficoltà la fase uno dell' emergenza Covid. L'apertura di alcuni parchi potrebbe essere di aiuto alle famiglie nel cercare di attenuare la loro iperattività non controllata. Spazi verdi e silenziosi potrebbero significare molto evitando una regressione dovut…
Post recenti

Calvizzano, piano urbanistico al rush finale

“Non tutti i Covid vengono per nuocere”, un motto che sicuramente piacerà a chi sperava che il piano urbanistico andasse finalmente in porto, tra questi anche alcuni politici ben noti in città con collegamenti “autorevoli”, non certamente a coloro che hanno visto sfumare la promessa di far ricadere il proprio appezzamento di terreno in una zona edificabile del puc. Stando a insistenti rumors, arrivano notizie positive dagli enti sovraordinati, dove lo strumento urbanistico era stato inviato circa tre mesi fa per i rispettivi pareri: ci sarebbe solo qualche prescrizione da parte di Città Metropolitana (ex Provincia) risolvibile in un breve lasso di tempo. Se i Commissari avessero terminato il mandato dei 24 mesi (i canonici 18 mesi più 6 di proroga) a fine maggio sarebbero andati via, per cui spettava alla nuova amministrazione concludere l’iter ed approvarlo definitivamente. Invece, lo faranno i Commissari straordinari, poiché, che, a causa dell’emergenza sanitaria, gestiranno il Comu…

Marano, Esproprio terreno Palazzo Giudice di Pace, esposto alla Corte dei Conti del sindaco e dell’assessore all’Avvocatura De Nigris contro ex amministratori per danno erariale e patrimoniale: ora il Comune è rimasto proprietario solo del 27% della struttura. Spariti gli atti?

Questione esproprio terreno dove ha sede il Palazzo del Giudice di Pace, il Tribunale di Napoli Nord ha condannato il Comune di Marano al risarcimento danni di 225mila557 euro, più gli interessi legali codicistici, oltre alla perdita del 73% della proprietà dell'immobile. Si tratta di una vertenza  che va avanti dal 2017, anno di approvazione del progetto preliminare della palazzina di piazza Josemaria Escrivà, destinata, in un primo momento, a ospitare il Centro per l’Impiego, attualmente adibita a Ufficio del Giudice di Pace. Così il sindaco Visconti e l’assessora all’Avvocatura Marinella De Nigris hanno presentato esposto alla Corte dei Conti contro ex amministratori e dirigenti tecnici dell’epoca per danno erariale e patrimoniale. “Evidenti e gravissime – è scritto nella delibera di indirizzo, approvata dalla giunta il 20 maggio scorso, che dà mandato all’assessore De Nigris per il deposito della denuncia – appaiono le irregolarità commesse dai precedenti amministratori e dirig…

Marano. Esproprio irregolare, cronistoria della vergognosa vicenda Palazzo Giudice di Pace: le scale d’emergenza costarono circa 100mila euro

Esproprio irregolare, finanziamento a rischio: è un’opera senza pace quella in piazza Escrivà”.Così titolava a ottobre 2012 il giornale l’attesa che affrontò nei minimi dettagli, avendone già parlato fin dal 2017,  la vicenda dell’esproprio irregolare del terreno dove venne costruito l’attuale edificio del Giudice di Pace, evidenziando tutti i coni d’ombra. Non fummo ascoltati. Le due scale di emergenza costarono circa 100mila euro e non avevano ancora le barriere metalliche di protezione:  importo che sarebbe stato inserito nel quadro economico dei lavori di ristrutturazione dell’ex Pretura, oggi sede degli uffici comunali. Me ne parleremo a parte. Ora, per avere un quadro chiaro della questione, leggetevi attentamente l’articolo pubblicato dal periodico l’attesa nel 2012
Una brutta gatta da pelare quella dell’attuale sede della sezione distaccata del tribunale di Napoli di piazza Josemaria Escrivà. L’immobile era destinato, originariamente, ad accogliere il Centro per l’impiego. Il…

Calvizzano, messa all’aperto nell’area Villaggio Di Dio di via Galiero all’insegna della massima sicurezza

Il parroco don Ciro: “dobbiamo salvaguardare il popolo, non possiamo far finta di niente”

La sanificazione curata dalla ditta Ecologica Sud dell’imprenditore Bruno Cesaro




 Misurazione della temperatura all’ingresso

Disinfezione igienica delle mani


Sempre presenti i volontari: Salvatore Salomone (detto Sasy), tecnico del suono; Nicola Sensale, l’uomo delle dirette facebook; il Gruppo San Giacomo che cura efficacemente il servizio d’ordine





Franca Viola, una storia di coraggio e di emancipazione: fu la prima donna italiana a rifiutare il matrimonio riparatore

Divenne simbolo della crescita civile di Alcamo, il suo piccolo paese intriso di usanze medievali, e dell’Italia nel secondo dopoguerra, la stessa crescita civile, sociale e politica, che auspica per i nostri territori l’autore dell’articolo Gennaro GB Ricciardiello. Paragone azzardato? Il preambolo in maiuscolo nasconde un messaggio sublimale ben preciso…  




C’ERA UNA VOLTA UN PICCOLO PAESE DEL SUD IN CUI LE COSE ERANO SEMPRE ANDATE ALLO STESSO MODO E TUTTO SEMBRAVA SCANDITO DA UN DESTINO INELUTTABILE. LE CHIAMAVANO “TRADIZIONI” MA IN EFFETTI, ANCHE SE NESSUNO SE NE RENDEVA CONTO, ERANO REGOLE BARBARICHE INTRISE DI USANZE MEDIEVALI, DI SOPRUSI E SPESSO DA ATTEGGIAMENTI MAFIOSI.
POI UN GIORNO ACCADDE QUELLO CHE NESSUNO SI ASPETTAVA: UNA DONNA, ANZI UNA RAGAZZA SI RIBELLÒ ECAMBIÒ LA STORIA PER SEMPRE DIMOSTRANDO CHE LA RASSEGNAZIONE È SOLO UNO STATO D’ANIMO DI CHI NON SI DECIDE A PRENDERE IN MANO IL PROPRIO DESTINO, DA QUEL GIORNO IN QUEL PAESE E IN TUTTA L’ITALIA LE COSE CAMBIARONO.
IN…

Operazione Marano Sicura, Polizia municipale in strada fino a mezzanotte

Nell'ambito delle operazioni per Marano Sicura, Polizia Municipale in strada fino alla mezzanotte per garantire il rispetto delle misure previste dai vari DPCM e Ordinanze Regionali relativamente all'emergenza COVID 19. In particolare pattugliate le zone di maggior concentramento dei giovani, facendo garantire il rispetto delle misure di distanziamento e l'uso delle mascherine ai tanti giovani e giovanissimi presenti in prossimità di locali e chioschetti. Alle ore 23:00, gli uomini del Comando di Corso Europa verificavano l'effettiva chiusura  dei bar, delle gelaterie e grafferie del territorio comunale in ossequio a quanto disposto dall'Ordinanza regionale n.49 del 20.5.2020. Il Comandante della Polizia Municipale, Cap. B.A.Costa, invita tutti i cittadini  al rispetto delle misure di prevenzione predisposte al fine di evitare la risalita della curva del contagio e poter finalmente superare questa fase emergenziale.
COMUNICATO STAMPA

Calvizzano. Dipendenti GPN in agitazione, rallenta la raccolta rifiuti

Stato di agitazione del personale della GPN, la ditta che gestisce da poco più di un anno  il ciclo integrato dei rifiuti in città. Pare che alla base della protesta ci sia la mancata erogazione delle spettanze mensili. Ciò ha comportato un rallentamento dei servizi erogati alla città. Eppure il Comune di Calvizzano paga regolarmente i canoni mensili alla società di Sant'Antonio Abate che gestisce la raccolta e il trasporto dei rifiuti in diversi Comuni della provincia napoletana tra cui Quarto, dove i dipendenti, a fine ottobre 2019, si mobilitarono perché vantavano mensilità arretrate. Calvizzano, in passato, non ha mai avuto cumuli di immondizia per strada, neanche quando gli Stir sono stati chiusi per diversi giorni, ecco perché i cittadini auspicano una rapida soluzione  delle problematiche lavorative, per evitare ulteriori azioni di protesta che potrebbero avere serie ripercussioni sull’erogazione del servizio e creare problemi di ordine pubblico.
Approfondimento A marzo scors…

Il poliedrico attore maranese Sasà Trapanese nel 1992 fu protagonista di un lungometraggio televisivo sul grande tenore napoletano Caruso

Il periodico “ideaCittà” gli dedicò un servizio speciale e lo intervistò
L’articolo datato novembre 1992 a firma di Silvana Aricò

Sasà Trapanese, giovane attore trentaseienne (in questi giorni ha festeggiato il suo 64esimo compleanno), scapolo, originario di Piscinola, abita a Marano da diversi anni, dalla sua adolescenza. Ed è qui che fa ritorno dopo le sue lunghe tournée per riposarsi, circondato dal calore e dall’affetto della sua famiglia. Secondo di sette figli. Il padre e infermiere, ora in pensione, la madre, a lui tanto legata, per anni ha gestito un “coloniali” in via Isonzo n.11. In questi giorni Sasà ha compiuto un “miracolo”: far rivivere Caruso. Questo, non solo all’enorme somiglianza al grande tenore napoletano. Nel ruolo, Sasà è apparso a suo agio, si è dedicato con serietà e amore al personaggio. Scrive di lui l’illustre filologo e studioso carusiano prof. Umberto Ricci: “Sono rimasto impressionato dalla somiglianza del protagonista Trapanese con Caruso. L’abbigliamento, l…

Il dramma degli alunni diversamente abili alle prese con la didattica a distanza, prof. Izzo: “ l’isolamento porta questi ragazzi speciali all’apatia verso la vita”

In questa fase di didattica a distanza, gli alunni "speciali", quelli con qualche difficoltà psicofisica, stanno vivendo un vero o dramma. A questi alunni in un baleno gli sono stati tolti i punti di riferimento quali erano l'ambiente scuola, le relazioni sociali e le interazioni psicologiche. Inoltre, lo stare tutti i giorni su strumenti informatici fa sì che questi ragazzi si isolano sempre di più, assumendo un vero e proprio spettro autistico che, nell'ultimo periodo, è in crescita esponenziale. Proprio quest'ultimi sono i soggetti maggiormente indeboliti dalla didattica a distanza, e, in molti casi, si sono aggravati per la dipendenza dagli strumenti informatici, che per loro sono poco indicati, in quanto, questi soggetti devono essere invogliati continuamente allo sviluppo all'interazione e alla vita sociale. L'isolamento porta questi ragazzi all'apatia verso la vita attiva, e nei casi più gravi alla depressione, con conseguente regressione intel…

Calvizzano, iniziata pulizia angolo sversatoio via Di Vittorio-via Eduardo De Filippo: verrà completata in settimana

Ce lo ha riferito il maggiore Chiariello, comandante della Polizia locale di Frattamaggiore e sovraordinato all’Ambiente al Comune di Calvizzano

Ma cosa fare per evitare che il problema degli sversamenti illegali si riproponga in continuazione?

Invitare il proprietario del vasto appezzamento di terreno angolo via Di Vittorio a osservare l’ordinanza sindacale 2158/2013 a firma dell’ex sindaco Salatiello, più volte ripubblicata sul sito istituzionale. Deve provvedere a effettuare i relativi interventi di pulizia mantenendo condizioni tali da non accrescere il pericolo per l’incolumità, l’igiene pubblica e il pericolo di incendi, procedendo a: taglio dell’erba e rimozione dello sfalcio nonché dei rifiuti, regolazione delle siepi, taglio di rami e delle alberature

e delle piante, nonché estirpo dell’erba lungo i relativi muri di cinta per tutta la loro lunghezza. Nel caso specifico il fondo andrebbe anche recintato sul lato via Eduardo De Filippo per evitare il facile accesso.

Intervenire pre…

Calvizzano, cane trovatello salvato dal titolare del bar “Le Bistrot”

Sbucato all’improvviso su via Sandro Pertini (nei pressi della rotonda) stava per essere investito da un’ auto

Marano, in passato la marcia contro la camorra nel giorno della strage di Capaci era un appuntamento fisso: poi si è man mano dileguata

Le iniziative si sono svolte dal 1997 fino al 2007, durante il periodo in cui è stato sindaco Mauro Bertini e i primi anni della consiliatura Perrotta, poi man mano, sono andate scemando
Dal periodico L'attesa  









Strage di Capaci 28 anni dopo, il prof. Izzo: “ci stringiamo a tutti gli uomini caduti per la difesa di valori inalienabili”

Oggi ricorre l'anniversario della morte di Giovanni Falcone e della sua scorta per mano di bestie mafiose, e, contestualmente, la nascita della cittadinanza attiva. La morte crudele del giudice simbolo della lotta alla mafia, e più in generale del malaffare politico-mafioso che dilagava in Italia, scosse le coscienze e fece partire una lotta socio - culturale contro le mafie, con grossi risultati nel campo della repressione, e della cultura della legalità. Molto ancora c'è da fare nel contrasto alle cosche mafiose, camorristiche, della ndrangheta e della illegalità in generale che, ancora come un cancro, attanagliano il tessuto socio - culturale - politico italiano. Ma nel nome del giudice Falcone, dei suoi colleghi, dei tanti uomini delle forze dell'ordine, dei tanti giornalisti morti per difendere la legalità e la civile convivenza, le nuove generazioni come spesso diceva Falcone sconfiggeranno le mafie. In questo giorno di lutto e di riscossa per l'Italia ci stringi…

Marano, il leghista Baiano contro sindaco e amministrazione: “invece di aumentare le tariffe dell’acqua pensate a intensificare la lotta agli allacci abusivi e ad eliminare le perdite idriche

La nota al vetriolo
Cari amministratori locali, la città di Marano in questi mesi, così come il resto d’Italia e del Mondo, sta vivendo una situazione particolare, inusuale e mai verificatasi prima. In queste settimane sto raccogliendo numerose istanze di cittadini e segnalazioni su cose che quest’amministrazione dovrebbe chiarire quanto prima per non abbandonare a sé stessi i cittadini e farli brancolare nel buio, in particolare mi riferisco alle bollette dell’acqua: i cittadini non riescono a spiegarsi perché l’ammontare da pagare risulti essere così alto, non tutti seguono le dinamiche del consiglio comunale e quindi non sanno che il nostro ‘’carissimo Assessore Nobler’’ ha ben pensato di aumentare le tariffe dei tributi portandole agli importi massimi. Inviterei chi di dovere a rasserenare quanto prima i maranesi, soprattutto in questa fase in cui è veramente difficile mettere persino il piatto a tavola, prevedendo maggiore flessibilità nel pagamento delle bollette dando loro la po…

Emergenza Covid, senza sosta l’impegno della Protezione Civile di Marano

La Protezione civile di Marano di Napoli, incardinata nel settore Polizia Municipale, è stata impegnata in molteplici attività volte a coadiuvare gli organi comunale ed a prestare assistenza alla cittadinanza. Nelle prime fasi di chiusura, allorquando era maggiore la confusione e l’incertezza per comportamenti da seguire, una costante attività di informazione e sensibilizzazione ed incoraggiamento è stata posta in essere mediante avvisi vocali itineranti sull’intero territorio cittadino affiancata da un opera di dissuasione di comportamenti errati nei punti maggiormente sensibili (uffici postali, uffici bancari, supermercati alimentari); Appena si è riusciti a reperire i necessari DPI, per volontari di Protezione Civile è stato possibile impegnarsi in attività maggiormente operative Numerose sono state le consegne di generi alimentari o farmaci a domicilio per le famiglie in difficoltà o per coloro che erano in quarantena fiduciaria. Importante e decisivo è stato l’ausilio prestato alle s…

Mugnano, Fase 2: il sindaco Sarnataro ottiene la riapertura pomeridiana dell'ufficio postale di via San Lorenzo

Il sindaco Sarnataro ottiene la riapertura pomeridiana dell'ufficio postale di via San Lorenzo. Dopo due missive, la dirigenza di Poste Italiane ha accolto l'appello del primo cittadino e deciso di tenere nuovamente aperto, a partire da lunedì 25 maggio, l'ufficio fino alle 19 con orario continuato. "Ci siamo fatti rispettare - dichiara il sindaco Luigi Sarnataro - Ora avremo meno file e assembramento all'esterno dell'ingresso e l'utenza potrà effettuare le operazioni nell'arco dell'intera giornata. Invito, quindi, i cittadini a sfruttare questa possibilità e a non recarsi alle poste unicamente di mattina. Il prossimo passo deve essere la riorganizzazione degli spazi interni così da poter aprire tutti gli sportelli garantendo la distanza di un metro tra gli operatori".
Comunicato stampa

Rifinanziato il fondo di solidarietà alimentare per i Comuni: “ora date priorità agli indigenti esclusi dalla prima fase dei buoni spesa”

Ammonta a 400 milioni il reintegro dell’apposito fondo da ripartire tra i Comuni., finalizzato all’erogazione dei buoni pasto e derrate alimentari a favore dei soggetti deboli individuati in collaborazione con i servizi sociali. Questo quanto previsto dal Dl rilancio che richiama nei contenuti l’ordinanza del Dipartimento Protezione civile 658/2020 che aveva stabilito uno stanziamento iniziale di 400 milioni di euro a titolo di anticipazione, nelle more del successivo reintegro con provvedimento legislativo. Il Dl rilancio, dunque, conferma quindi il sostegno ai Comuni che hanno avviato le misure di solidarietà nella prima fase dell’emergenza a fronte della grave crisi di liquidità che ha colpito i cittadini. Resta fermo, in base a quanto già previsto dall’ordinanza, la possibilità di incrementare le risorse tramite donazioni su conti correnti dedicati alle quali potranno applicarsi le detrazioni e le deduzioni per le erogazioni libere legate all’emergenza Covid (art. 66 del Dl 18/20).…

Calvizzano, approvato il regolamento per l’utilizzo e la gestione degli impianti sportivi comunali: imminente il bando per l’affidamento in concessione del “Palaraffaella”

Con delibera commissariale del 19 maggio 2020 è stato approvato il regolamento per l’utilizzo e la gestione degli impianti sportivi comunali: Campo di calcio Italia di via Caduti di Superga, Campi da tennis (“Spazio Tennis” di via Aldo Moro), Palaraffaella di via Caduti di Superga. Nelle more che venga ristrutturato il campo sportivo e sistemata l’area degradata dei campi da tennis, è stato demandato al responsabile del terzo settore (Lavori Pubblici, Patrimonio e Manutenzione), ing. Lorenzo Tammaro, il compito di pubblicare il bando per l’affidamento in gestione pluriennale, per una durata di almeno cinque anni, del Palazzetto dello Sport, denominato Palaraffaella. Appena verrà emanato il bando pubblico ve ne daremo contezza. Il regolamento è composto da 36 articoli e 3 allegati: è visionabile sul sito web del Comune. Sostituisce quello approvato con delibera commissariale del 24 luglio 2018 che, contestualmente, abrogava il regolamento dell’utilizzo del Palaraffaella con determinazi…

Elezioni regionali e comunali, al 90% si vota il 12-13 settembre

Le possibili date per l'election day che comprenderebbe elezioni amministrative, regionali e referendum sul taglio dei parlamentari potrebbero essere quelle del 13 e 14 settembre. La notizia è stata diffusa ieri dall'agenzia Adnkronos e ripresa da diversi siti online. E’ solo un’ipotesi però: non c’è ancora l’accordo tra le forze politiche. Le Regioni che torneranno al voto nel 2020sono  CampaniaLiguriaMarchePugliaToscanaVeneto e Valle D'Aosta.   Con un dl ad hoc, causa emergenza Covid-19, la scadenza delle amministrazioni regionali e comunali (81 quelli campani chiamati al voto) interessate è stata prorogata di 3 mesi.

Imu, in situazioni particolari (la pandemia lo è) i Comuni possono stabilire il differimento dei termini di versamento

Sull’acconto Imu del 16 giugno che vale circa 10 miliardi il governo si limita a cancellare la rata per alberghi e strutture turistiche solo quando proprietario e gestore coincidono. Valore della misura:203 milioni. E il resto? Tocca ai Comuni che possono spostare la rata anche se è fissata dalla legge. Perché la legge (comma 777 della manovra 2020) contempla anche l’ipotesi di proroghe locali “ in situazioni particolari”. E un blocco economico da pandemia lo è. Facile, no? Fino a un certo punto. Perché la norma dà ai regolamenti locali la possibilità di prevedere la proroga. Se il regolamento non lo prevede, può intervenire una delibera da approvare in Consiglio comunale. Altrimenti basta la giunta. Che si deve però rivolgersi al Consiglio se preferisce una disposizione temporanea di interessi e sanzioni. Ma il differimento – come riportato sul noto quotidiano economico “Il Sole 24 Ore” deve fare i conti anche con le casse comunali, e non tutti i contribuenti hanno subito danni dalla…