Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2020

Calvizzano, la tensostruttura della “vergogna”: ancora non appaltati i lavori per metterla in funzione

I vecchi lavori vennero appaltati nel 2008 (ultimo periodo amministrazione Pirozzi) ed eseguiti durante la consiliatura Granata. Vennero investiti 140mila euro
E’ trascorso oltre un anno dall’approvazione della relazione di fattibilità tecnica ed economica della tensostruttura (det. 461 del 28-12-2018), ma non sono ancora partiti i lavori di adeguamento funzionale della tensostruttura, l’opera pubblica emblema della disfatta di una classe politico-amministrativa inefficiente e inefficace, costata circa 140mila euro e mai utilizzata sia dalla scuola che dalle associazioni sportive locali. Con i commissari straordinari era arrivata l’importante decisione per scrivere la parola fine a una vera e propria vergogna cittadina. Bisognava solo approvare il progetto esecutivo e bandire la gara d’appalto, visto che i lavori  di adeguamento funzionale per opere edili ed impianti area pertinenziale della struttura sono stati finanziati con fondi del bilancio comunale per la somma di 57mila800 euro …

Calvizzano, nel 2009 l’ex sindaco Pirozzi e il suo fido assessore Migliaccio impedirono l’inaugurazione della tensostruttura per mancanza di agibilità

Giusto non aprire una struttura se mancano le certificazioni. La sicurezza è fondamentale. Nulla da eccepire sul loro comportamento: esercitarono il loro ruolo di oppositori a Granata. Sorge, però, spontanea la domanda: come mai Pirozzi, da consigliere di opposizione durante la consiliatura Salatiello, non si accertò, muovendo lo stesso tipo di protesta, se la villa comunale, ai tempi dell’inaugurazione, fosse stata collaudata, se il mercato rionale era a norma, se il corpo della scuola elementare compreso la palestra avesse avuto l’agibilità, eccetera, eccetera…?  

Riproponiamo l’articolo apparso sul nostro blog a ottobre 2009 cosi ognuno potrà farsi la sua idea
A scuola si erano già organizzati: l’accoglienza di una delegazione di circa 200 ragazzi del Marano Spot Festival sarebbe dovuta avvenire nella tensostruttura appena realizzata e ubicata nel piazzale della media Polo. Per il Comune sarebbe stata anche l’occasione buona per celebrare la cerimonia inaugurale della nuovissima stru…

Marano, la parabola discendente del sindaco più longevo di Marano: dal 30 gennaio agli arresti domiciliari con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa

L’on. Andrea Caso dei 5 Stelle (nel 2011 si candidò con “Città in Movimento”, lista che appoggiava Mauro Bertini sindaco): “La magistratura vada avanti, siamo con lei”. Condividiamo: "la giustizia faccia il suo corso e chi ha sbagliato paghi". Il sindaco Visconti: "sono un garantista, aspettiamo i tre gradi di giudizio"
Mauro Bertini è stato Primo cittadino dal 1993 al 2006, poi si è classificato al terzo posto nel 2011, ha sfiorato la vittoria al ballottaggio nel 2013, mentre alle amministrative del 21 ottobre 2018 si è piazzato al quarto posto
1991-2001, un decennio della vita di Marano descritto dall’ottima penna del giornalista-scrittore Antonio Menna

Articolo apparso sul periodico “La Voce della Campania” di settembre 2002
Diecimila metri quadrati di terreno fertile, sottratti alla speculazione edilizia e alla lunga mano dei palazzinari, e donati a sedici pensionati che, a spese del Comune, coltivano un orto e si misurano, anziani e speranzosi, con la vita che nas…

Aniello Nasti (Nello) di Potere al Popolo è il coordinatore del Forum Giovani di Marano

Si è tenuta la prima assemblea del Forum Giovani. Alla presenza dell’assessore alle Politiche Giovanili, Bianca Perna, è stato eletto coordinatore Aniello (Nello) Nasti. Il nuovo coordinatore ha presentato la sua giunta, approvata all’unanimità dai 15 componenti dell’assemblea del Forum, la cui sede è presso Palazzo Battagliese.

Aniello “Nello” Nasti

Nato il 17.11.1997. E’ stato rappresentante d’istituto del liceo Carlo Levi di Marano nell’anno 2016/17 e attualmente laureando in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”.

Sin da piccolo dimostra una spiccata sensibilità verso i meno fortunati partecipando a diverse collette alimentari promosse dalla sua parrocchia di riferimento e promuovendo azioni ed iniziative volte all’inclusione dei giovani più deboli sul territorio di Marano.

Attualmente collabora a titolo gratuito con lo Sportello Legale del Lavoro della Casa del Popolo per aiutare chiunque abbia bisogno di un supporto legale.
Ha un sogno per Marano: render…

Marano, il consigliere di maggioranza Antonio nastro si dimette dalla carica di vicepresidente dell’Assise cittadina

Il Consigliere Comunale del Partito Democratico Antonio Nastro come annunciato nella seduta di Consiglio Comunale tenuta ieri sera ha protocollato in data odierna le proprie dimissioni dalla carica di Vicepresidente del Consiglio Comunale. Afferma – E’ una decisione che ho assunto da tempo dopo una lunga meditazione le mie dimissioni sono irrevocabili. La mia decisione era diventata una doverosa scelta visto i tanti cambiamenti dei gruppi consiliari me compreso con il rientro nel Partito Democratico che mi avevano sostenuto ad eleggermi. Ritengo che coprire il ruolo di vicepresidente del Consiglio Comunale – spiega Nastro – E’ stata una bella esperienza a svolgere i lavori del Consiglio Comunale e soprattutto formativa alla mia prima esperienza da consigliere comunale ringrazio tutti i colleghi di maggioranza e di minoranza che mi hanno dato fiducia nel ruolo che ho rivestito e tutti i cittadini della Città di Marano. Mi auguro che chiunque ricoprirà questo ruolo si dedicherà con impeg…

Calvizzano. Un’altra chicca di storia locale che ci ha inviato il prof. Trinchillo: la “canzoncina” in onore di San Ciro eseguita a Calvizzano tradizionalmente nella Congrega dell’Assunta, in occasione dell’annuale ricorrenza della Novena e della Festa a Lui dedicate. Attribuita al signor Francesco Ricciardiello, alias “Ciccio ‘o Fato-ne”

Nella Comunità di Calvizzano è particolare e speciale il legame del popolo dei credenti con San Ciro, che risale a tempi remoti, e sicuramente almeno coevi all’edificazione della Chiesa che ha sempre ospitato la Congrega dell’Assunta nel nostro Paese, costruita agli inizi del XVIII secolo. Infatti, essendo stata istituita, nel 1693, la ricorrenza annuale della memoria del Santo Medico, Eremita e Martire San Ciro, soprattutto grazie alle sollecitazioni da parte della Compagnia di Gesù, che ne conservava le Sacre Reliquie, essa, presso i nostri avi, trovò immediato riscontro nella sistemazione di una venerata icona del Santo nella nostra Congrega. Le Reliquie di San Ciro erano state trasportate in Italia dall’originario Egitto, fra l’VIII e il IX secolo, ed accolte a Roma, per sottrarle al pericolo della dispersione, al momento dell’islamizzazione dell’intero Nord-Africa. Edificata, poi, la Chiesa del Gesù Nuovo, furono traslate a Napoli, dove divennero presto oggetto di una straordinaria…

Marano, arresti domiciliari ex sindaco Bertini: la nota stampa del Comando Provinciale Carabinieri

In data odierna i Carabinieri del ROS hanno dato esecuzione a un’ordinanza di applicazione di misure cautelari personali emessa, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia della Procura della repubblica di Napoli, dal GIP del locale Tribunale nei confronti di 3 persone (due sottoposte agli arresti domiciliari e una alla sospensione dai pubblici uffici per 12 mesi) poiché indagate, a vario titolo, dei reati di cui agli artt. 110 e 416 bis cod. pen. (concorso esterno in associazione mafiosa) e corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio aggravata dalle finalità mafiose (artt. 319, 319 bise 321 cod. pen. e 416 bis.1 cod. pen), per aver favorito il clan Polverino operante a Marano di Napoli e comuni limitrofi. Il provvedimento restrittivo trae origine da indagini svolte dai Carabinieri del Reparto Anticrimine di Napoli in prosecuzione di quelle che il 24 maggio 2017 hanno portato all’esecuzione di una misura cautelare in carcere e agli arresti domiciliari di 5 persone indaga…

Marano, l’ex sindaco Bertini agli arresti domiciliari

Arrestato  Mauro Bertini, 75 anni, sindaco di Marano dal 1993 al 2006, attualmenteconsigliere di minoranza (ieri sera ha partecipato al Consiglio comunale, terminato  dopo le 22). In manette anche l’imprenditore edile Angelo Simeoli e l’architetto Armando Santelia (dirigente dell’Ufficio tecnico ai tempi di Bertini).  A eseguire le ordinanze di custodia cautelare i carabinieri del Cos coordinati dai magistrati della DDA di Napoli. L’accusa formulata dalla Procura è quella di concorso esterno in associazione mafiosa per conto del clan Polverino. A darne notizia in anteprima il Mattino online

“Per il bene di Calvizzano l’ex consigliera De Vito dovrebbe stare pure lei con Pirozzi”, il pensiero delirante di un commentatore anonimo

Il nostro pensiero: “La rivoluzione sociale passa per la cultura”

Il commento
Io invece commento volentieri grazie per l'assist. Caro Direttore a Calvizzano si possono fare i nomi di tutti passati da una lista all'altra. Nel caso specifico Finalmente Pasquale ha capito che non bisogna disperdere i voti ma stare nella lista vincente, solo così si può fare qualcosa di buono per Calvizzano perché lui è una persona che si impegna anima e corpo e quando prende un impegno lo porta a termine. Poi di che cosa stiamo parlando lui a livello regionale e nazionale si è sempre impegnato per portare voti al PD vedi Cozzolino ultima elezione. A livello locale io vedo il PD come una casta non aprono le porte a nessuno. Mi dispiace tantissimo per Angela De Vito che reputo una persona in gamba ma anche lei dovrebbe capire che se vuole fare qualcosa per Calvizzano dovrebbe stare in maggioranza. La politica Nazionale è un'altra cosa. Io comunque rinnovo la fiducia a Pasquale e lo voterò in qual…

Lella Daliento, comunista d’altri tempi e prima donna consigliere comunale a Calvizzano

Raffaella Daliento, 65 anni, è nata a Francavilla Fontana, provincia di Brindisi, ma ha vissuto a Calvizzano per diversi anni, anche da sposata, fino a quando si è trasferita a Salerno per seguire suo marito Mario De Biase (fratello della famosa preside green Maria De Biase), ex sindaco di Salerno, ex commissario governativo e, fino a dicembre scorso, delegato alle discariche di Giugliano: ha risanato la Resit, la discarica assassina, presso la quale la malavita ha sversato migliaia di tonnellate di rifiuti tossici. Daliento e suo marito Mario, verso la seconda metà anni ’70 inizio anni ’80, hanno frequentato la sezione calvizzanese del partito comunista, all’epoca in cui era segretario il compianto Raffaele Visconti. Insomma, è stata una militante storica del Pci, donna combattiva e dai sani principi morali e politici, come ci hanno riferito coloro che l’hanno conosciuta. Nel 1980 venne eletta consigliere comunale: fu la prima donna a sedere negli scranni dell’Assise cittadina calviz…

Marano, “Dimissioni”: il presidente del Consiglio Paragliola fa rimuovere lo striscione anti-sindaco e scoppia la polemica in aula

La rimozione del manifesto

Il consigliere di minoranza Vincenzo Passariello: “i manifesti sono sempre stati esposti, non capisco l’identificazione dei due cittadini maranesi

Teresa Giaccio: “abbiamo assistito al lancio di oggetti di rappresentanti istituzionali che non sono mai stati richiamati all’ordine… La consigliera di minoranza strappa gli applausi da parte del pubblico

Il presidente del Consiglio comunale Mimmo Paragliola: “ho chiesto di rimuovere i manifesti, non ho allontanato nessuno


Stefania Fanelli della minoranza: “dove devono venire a manifestare il loro dissenso i cittadini se non in Consiglio comunale?”

Il sindaco Visconti: “il manifesto non è offensivo, ma vanno rispettate le regole”