Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2017

Attrici si nasce e Maria Rosaria Trinchillo “modestamente lo nacque”

Chi vede e ascolta per la prima volta Maria Rosaria Trinchillo si rende subito conto di trovarsi di fronte a un’attrice, sia per la parlantina incredibilmente sciolta che per la particolare gestualità . Sulla scena, infatti, si muove con disinvoltura conquistando sempre la simpatia del pubblico. Lo ha fatto in “Bacco, Tabacco e Venere, Cose e Pazz”, la commedia dei Nuovi Giullari replicata ben 4 volte al teatro Alfieri di Marano, dove Trinchillo era una delle clienti della tabaccheria.  Ha 51 anni, un figlio, ha iniziato a recitare nel ’91 nel teatro della parrocchia di Calvizzano, insieme ad Antonio Furiano, colui che l’ha poi voluta nella compagnia dei “Nuovi Giullari. Trinchillo, recentemente, alla seconda rassegna teatro amatoriale, “Il Giullare d’Oro” ha ricevuto il premio come migliore caratterista femminile, nello spettacolo  “Don Pascà fa acqua ‘a pippa”, portato in scena dalla compagnia “La Boccaccia”, con la seguente motivazione: perfettamente calata nel ruolo assegnatole, ha…

"(In)canti", il 1 giugno il concerto delle scuole nel Cortile del Miur: all’evento parteciperà anche il coro “Vox Inside” dell’Istituto Levi di Marano

Torna l’appuntamento annuale con il concerto di fine anno delle scuole nel cortile della Minerva, il cuore del Palazzo dell’Istruzione, a Roma. Giovedì 1 giugno, a partire dalle 9.30, si esibiranno le vincitrici e i vincitori del Concorso musicale “Indicibili (In)canti” nell’ambito della Settimana della musica a scuola. Ci saranno soliste e solisti, come il piccolo Davide, talento della tromba già a 9 anni. Si esibiranno le orchestre, come quella dei “Pollicini”, formata dalle alunne e dagli alunni di 37 scuole venete. Ma anche i cori, come quello delle voci bianche della Scuola per l’Europa di Parma. All’evento parteciperanno la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli e il Presidente del Comitato Nazionale per l’apprendimento pratico della musica per tutti gli studenti, Luigi Berlinguer. Sul palco affiancheranno le ragazze e i ragazzi i Maestri Peppe Servillo, Paolo Damiani, Danilo Rea, Rosario Giuliani. La kermesse musicale sarà presentata da Raffaella…

Istituto Levi Marano, “Vox Inside” è il miglior coro scolastico d’Italia

La notizia è ufficiale ed è riportata sul sito del Miur: "Vox Inside", il coro dell’Istituto psico-pedagogico Carlo Levi di Marano è il migliore d’Italia.  L’amore per il canto, il piacere di stare insieme e il forte senso di trasmettere sentimenti ed emozioni sublimi, sono gli ingredienti che accomunano i giovani coristi. Nato sette anni fa, per volontà della valente preside Maria Scanu, le attività del coro anche quest’anno sono proseguite a pieno ritmo, grazie anche all’impegno del nuovo dirigente scolastico Francesco Porcelli. Il gruppo musicale è composto da 20 elementi e si rinnova ogni inizio anno scolastico, con l’inserimento di nuovi ingressi (selezionati in base alle attitudini musicali): vanno a sostituire ragazzi e ragazze delle quinte che vanno via. Il coro è diretto da Laura DelGaiso, professoressa di Educazione Fisica, ma diplomata in pianoforte e ottima intenditrice di musica. Il rumeno Daniel funge da fonico.

A Calvizzano è sempre più difficile fare informazione

Ma noi non ci arrendiamo: per quanto ci riguarda, seguiamo il vecchio detto “O’napulitan s’fa sicc’, ma nun mor!

La preside ci vieta di fotografare singolarmente i vincitori del quiz televisivo “C’era una volta”, lo storico programma di Teleclubitalia dedicato alle fiabe del Basile: eppure sarebbe stato bello scrivere un articolo e intitolarlo “ecco inostri campioni”, menzionandoli uno per uno con classi e sezioni. Don Ciro (che continuiamo sempre a stimare e a voler bene per quello che fa) invia il comunicato solo all’amministratrice di “Sei di Calvizzano se..”, Yvette Laudani (da noi super stimata per l’equilibrata gestione del gruppo social che dirige) per annunciare che dal 3 luglio inizierà il Villaggio di Dio, senza avvisare, contestualmente, l’unico sito che parla di Calvizzano (le altre testate ignorano completamente la nostra città, a meno che non accada qualche episodio di cronaca nera). Forse gli sarà sfuggito. Tentano di rubare al Comune, forzando la cassaforte della segre…

Calvizzano. Villa comunale, finalmente ci siamo: prevista per il 5 giugno l’ inaugurazione della struttura costata circa 2milioni di euro

Con i soldi spesi (poco meno di 2milioni di euro) per la “villa degli errori”, pardon “Calvisia”, si sarebbe potuto costruire un mega parco urbano. Tanti gli sbagli commessi dalle due amministrazioni (quella Granata e quella Salatiello) che hanno accompagnato l’iter dell’importante opera pubblica (ne parleremo più dettagliatamente in seguito). Al taglio del fatidico nastro, previsto per lunedì 5 giugno, ore 11, oltre al sindaco, Giuseppe Salatiello, interverranno il sindaco di Napoli e della Città Metropolitana, Luigi De Magistris, e il consigliere metropolitano Domenico Marrazzo.  La tempistica da noi prevista (primavera inoltrata) è stata rispettata alla lettera, contrariamente a quella  annunciata dall’amministrazione (termine lavori entro dicembre 2016) attraverso manifesti fatti affiggere in città a luglio 2016.  
Sotto al manifesto che annuncia l’inaugurazione del complesso pubblico è scritto a caratteri cubitali “Un’altra promessa mantenuta”. Quale? Mica l’opera pubblica era pr…

Calvizzano, singolare protesta dello scrittore Fabrizio Ciccarelli davanti al Polifunzionale di prossima inaugurazione: “per me sarà sempre villa “Francesco Davide”

Inscena una singolare forma di protesta pacifica, facendosi fotografare davanti al polifunzionale di via Nenni di prossima inaugurazione.  Sul cartoncino mostrato dal poeta-scrittore Fabrizio Ciccarelli (il suo successo letterario, “Torno da Turista”, è stato esposto al Salone Internazionale del libro di Torino) al giornalista di calvizzanoweb c’è scritto: “Per me sarà sempre così…Villa Francesco Davide, Mai Più detto Spellicchione”. Ciccarelli, insieme a tanti altri intellettuali e politici calvizzanesi, aveva sposato fin dall’inizio l’idea rivoluzionaria, lanciata a novembre scorso dal blog calvizzanoweb, di intitolare la villa ai più deboli della società, tra i quali spiccava la figura di Francesco Davide (mai più Spellichione). Lo scrittore inviò pure una lettera al nostro blog, che pubblicammo in prima pagina, motivando le ragioni della sua scelta. La riproponiamo. “Quante volte non facciamo le cose che vorremmo per “paura” della reazione degli altri? Ecco la timidezza. Questa volt…

Calvizzano, tentativo di furto al Comune: qualcosa non quadrerebbe

Assumerebbe i contorni di una spy story il tentativo di furto al Comune di ieri notte. Siamo sicuri che i ladri, entrati nella stanza della segretaria comunale per aprire la cassaforte, cercassero davvero le carte d’identità? Dalle indiscrezioni trapelate sarebbero stati incendiati anche alcuni documenti. Se le voci dovessero trovare riscontro e fondatezza, verrebbe anche da chiedersi per quale motivo sarebbe dovuta sparire tale documentazione? Invece è più probabile l’ipotesi che cercassero davvero le carte d’identità, poiché, recentemente, ne sarebbero state acquistate 500, come risulta dalla determina 15 pubblicata ieri sul sito istituzionale. Perlomeno così si capisce. Ecco quanto scritto: “…Vista la determina n.4 del 16-02-2017 con la quale è stata impegnata la somma di 880 euro per l’acquisto di 2mila carte d’identità; ritenuto che si rende necessario l’acquisto di una parte delle suindicate carte d’identità, nella misura di 500, al costo di 220 euro Determina per le motivazioni…

Calvizzano, tentativo di furto al Comune: aperta la cassaforte della segretaria

Stanotte i ladri sono entrati nel Municipio e, utilizzando la fiamma ossidrica, hanno aperto la cassaforte custodita nella stanza della segretaria comunale, Maria Clara Napolitano. Probabilmente erano alla ricerca delle carte d’identità, ma non hanno trovato niente.

Marano, al teatro Alfieri cala il sipario su una stagione d’oro

I rappresentanti di tutte le compagnie amatoriali cantano una canzone inedita scritta e arrangiata dal maestro Mario Simeoli
Al teatro Alfieri cala il sipario su una stagione veramente da incorniciare. Tutte serate sold out quelle durante le quali si sono esibite le nove compagnie inserite nel cartellone professionistico. Altre 10 compagnie (11 spettacoli), invece, si sono contese  il premio “Il Giullare d’Oro” nella seconda rassegna teatro amatoriale sponsorizzata dalla FITA. Vanno aggiunti un laboratorio di cabaret gratuito, diretto dal vulcanico Ugo Crispino (creato il format “Terra dei Comici”, esportato in tutta Napoli e provincia), un corso di recitazione tenuto dalla brava ed esperta attrice professionista Lidia Ferrara, allieva del grande Eduardo De Filippo. E’ stato replicato ben quattro volte lo spettacolo dei Nuovi Giullari, “Bacco, Tabacco e Venere, Cose E Pazz” e due volte quello di Antonello Rondi “Qui fu Napoli”. La sala di via Tagliamento, inoltre, viene utilizzata dall…

Marano. Seconda rassegna teatro amatoriale, con gli ospiti una serata ricca di emozioni: ricordata la figura di Anna Occupato, colei che volle fortemente il teatro Alfieri

Clicca e non te ne pentirai
Nel corso della serata è stata ricordata la figura di Anna Occupato, la segretaria dell’Alfieri con l’amore per il teatro. Fondò una compagnia teatrale nella quale hanno mosso i primi passi tantissimi attori maranesi. Omaggiata con un mazzo di rose (consegnatole dal figlio del maestro Mario Simeoli) Dora Occupato, validissima costumista (è in procinto di essere assunta alla Rai), figlia dell’attrice scomparsa. “Era una donna semplice ma decisa – ha detto Furiano – : è stata la prima a calcare le scene di questo teatro,  voluto fortemente da lei tanti anni fa. Ora ci guarda da un posto migliore di questo e sarà sicuramente contenta che in questa struttura si continui a fare teatro”.  
 Emozionante
Maestra Rusciano 
Hip Hop bimbi
Poesia attore Riccio

Marano, si è conclusa alla grande la seconda rassegna teatro amatoriale “Il Giullare D’Oro”

Organizzata dall’associazione dei “Nuovi Giullari” in collaborazione con la F.I.T.A. (Federazione Italiana Teatro Amatoriale

Si è conclusa con gran successo la seconda rassegna teatro amatoriale “Il Giullare d’oro”, alla quale hanno preso parte 10 compagnie dilettantistiche (11 spettacoli) che si sono esibite all’Auditorium Alfieri  nel periododicembre 2016 -maggio 2017. Il Gran Galà finale, svoltosi nel rinnovato e rilanciato teatro di via Tagliamento, è stato condotto magistralmente dall’ anchorman teatrale Antonio Furiano (attore, regista, presentatore, impresario teatrale e chi più ne ha più ne metta), affiancato da un’elegante Mery Esposito, brava, bella e giovane attrice-cabarettista maranese, meglio conosciuta come “regina dei social”. Durante la serata si sono esibiti i giovanissimi allievi della campionessa dibreak dance e hip hop, Rossella Rusciano (calvizzanese), che si allenano in una palestra di Marano, l’attore-poeta Rosario Riccio (abita a Calvizzano, ma è vigile urbano…

Calvizzano. Intervista a Gennaro GB Ricciardiello, lo “scrittore-contadino”

Gennaro Ricciardiello, imprenditore agricolo con grande amor sacro per la terra e per Dio, non ha pubblicato alcun libro, ma un giorno potrebbe benissimo farlo, poiché, oltre a saper scrivere, ha grandi qualità descrittive. Racconta i fatti con dovizia di particolari, scrivendo in maniera  fluida, pulita e, nel contempo, trasmette particolari emozioni. Siamo contenti di averlo scoperto    
Chi è Gennaro Ricciardiello?

Sono di Calvizzano, anche se sulla C.I. c’è scritto “nato a Mugnano”, come tutti quei Calvizzanesi venuti alla luce nel fu reparto maternità della Clinica dei Fiori.
Ho 52 anni, sono sposato, ho due figli, come professione dovrei scrivere “Imprenditore Agricolo” … ma sarebbe una sciocchezza perché sono un contadino.
Titolo di studio, Licenza media inferiore: ho frequentato per un anno un istituto professionale per l’agricoltura, poi, siccome ero molto ottimista verso il prossimo, pensai che non era necessario un titolo di studio rilasciato su un pezzo di carta per certi…

Calvizzano, approvato in giunta il preliminare di Puc

Piano urbanistico comunale, un altro grosso passo avanti: il 26 maggio scorso sono stati approvati in giunta sia il preliminare di puc (la presa d’atto della proposta di puc fu approvata il 23 dicembre 2016)  che il rapporto ambientale, la cosiddetta Vas. Prossimo passo è l’approvazione, sempre in giunta, del progetto definitivo di piano (contiene la disciplina tecnica di dettaglio e le norme di attuazione), dopodiché scatterà la fase delle osservazioni che dura sessanta giorni. Osservazioni che saranno prima valutate dal progettista e poi inviate all’amministrazione che, entro trenta giorni, dovrà approvarle o rigettarle. Il piano sarà sottoposto di nuovo al vaglio degli organismi sovraordinati (Città Metropolitana, Autorità di Bacino, ecc.) per il parere definitivo. Dulcis in fundo, ritornerà al Comune per essere approvato definitivamente in Consiglio comunale. Se non dovessero esserci contrattempi, si prevede che entro dicembre prossimo il nuovo strumento urbanistico dovrebbe esser…

Calvizzano saluta e ringrazia il suo amato viceparroco don Paolo che “ritorna da San Francesco”. La comunità commossa: “perdiamo una grande guida spirituale”

Ieri sera,  in un clima di grande commozione (tante persone non hanno saputo trattenere le lacrime, a partire dal parroco don Ciro), la comunità religiosa di Calvizzano ha salutato  il vice parroco don Paolo che ritornerà a indossare il saio di frate francescano in un Comune della penisola sorrentina. Suggestiva  è stata la cerimonia, allietata da canti dei giovani del coro parrocchiale. Non sappiamo quali siano state le motivazioni che lo abbiano spinto a prendere una decisione del genere. Da frate francescano ha già vissuto una lunga esperienza nell’ordine dei frati minori anche nel convento di Santa Maria degli Angeli a Marano. Di lui si dice che è un prete “integralista” nel senso che la sua vita è tutta basata sull’applicazione del Vangelo.Pare che il suo nuovo percorso inizi da frate eremita. Ha 42 anni ed è di San Giorgio a Cremano. E’ uno sportivo, un super tifoso del Napoli, ed ha anche grande senso dell’humor. E’ una persona umile che fa il suo lavoro in silenzio, una vera g…

Street View a Calvizzano anni ’70

E’ un capolavoro che si legge tutto d’un fiato
Google mi ha chiesto una collaborazione lavorativa, per questo mi ha fornito un aggeggio molto tecnologico: un casco su cui è montata una macchina fotografica particolare che fotografa i posti dove si cammina… ma con la particolarità di riprodurre l’immagine di quel luogo negli anni ’70.
Ho accettato l’incarico e non vedo l’ora di provarlo, allora indosso subito il casco e, di colpo, non sono più Gennaro Gb Ricciardiello,  ma o’ figlio e “Rafel o’ Mancin”, chill ca ten a terra a Nocelleto: sotto il mio sedere mi ritrovo la bici usata che mio padre mi comprò da “zì Rabbiel e Cutenon”. Allora prendo e parto, esco dal “Luoco” dove sono nato  e ho trascorso i miei primi 20 anni in via Vittorio Emanuele. Il “luoco” è la denominazione delle classiche costruzioni dell’epoca con un portone d’ingresso, le abitazioni intorno e uno spazio centrale, nei luochi le case potevano essere anche poche, ma raramente erano poche le famiglie che vi abitavano.