Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2019

Calvizzano, affidati lavori sistemazione e ripristino dissuasori via Baracca e viale della Repubblica

Dopo le lamentele dei cittadini e i numerosi nostri articoli, finalmente al Comune decidono di affidare i lavori di manutenzione, sistemazione e ripristino dei dissuasori stradali di via Baracca e viale della Repubblica. Verranno effettuati dalla ditta De Luca Salvatore di Casal di Principe (iscritta nella White-list della Prefettura di Caserta) per 2mila225 euro oltre iva al 22% per un totale di 2mila714,50 euro. Gli ultimi lavori di ripristino e messa in opera dei paletti in ferro solo di via Baracca furono affidati il 28 ottobre 2014 e liquidati per una somma di 1.752,58 euro oltre iva (totale 2mila137 euro) il 18 novembre 2014 (dopo 20 giorni) alla ditta SAFI-FER di Immacolata Agliata con sede in via Maioni a Qualiano, impresa iscritta nell’elenco dell’epoca dei fornitori e delle ditte di fiducia dell’amministrazione. L’ultimo aggiornamento dell’elenco venne effettuato nel 2016.

“La luce del buio”, nelle librerie l'ultimo lavoro della scrittrice Teresa Micillo

La giovane scrittrice e illustratrice è originaria di Mugnano, da diversi anni vive a Calvizzano
Teresa Micillo, 32 anni, oltre a essere una bellissima ragazza, è un’artista già piena di personalità di cui sentiremo, in futuro, parlare molto. Fin da piccola dimostra spiccate doti artistiche: un suo disegno, che allegò al dettato “L’estate e le vacanze”, fu definito dalla sua maestra elementare una piccola opera, al punto da farlo girare per tutte le classi. Micillo ha frequentato il liceo artistico, poi, successivamente, ha intrapreso gli studi all’Accademia delle Belle Arti di Napoli studiando grafica d’arte: “un misterioso “Ingranaggio” tra il tempo e la materia, un incantesimo”, come lei stessa descrive. Nell’aprile del 2009 ha conseguito con successo il diploma di Laurea in materia Illustrazione, sviluppando la tesi su uno dei capolavori della letteratura russa, illustrando il testo del romanzo. Alla creazione dell’opera si avvalse della cooperazione e della professionalità del doce…

Calvizzano, fornitura centralini Telecom: dall’ordine di acquisto alla liquidazione trascorsi 20 mesi

Il mandato alla Telecom Italia S.p.A. per l’acquisto e i servizi di manutenzione per la durata di 4 anni, di due centralini (uno per la casa comunale e l’altro per l’Istituto Polo) venne dato dal Comune il 22 giugno 2017. In data 20-11-2017 venne inoltrato l’ordine di acquisto per la somma di 11mila893 euro (iva compresa) più 4mila 188 euro (iva compresa) per la manutenzione. La prima fattura di 11mila893,17 euro, quella relativa all’acquisto, è stata emessa in data 4 settembre 2018, poi, dal 19 settembre 2019 fino all’ultima del 14 giugno scorso, sono state emesse quelle relative alla manutenzione, tutte liquidate con determina 281 del 30 luglio 2019. “I servizi – come è scritto nell’atto dirigenziale, a firma del capo del Settore Tecnico Manutentivo, Lorenzo Tammaro - sono stati forniti in maniera continua e impeccabile”.

Mugnano, passi carrabili: l’amministrazione Sarnataro dà il via alla presentazione delle domande

Sarnataro: "Per anni i residenti hanno pagato senza riceve il servizio, da adesso non sarà più così". 
Passi carrabili, l’amministrazione Sarnataro dà il via alla presentazione delle domande. Già da ieri, infatti, i cittadini proprietari dell’immobile o gli amministratori dei parchi e condomini possono presentare l’apposita domanda all’ufficio della polizia municipale per ottenere l’autorizzazione ai passi carrabili. “L’istanza – spiega l’assessore alla viabilità Vincenzo Massarelli - dovrà essere corredata da tutta la documentazione tecnica e i rispettivi versamenti. Dopo aver espletato la pratica, l’ufficio rilascerà le autorizzazioni numerate. Da questa settimana, inoltre, sono partiti gli interventi per la realizzazione degli stalli delle strisce blu, che entreranno in vigore dopo l’estate. Tutti provvedimenti utili a reprimere l’inciviltà sul territorio”. La domanda è scaricabile sul sito istituzionale dell’Ente. “Dopo l’approvazione del regolamento in Consiglio comunale…

Calvizzano, cede di nuovo l’asfalto dal tetto di copertura della cassa scale media Polo

Le folate di vento di pochi minuti di metà luglio scorso hanno fatto sollevare di nuovo un pezzo d’asfalto dal tetto vano scala plesso scolastico Marco Polo. Accadde la stessa cosa in seguito alle forti piogge di ottobre 2018: i lavori di ripristino vennero affidatialla ditta calvizzanese De Vito Domenico per una somma di 4mila443,27 euro comprensivi di iva al 22%, mentre alla rimozione e allo smaltimento della guaina bituminosa provvide la Perna Ecologia di Marigliano per un importo di 1098 euro comprensivi di iva. Totale 5mila541 euro.  


Funerale Mario Cerciello Rega, la preghiera del Carabiniere letta dall’appuntato Marco Trombetti in forza alla Compagnia di Marano

Trombetti, persona squisita e carabiniere esemplare, ha prestato servizio per circa 12 anni presso la Stazione di Calvizzano, diretta dal maresciallo Carmelo Firetto: da qualche mese è stato trasferito alla Compagnia di Marano



Preghiera del Carabiniere
Dolcissima e gloriosissima Madre di Dio e nostra,
noi Carabinieri d'Italia,
a Te eleviamo reverente il pensiero,
fiduciosa la preghiera e fervido il cuore! Tu che le nostre Legioni invocano confortatrice e protettrice
con il titolo di "VIRGO FIDELIS".
Tu accogli ogni nostro proposito di bene
e fanne vigore e luce per la Patria nostra. Tu accompagna la nostra vigilanza,
Tu consiglia il nostro dire,
Tu anima la nostra azione,
Tu sostenta il nostro sacrificio,
Tu infiamma la devozione nostra! E da un capo all'altro d'Italia
suscita in ognuno di noi
l'entusiasmo di testimoniare,
con la fedeltà fino alla morte
l'amore a Dio e ai fratelli italiani.

Amen!

Calvizzano, divisione soldi produttività 2018: liquidati 63mila600 euro a 21 dipendenti

Da luglio 2019 i settori sono ridotti a 5
Gli impiegati comunali di sei settori sui incassano  poco più di 63mila600 euro di produttività 2018, di gran lunga superiore a quella 2017. Le somme vengono stabilite dai rispettivi capi settore.. I 5 poliziotti municipali (a differenza degli anni addietro non compaiono i nomi con le rispettive cifre per motivo di privacy), su un budget assegnato di 19mila337,40 euro, si dividono 17mila582, 60: da un minimo 3mila151,70 euro a un massimo di circa 4mila euro. I tre dipendenti dell’Ufficio tecnico (due geometri e un amministrativo), su un budget assegnato di 8mila081 euro, si ripartiscono 9mila140,25 euro (non rappresenta uno sforamento poiché rientra nel fondo destinato alla produttività): un dipendente percepisce 1422,65 euro, altri due 3mila879 euro. Finanze. I tre dipendenti, su un budget assegnato di 10mila101,63 euro, si dividono 7mila660 euro: da un minimo di 1.876 euro a un massimo di 2mila962,47 euro. I due dipendenti dei Servizi Sociali…

Calvizzano, e i responsabili di settore si dividono 17mila860 euro di premio di risultato: percepiscono tutti il massimo valore tranne Abbate

In foto gli obiettivi raggiunti e le rispettive somme percepite




Ok del Nucleo di Valutazione al pagamento del premio di risultato (anno 2018) ai sei responsabili di settore. Si tratta di un ulteriore incentivo allo stipendio, previsto dalla legge, che matura in seguito al raggiungimento degli obiettivi prefissati dall’amministrazione comunale. Il massimo valore del premio di risultato corrisponde al 25% della posizione organizzativa, che, in base ai carichi di lavoro e alle responsabilità, varia da un minimo di 6mila euro a un massimo di 12mila911,41 euro annui. Dal 2019, con il nuovo contratto di lavoro, le posizioni organizzative variano da un minimo di 5milaad un massimo di 16mila euro. In base al punteggio (76%), il funzionario Abbate non avrebbe avuto diritto all'incentivo, invece, in seguito a ricorso, gli sono stati elargiti 1.721 euro. Il suo ufficio, nel 2018, ha rilasciato 1850 carte di identità elettroniche, di cui 100 ai residenti di Marano per motivi tecnici. Pure alla…

Depressione, quando l’anima muore e il corpo vive

Solo gli angeli possono cadere, poiché solo costoro riescono a volare!
Il Cristianesimo fin dai suoi albori tracciò sette peccati per i quali non ci sarebbe stato rimedio, detti “Capitali”. Tra cui l’Accidia”. Intesa come tendenza all’inoperosità, all’avversione di una persona verso i compiti che la vita ci assegna, all’abbandono, al nulla. È interessante osservare che, in seguito, questi sette peccati siano stati analizzati, elaborati e indicizzati dalla psicologia degli inizi e da quella moderna come a corrispondenti nevrosi o vere e proprie patologie della personalità umana. L’accidia, la mancanza di fare, capire, vedere, vivere le cose della nostra esistenza, ne è un esempio moderno e doloroso che nella terminologia attuale acquista il nome di “Depressione”. Indagando sotto l’aspetto storico ma anche dal punto di vista della filosofia che, pure si è interessata a questo lato dell’animo umano, vediamo che questo fenomeno si presenta come uno “svuotamento” dell’animo. Ciò significa c…

La prima chiesa calvizzanese è quella di San Pietro

Fu il compianto sacerdote don Giacomo Di Maria, negli anni ’80, ad annunciare la sua importante scoperta archeologica che, oggi, potrebbe essere avvalorata dal recente ritrovamento, in zona San Pietro, di un antico tracciato romano. La chiesetta, qualche anno fa,  è stata pure restaurata in buona parte con il contributo dei fedeli
Una importantissima scoperta archeologica rivoluzionò verso la fine degli anni ’80 la storia religiosa e sociale di Calvizzano. La prima parrocchia calvizzanese è quella di San Pietro e non come hanno sempre affermato gli storici,  quella di San Giacomo Apostolo, risalente al 911, i cui resti (si possono osservare percorrendo il tratto calvizzanese di via Raffaele Granata) versano in uno stato pietoso, tra l’altro sepolti da arbusti ed erbacce. L’analisi ai raggi infrarossi dell’affresco absidale (fatto riparare dai fedeli anni fa) che spicca all’interno della chiesetta permise di risalire al significativo risultato. Le spese se le accollò lo studio di archeo…

Calvizzano, la zona periferica di San Pietro è piena di resti di origine Romana: durante i lavori alla rete fognaria emerse anche un tracciato viario di quell'epoca

Durante i lavori di scavo per la realizzazione di un nuovo collettore fognario in via Calamandrei (zona San Pietro), emerse un pezzo di storia dal sottosuolo. Si tratta di una vecchia strada romana (probabilmente un’arteria dell’antica via Consolare Campana) venuta alla luce proprio davanti a un ex deposito di carburante. La scoperta fu fatta nel 2011: all’epoca il direttore dei lavori, oltre a sospendere le attività, investì subito la Soprintendenza ai Beni Archeologici della Provincia di Napoli e Caserta che, dopo un periodo di studio, diede il nulla osta alla ripresa dei lavori a condizione che venissero seguiti sotto il controllo costante di personale tecnico qualificato, da scegliere tra i collaboratori esterni accreditati presso la Soprintendenza stessa. Allora il Comune  provvide ad affidare il controllo archeologico all’esperta società Naus di Pozzuoli, per un importo di 12mila euro oltre iva (spesa prevista dal quadro economico dell’ opera fognaria, finanziata con fondi europ…

Calcio a Calvizzano, si riparte dalla Parrocchia

Seppur a livello amatoriale, ritorna il calcio a Calvizzano. L’iniziativa parte dalla Parrocchia, unico punto di aggregazione e autentico baluardo di legalità rimasto in città. Un’altra idea appoggiata fortemente da don Ciro e sponsorizzata da Mario Maiorica, agente assicurativo, presidente della squadra, iscritta al campionato amatoriale FCS di calcio a 11. Le partite in casa si giocheranno sul rinnovato campo Grillo di via Pigno, a Marano. La squadra è allenata da Carmine Fileccia, ex calciatore dilettante.  Negli anni ’70 Calvizzano era conosciuta in tutta la Regione per il campo sportivo e per la squadra che ha dato lustro alla città con i suoi fortissimi giocatori e i suoi record. Unica in Italia a fare 56 punti su 60, quando la vittoria valeva 2 punti, in un campionato di prima categoria. Ma il Calvizzano ha militato anche nei campionati di Promozione ed Eccellenz. Speriamo che la Calvizzano calcistica possa ritornare in alto.

Calvizzano Volley e Parrocchia San Giacomo in partnership per promuovere il valore sociale dello sport

E’ nata una nuova partnership tra la Calvizzano Volley e la Parrocchia San Giacomo i cui obiettivi, oltre alla promozione dei valori educativi dello sport, sono l’impegno nel sociale e il sostegno alle fasce più deboli. Dalla prossima stagione sportiva sui completini da gara delle atlete della Calvizzano Volley, che ha conseguito la promozione in serie D, ci sarà anche il logo della Parrocchia San Giacomo. “Ringrazio pubblicamente il parroco don Ciro – afferma Vincenzo Frascogna, vulcanico presidente della società di pallavolo calvizzanese - per aver accettato senza alcuna esitazione di sostenere il nostro progetto”Per sua natura lo sport è partecipazione, ma insegna anche valori fondamentali come la tolleranza, la cooperazione e il rispetto degli individui- afferma don Ciro - valori che incarna bene Calvizzano Volley, perciò ho subito aderito alla proposta di partnership”. Onestà, educazione, rispetto, sono alcuni dei punti su cui lavorano da tempo sia Calvizzano Volley che Audax Calv…

Marano, “Scansi Scilla per finire in Cariddi"

Sembra che l’inaspettata decisione del TAR che, con un’ordinanza che suscita non poche perplessità, ha rigettato l’istanza di annullamento della delibera di approvazione dell’ ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato presentata da alcuni Consiglieri di opposizione abbia ringalluzzito un sempre più spento Visconti e galvanizzato oltre misura la truppa di sconclusionati supporters che, mutuando i loro comportamenti da quelli del loro imbambolato leader, continuano a pensare che si stia giocando una partita a calcio balilla e non hanno ancora metabolizzato il fatto che fare i Consiglieri comunali in una città complessa come Marano per chi vuole fare sul serio è una cosa molto più seria. In realtà le motivazioni per la quali si era chiesto l’annullamento della delibera restano tutte in piedi perché non sono state affrontate nemmeno di striscio dal Tribunale Amministrativo che, visto che ci aveva già pensato il Ministero a randellare pesantemente l’Amministrazione, ha scelto la via più…

Gennaro GB Ricciardiello: “Vi spiego perché Dio esiste”

Dal libero pensatore, vicepresidente della Pro Loco Calvizzano, riceviamo e volentieri pubblichiamo
Il vero progresso per questo mondo si avrà quando svilupperemo uno spirito critico invece di essere tifosi.
Divide et impera” è il motto dei potenti di origine incerta perché tanti sono i probabili coniatori di tutti i tempi, evidentemente era ed è così chiaro a tutti gli uomini di potere che tutti ne hanno fatto una pietra miliare nell’esercizio del proprio dominio. Eppure funziona ancora!
Non è un caso che la regola aurea della prevaricazione dell’uomo sull’uomo sia l’esatto opposto del messaggio evangelico che punta alla venerazione del prossimo a prescindere da tutto ciò che lo rende diverso da noi e il fatto che ci sembri argomento contraddittorio non fa altro che confermare la devianza acclamata del modo di pensare (anzi di non pensare) predominante, figlio di una educazione che ammansisce e induce alla sottomissione. Perfino l’amministratore di quel messaggio, la chiesa, per seco…

Calvizzano, positività e negatività dello “Spazio Tennis” di via Aldo Moro

Partiamo dalle positività
Grazie all’impegno dei “ragazzi civici”, lo “Spazio Tennis” di via Aldo Moro (difronte la media Polo) è diventato un punto di riferimento per gli amanti del basket dell’area a nord-ovest di Napoli. Uno di essi, Angelo Caiazzo, istruttore e giocatore dell’Audax Calvizzano, ha creato il profilo instagram “campetticalvizzano”: riunisce tantissimi iscritti che, attraverso il tam tam social, si ritrovano sul campo polivalente. Encomiabile il loro impegno per la diffusione dello sport: recentemente si sono autotassati per organizzare un torneo di basket, al quale hanno aderito decine di atleti di tutte le età, anche di buon livello, e con i 150 euro ricavati, al netto delle medaglie e delle coppe per i vincitori, hanno fatto installare i nuovi canestri, rotti dall’estate 2017, comprati a gennaio 2018 presso la ditta Ripa Sport al prezzo di 793 euro compreso iva, grazie all’interessamento dell’ex assessore allo Sport Antonio Di Marino, e abbandonati per un anno e mez…

Mugnano. Ambiente, l’amministrazione Sarnataro rimuove l’amianto in via Sansone

Sarnataro: "Acquisita la strada in comodato d’uso per supportare i residenti di via Sansone, per troppi anni abbandonati a loro stessi"
L’amministrazione Sarnataro rimuove l’amianto in via Sansone (strada al confine con i quartieri di Piscinola e Chiaiano). Dopo il provvedimento di dissequestro dell’area da parte del giudice, la ditta incaricata dal Comune ha effettuato l’intervento di smaltimento delle lastre di amianto sversate illegalmente lungo via Sansone. “Ringrazio il consigliere Verrazzo per la collaborazione – spiega l’assessore al ramo Antonio Bove – A breve saranno acquistate, così come previsto dal bilancio, telecamere foto trappola che installeremo nei punti più critici proprio per scongiurare altre condotte criminali come queste. Abbiamo già aumentato, invece, i controlli delle guardie ambientali volontarie per stanare i furbetti del sacchetto selvaggio”. Soddisfatto il sindaco Luigi Sarnataro: “Nonostante l’area in questione non sia di nostra proprietà, siamo l…

Abbandono rifiuti a Calvizzano, è caccia agli incivili: in pochi giorni elevati 15 verbali

Guerra senza quartiere per stanare gli zozzoni, quelli che abbandonano i rifiuti per strada e quelli che non differenziano. Ormai è una vera e propria caccia a chi inquina. il territorio. Su direttive della commissione straordinaria, presieduta dal dottor Luca Rotondi, impartite al sovraordinato dottor Biagio Chiariello, è stata organizzata una vera e propria task force per contrastare ogni forma di incuria del territorio dal punto di vista igienico-sanitario con servizio affidato alla polizia locale che, in pochi giorni, ha elevato 15 verbali. Dopo le sanzioni ai proprietari di terreni incolti, si è passati quindi a chi abbandona i rifiuti senza differenziarli. La colpa della presenza dei rifiuti non può ricadere sulle istituzioni, non sono loro che li gettano in strada, ma gli "incivili". E la polizia locale sta effettuando dei servizi mirati unitamente al personale della ditta che gestisce il servizio igiene e all'ufficio tecnico, ispezionando addirittura i sacchetti …

Marano, sversamento liquami nell’alveo Fossa del Carmine: una pratica illecita che va avanti da tanti anni. Come mai in passato nessuno è intervenuto per porre fine allo scempio?

Finora sono stati stanati circa 200 inquinatori dell'Alveo Fossa del Carmine (il vallone naturale che qualcuno continua a confonderlo con l'Alveo Camaldoli), la maggior parte residenti tra via Corree di Sotto e la zona tra via Adda e via Giordano Bruno (al confine con Calvizzano), come ci è stato riferito dal dirigente dell’Ufficio tecnico, ing. Pasquale Di Pace. Ma si presuppone che siano ancora tanti gli scarichi fognari abusivi che inquinano il canalone le cui sponde insistono rispettivamente nei Comuni di Marano e Calvizzano, mentre nell'ultimo tratto abbraccia anche i territori di Qualiano e Villaricca: i controlli urbanistici e ambientali continueranno in questi giorni a tutto spiano. Intanto, sono già state comminate diverse sanzioni e, contestualmente, sono partite le diffide a dotarsi ad horas delle apposite infrastrutture, cioè le vasche a tenuta stagna, da espurgare periodicamente. E’ vero che tutto è partito dalla denuncia di un cittadino che abita nei pressi d…

Sversamenti liquami nel Vallone Fossa del Carmine, l’assessore all’Ambiente Marinella De Nigris: “attraverso un lavoro di gruppo stiamo riportando la legalità a Marano”

Iniziativa regionale “Campania by night-AsSaporiAmo Marano”, l’assessore Floriana Trematerra: “altro che flop, oltre 500 persone hanno visitato il “Ciaurro” che dopo tanti anni ha iniziato a rivivere”

Calvizzano, Commissari straordinari avanti a “carro armato” nel comparto lavori pubblici : cambio degli infissi alla media Polo, inviati gli atti di gara alla SUA

Avanti a “carro armato”, espressione coniata dall’attuale governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca, utilizzata spesso per dire in maniera pittoresca “non ci ferma più nessuno”, stanno andando i Commissari straordinari nel comparto dei lavori pubblici, nel quale, a distanza di poco più di un anno dal loro insediamento, hanno posto le basi per rivoltare come un calzino la città. Con loro si sta concretizzando anche il cambio degli infissi della media Polo, opera finora prevista solo sulla carta dagli amministratori che si sono succeduti negli ultimi 10 anni. Il progetto esecutivo dei lavori di adeguamento igienico sanitario e norme di sicurezza dell’edificio scolastico che ospita i locali della media Polo, approvato il 23 maggio scorso, è stato inviato, insieme al capitolato d’appalto e al disciplinare di gara, alla SUA (Stazione Unica Appaltante) costituita presso il Provveditorato alle Opere Pubbliche per la Campania, Molise, Puglia e Basilicata per l’espletamento delle pro…

Calvizzano, quando trascorse più di un anno per la sostituzione dell’infisso rotto alla media Polo

Sta per concludersi la vicenda degli infissi fatiscenti alla media Polo, un tormentone andato avanti per anni. Nel 2016 una finestra piombò giù, per fortuna mezzora prima che gli studenti entrassero in aula, altrimenti sarebbe potuto accadere qualche spiacevole evento. L’aula, per condizioni di sicurezza, restò chiusa per diverso tempo, per cui si fece lezione a rotazione. Nonostante le continue segnalazioni al Comune della preside Armida Scarpa, il 12 dicembre 2017 vennero cambiati gli infissi di tre aule, utilizzando la somma di 5mila euro  recuperata da altri capitoli di bilancio.  

Hinterland giuglianese, beni archeologici da valorizzare: “Eptapoli” e “Liternum”, falliti entrambi i tentativi

Eptapoli (1988)
Eptàpoli, è il nome che s’intendeva dare alla nuova città che avrebbe dovuto raggruppare i sette Comuni del giuglianese. L’idea fu lanciata nel 1986, ma di un Consorzio tra Marano, Giugliano, Calvizzano, Mugnano, Qualiano, Melito e Villaricca, si parlava già da qualche anno prima, grazie alla kermesse primaverile “Settegiornisette”, programma- contenitore che aveva per scenario i sette centri del Giuglianese ed era patrocinato dall’Unicef e dal Parlamento Europeo. A gettare la pietra nello stagno fu Margherita Dini Ciacci, all’epoca vice-presidente dell’Unicef, che accolse le richieste dei ragazzi delle scuole medie del comprensorio. “Sette Comuni– disse la Ciacci – che decidono di camminare e crescere insieme, ponendo mano alla bonifica edilizia, sociale e morale di un territorio a “rischio”: è un fatto sicuramente positivo, specie se a beneficiarne sono soprattutto le nuove generazioni”. Il primo passo ufficiale di “Eptapoli” è datato 1988: i sindaci dei Comuni interes…