Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2009

L’anno che verrà...

Caro sindaco ti scrivo così mi distraggo un po’….l’anno vecchio è finito ormai, ma tante cose ancora qui non vanno.Si esce poco la sera compreso quando è festa, perché il commercio sta morendo e nulla si fa per rianimarlo e sostenerlo; perché il centro storico è poco vivibile e non c’è niente in progetto per farlo rivivere ai cittadini; perché le periferie sono sempre più squallide e abbandonate al loro destino: le migliaia di persone che vivono da quelle parti hanno tanta paura del buio, del degrado e delle numerose voragini che spuntano come funghi; perché nella zona delle cooperative, dove sono stati costruiti enormi casermoni, mancano i servizi e la gente ha tanta voglia di scappare.
Adesso, spero che l’anno che verrà sia un anno nuovo e diverso. La Calvizzano che vorrei dovrebbe puntare a una migliore qualità della vita e a un risveglio culturale. Anche la gente si aspetta meno proclami e più fatti; le persone reclamano un linguaggio meno politichese e la totale cancellazione di s…

Sospesi dall’Udc Salatiello, Martiello e Agliata

Il segretario cittadino dell’Udc, Fabio Felaco, ha sospeso dal partito i consiglieri comunali Giuseppe Salatiello, Antonio Martiello e Cristofaro Agliata, perché hanno preso posizioni unilaterali, senza averle concordate con il partito. Nella serata di lunedì 28 dicembre, i tre iscritti al partito di Casini si sarebbero visti recapitare l’atto di sospensione, dopo un’accesa riunione avvenuta all’interno della sede di Corso Mirabelli.
La decisione è scaturita dopo che Salatiello aveva, attraverso una lettera protocollata al Comune, invitato il sindaco a revocare la delega di assessore ad Antonio Sequino, anche lui iscritto al partito di Casini. Cosa che il sindaco, senza pensarci due volte, ha fatto.
Anche la decisione di Sequino, di formare insieme a Cavallo e D’Ambra un nuovo gruppo politico, ha messo in imbarazzo il segretario della sezione locale dell’Udc, Fabio Felaco il quale si è limitato a dichiarare che il gesto di Sequino è ancora più grave.

C’è un nuovo gruppo politico di tre consiglieri

E’ nato un nuovo gruppo politico all’interno della maggioranza denominato “Gruppo per Calvizzano”: ne fanno parte gli ex assessori all’Ambiente Franco Cavallo e Antonio Sequino, nonché l’assessore Michele D’Ambra.
“Adesso – ha detto Cavallo – chiediamo al sindaco l’azzeramento delle deleghe e di ridiscutere tutto, sulla scorta del nuovo quadro politico che si è venuto a creare”.
Dopo le ultime vicende politiche che hanno visto defenestrati dai loro incarichi prima Cavallo e, in seguito, Sequino, era quasi normale che vi fosse una presa di posizione politica da parte di entrambi, che rimangono, comunque, ancora iscritti ai loro rispettivi partiti di appartenenza, vale a dire il Pd per il primo, l’Udc per il secondo.
Anche D’Ambra, che si è associato ai due, rimane un iscritto del Pd area Franceschini, come il suo amico e collega Cavallo.

Tre personaggi in cerca d’autore

Cosa avrà spinto Salatiello a far fuori il suo collega di partito Antonio Sequino? Perché il sindaco, senza neanche interpellare l’interessato, dietro pressione dell’ex Primo cittadino, gli ha immediatamente revocato la delega di assessore all’Ambiente? Sono gli interrogativi più in voga in questi giorni nelle piazze e nelle case di Calvizzano. La versione ufficiale di Salatiello è che Sequino non era più in linea con gli indirizzi politici dell’Udc. Ma è una versione che, secondo molti, lascerebbe qualche dubbio. La verità la sanno solo loro tre e difficilmente verrà fuori in via ufficiale: dobbiamo, dunque, accontentarci solo delle indiscrezioni trapelate, il che significa che potrebbe esserci di mezzo qualcosa di più “grave”?. Per capire di più e aiutare a comprendere chi ci legge, bisogna rifarsi ai famosi personaggi in cerca d’autore di pirandelliana memoria? O forse vale la pena scomodare il cabarettista Vittorio Marsiglia, magnifico interprete e coautore della famosa sceneggiat…

L’ex sindaco Ricciardiello sarebbe disponibile a dare una mano all’amministrazione Granata

Dopo Armando Poggi, anche l’ex sindaco Luigi Ricciardiello sarebbe disposto a dare una mano al sindaco Granata: lo farebbe perché vorrebbe veder crescere, in tutti i sensi, la sua città.
“E’ partita da me la proposta – afferma il vicesindaco Antonio Mauriello -: sto aspettando che il sindaco mi dia una risposta”.
Insomma, quella di Ricciardiello sarebbe una bella mossa da non sottovalutare, anche perchè è stato un buon sindaco (a detta di molti e anche dell’ex Primo cittadino Giacomo Pirozzi) ed è anche molto competente in materia di gestione amministrativa.
Anche Armando Poggi, professionista molto esperto in problemi amministrativi, con un curriculum di tutto rispetto alle spalle, fece sapere, tramite il nostro blog, che sarebbe venuto di corsa e gratis a dare una mano per la crescita del suo paese, se fosse stato interpellato. Ma il sindaco, finora, ha fatto orecchie da mercanti.

Molestatore di un 14enne, condannato a un anno e mezzo di carcere

Il giudice del tribunale di Napoli, dopo averlo processato con rito direttissimo, ha inflitto una pena di un anno e mezzo di carcere al 56enne calvizzanese che, il 3 dicembre scorso, sull’autobus 162 che percorre la tratta Chiaiano-Giugliano, ha molestato un 14enne di Giugliano.
L’uomo, stando a quanto sostenuto dal ragazzo, aveva approfittato della folla presente sul pullmann, per avvicinarsi in maniera equivoca a lui, ed entrare in azione per mettergli le mani nei pantaloni e palpeggiargli continuamente i genitali. Il ragazzino prima ha reagito, costringendo il malfattore a scendere alla fermata dell’incrocio di Calvizzano, e poi, turbato dall’episodio, giunto a casa, ha raccontato tutto ai sui parenti, che si sono messi subito in contatto con il 112. Così il molestatore, grazie anche alla descrizione fornita dal 14enne, è stato arrestato, nei pressi del comune, dove tra l’altro risiede, dai carabinieri della locale caserma di Calvizzano, diretti dal maresciallo Carmelo Firetto.

Anche L’Impegno Giovane si batte per una strada da intitolare a Otello

Ci fa enormemente piacere che la neonata associazione culturale l’ Impegno Giovane si sia accomunata alla nostra proposta di intitolare una strada al compianto artista nostrano Otello Di Maro. In questi giorni, sulla home page del loro sito, campeggia una foto e una delle tante poesie di Otello, il tutto corredato da un sommario, dove si legge che, in futuro, si impegneranno per dedicargli l’attenzione che merita.
Ricordiamo Otello per capire chi soffre
Sono trascorsi 11 anni dalla morte di Otello Di Maro: si tolse la vita a 54 anni, con un cappio alla gola, in una gelida vigilia di Natale del ’98. Lo fece a mezzanotte, con lucida premeditazione. La sua è una storia “della porta accanto” che, nell’imminenza del Natale, merita di essere raccontata. Era un “nero a metà”: frutto dell’amore di una ragazza di Calvizzano per un militare americano di colore, che aveva promesso di sposarla a guerra finita, ma non si era visto più. Poco più di 60 anni fa, un…

Due gay e una capanna: ancora diffidenza in casa nostra

Ivano e Marco (i nomi sono di fantasia per ragioni di privacy) sono innamorati. La loro relazione dura da diversi anni. Hanno più o meno la stessa età (intorno alla cinquantina), un viso da persone perbene e un fisico asciutto. Li si vede poco insieme, poiché uno lavora e l’altro sta a casa a badare alle faccende domestiche, ma chi li conosce sa che il loro è un legame forte e senza pregiudizi. La loro storia non è nota a molti: forse nemmeno a coloro che abitano nello stesso palazzo di via Aldo Moro, zona cooperative. Qualcuno sospetta, ma si fa i fatti suoi. Qualcun altro sa e li condanna, disapprovando la loro scelta coraggiosa. Mentre Ivano e Marco sono molto riservati, Giovanni e Mario (anche questi sono nomi di fantasia) non stupiscono più chi li vede tutti i giorni stendere i panni sul balcone di uno stabile in viale della Resistenza. Sono sui quarant’anni, ma vivono la loro condizione (a detta di chi li ha visti) ancora con un certo imbarazzo.
Starebbe soffrendo, invece, una fo…

Scalpore per la revoca della delega a Sequino

E’ durata poco l’esperienza di Antonio Sequino ad assessore all’Ambiente: appena una quarantina di giorni. Il 23 dicembre, infatti, il sindaco ha provveduto a revocargli l’incarico, dopo che il presidente del consiglio Giuseppe Salatiello ha messo per iscritto che a Sequino andava revocata la delega, perché il suo modo di operare non è più in linea con gli indirizzi politici dell’Udc.
“La linea del partito va rispettata – afferma Salatiello - : se uno vuole agire di testa sua, lo può fare anche da indipendente. Con questa decisione, spero di aver messo a tacere i tanti parolai di turno, dimostrando che i contenuti mi interessano più dei numeri. Ho preferito perdere un assessore, tra l’altro anche di un settore strategico, il che significa che a me non interessa né l’acqua né la NU, come si sente in giro, ma che voglio solo far politica, esclusivamente nell’interesse della città”.
“Io non sarei in linea con gli indirizzi dell’Udc – replica Sequino – Ma cosa s’intende per linea, questo mi…

Addio Istituto superiore

L’istituto superiore a Calvizzano è diventato una sorta di participio passato: qualcosa che c’era sulla carta e che adesso non c’è più. Nel bilancio provinciale, infatti, quando governava il centrosinistra (fino al mese di giugno scorso), era stata prevista una somma di 5milioni di euro, che doveva servire per costruire ex novo un istituto secondario nel nostro comune. Adesso che l’Ente di Piazza Matteotti è governato dal centrodestra, questi soldi sono stati dirottati su Sant’Antimo (il paese natio del presidente della Provincia, Luigi Cesaro) e su Giugliano, un Comune, guarda caso, guidato da un sindaco e da una coalizione di centrodestra.
“Quello che fa più rabbia – afferma Pasquale Napolano, assessore alla Cultura – è che i consiglieri provinciali, eletti anche con il voto dei calvizzanesi, e mi riferisco a Biagio Iacolare e Antonio Di Guida, da quello che mi risulta, non avrebbero fatto nulla per contrastare questa decisione di giunta, che va contro gli interessi del nostro Comune…

Bando EQF, attivarsi per presentare i progetti preliminari

Il 30 dicembre 2009 è l’ultimo giorno utile per partecipare al bando EQF, acronimo che sta per Progetto Educational Quality Facilities. Per dirla in breve, l’assessorato regionale al Lavoro e alla Formazione ha messo a disposizione 170milioni di euro di fondi derivanti dall’Europa, per finanziare progetti di Comuni e Province che mirano a realizzare interventi, finalizzati all’innalzamento della qualità delle strutture educative, funzionale al potenziamento dell’offerta formativa e all’innalzamento della qualità didattica, in una prospettiva di scuola aperta alle esigenze educativo-formative dei giovani del territorio.
Gli interventi da realizzare nell'ambito del Progetto EQF, sono relativi alle seguenti azioni:
A) Realizzazione di spazi educativi (a norma, attrezzati e di qualità) in contesti territoriali deprivati;
B) Elevamento della qualità di aree, edifici, attrezzature, finalizzato al rafforzamento della relazione tra scuola e territorio ai fini dell'accrescimento cultural…

Recupero crediti acqua, il comune punta su un’agenzia esterna

Solo il 60 per cento dei cittadini paga l’acqua e il Comune non riesce a recuperare i crediti vantati. Pertanto l’amministrazione, per introitare queste somme, ha deciso di tentare la via stragiudiziale, affidandosi a una società esterna, specializzata in recupero crediti. Il documento di indirizzo politico è stato inviato all’Ufficio tributi che, quanto prima, dovrà approntare il bando di gara.

Antonio Ferrillo approda all’Udeur

Formalizza il suo passaggio all’Udeur, l’assessore al Bilancio e alle Finanze di Calvizzano, Antonio Ferrillo. Un cambio di casacca dovuto sostanzialmente alla sua amicizia con il nostro compaesano, nonché segretario regionale del partito di Mastella, Giulio Di Donato, l’unico personaggio politico che ha saputo varcare i confini di Calvizzano, diventando perfino vicesegretario nazionale del Psi ai tempi di Craxi.
“Sicuramente l’amicizia che mi lega a Di Donato – afferma Ferrillo – ha influito molto sulle mie scelte politiche, ma ho optato per la Vela, anche perché i valori e la tradizione di questo partito sono quelli che più mi appartengono e con i quali sono cresciuto”.
Ricordiamo che, negli ultimi due anni, Ferrillo ha militato prima in Forza Italia (voleva anche aprire un circolo a Calvizzano) e poi nell’Mpa del governatore della Sicilia Lombardo, partito per il quale stava anche per candidarsi alle ultime elezioni provinciali.

Protocollata la proposta di una strada per Otello simbolo civile di una città dal volto umano

Questa volta siamo passati dalle intenzioni degli anni addietro ai fatti: in questi giorni, come blog, abbiamo provveduto a protocollare al Comune la richiesta di intitolazione di una strada o di una piazza, in onore alla memoria di Otello Di Maro, un artista che scriveva poesia e canzoni ed è morto nella più squallida miseria. La nostra parte l’abbiamo fatta, adesso la decisione spetterà alla commissione toponomastica appena verrà nominata. Ecco, comunque, le motivazioni addotte.
Ci sono uomini “minori” che fanno grande la storia dell’umanità. Minori perché vivono sotto il muro, hanno un’ombra timida. Minori perché sono spezzati in due dal dolore e si trascinano nella vita. Minori perché non li nota nessuno, né prima né dopo la morte. Eppure, a volte, hanno un cuore grande. E – come detto – fanno grande la vita. In questi giorni ricorre l’anniversario della morte di Otello. Chi è Otello? Era un uomo di Calvizzano. La notte del 24 dicembre, mentre tutti cenavano in compagnia, proprio q…

Tre storie, tre facce della nuova povertà

Due sorelle e un fratello chiusi in casa senza uscire per diversi giorni: dopo la perdita dei genitori non sanno più a quale santo rivolgersi per tirare avanti. Una donna di circa cinquant’anni, madre di due figli di 14 e 16 anni, resta improvvisamente vedova: il marito lavorava nei cantieri come muratore a nero e lascia la famiglia sul lastrico. Non sanno come tirare avanti. Due storie, due facce della nuova povertà. A Calvizzano, di casi come questi ce ne sono tanti. Sono i rappresentanti di una povertà moderna e improvvisa, che potrebbe riguardare chiunque ed è per questo ancora più inquietante.
Una volta la povertà era un dato strutturale e familiare. Si trasmetteva di generazione in generazione e c’era una sorta di abitudine a quella condizione sociale. Le famiglie povere e arretrate, in città, si conoscevano. Chi aveva una situazione di media agiatezza riusciva a conservarla per tutta la vita e riusciva a trasmetterla ai figli. Poi, col tempo, sono arrivate, in un primo momento,…

Italia dei Valori chiede all’amministrazione di attivarsi per la realizzazione di un asilo nido comunale

Nel nostro comune non esiste un asilo nido comunale, intanto cresce la domanda per quelli privati, a fronte di un’offerta insufficiente. Tutto questo ha spinto il circolo locale dell’Italia dei Valori a produrre un’istanza all’amministrazione, affinché attivi un percorso per la realizzazione di un asilo nido sul territorio.
Ecco il testo completo della missiva (protocollata il 9 dicembre scorso) che il gruppo che fa capo a Di Pietro ha inviato al sindaco e all’assessore ai Servizi Sociali, Cristofaro Agliata.
“Considerato che c’è una domanda crescente per gli asili nido privati e che l’offerta è insufficiente, con la presente si chiede alle S.V. in indirizzo di “valutare la possibilità, in sede di programmazione del Piano di zona del nostro ambito, ai sensi della legge regionale 328/00, di approvare un progetto per l’asilo nido comunale”.
Contestualmente si chiede di provvedere, prima di chiudere la progettazione del Piano di zona, a convocare, come previsto dalla stessa legge 328, le as…

Cresce Rinascita calvizzanese, la onlus di giovani

Se qualcuno pensava che Rinascita calvizzanese fosse solo un momento elettorale, dovrà ricredersi: l’associazione senza scopo di lucro, che annovera nei i suoi ranghi tantissimi giovani, invece è viva e vegeta e continua a sfornare iniziative, che trovano anche tanto seguito. Domenica, 13 dicembre, ha organizzato un dibattito dal titolo “Associazionismo, politica, gioventù e società civile”: sono intervenuti numerosi cittadini che hanno riempito l’aula consiliare. Tra i convenuti solo pochi politici e amministratori: tra questi l’assessore all’Ambiente, Antonio Sequino, l’assessore ai Servizi sociali, Cristofaro Agliata (entrambi dell’Udc) e il consigliere comunale dell’opposizione Ivano Migliaccio. Hanno preso la parola il presidente di Rinascita calvizzanese, Biagio Sequino, il vicepresidente Diego Palumbo e Biagio Coppola. Ha concluso il lavori il capogruppo Udc alla Provincia, Biagio Iacolare.
“L’appello che faccio a voi giovani – ha detto Iacolare – è di andare avanti, credendo un…

Opportunità di lavoro uguali per tutti

Il neo-assessore all’Ambiente Antonio Sequino, da poco insediatosi in giunta, si è attivato per far guadagnare una manciata di euro a un giovane disoccupato di Calvizzano, procurandogli un lavoro part time, che consiste nella distribuzione delle buste per la raccolta differenziata. Un gesto sicuramente encomiabile, visto che il lavoro (seppur, nel caso specifico, da svolgersi solo per una quindicina di giorni) dalle nostre parti scarseggia, ma sicuramente non condivisibile nel metodo. Il disoccupato fortunato (si fa per dire), oltre a essere un bravo ragazzo e di buona famiglia, è uno dei fondatori di Rinascita calvizzanese, una onlus che, da un paio di anni, fa politica attiva sul territorio ed è presieduta da Biagio Sequino, figlio dell’assessore. Insomma, Sequino, per dirla in breve, ha favorito uno di “famiglia”. Il suo gesto sarebbe stato apprezzato di più se avesse convocato tutti i disoccupati di Calvizzano con un avviso pubblico e avesse proceduto al sorteggio per la scelta de…

“Attraverso”: il rock degli hYdroniKa disponibile on line la band puteolano-calvizzanese distribuisce gratuitamente il nuovo album.

Si intitola “Attraverso” il nuovo album che gli hYdroniKa distribuiscono gratuitamente dal 27 ottobre tramite il sito attraverso.hydronika.it. Il nuovo disco della rock band puteolano-calvizzanese (uno dei 5 elementi si chiama Ciro Esposito e abita a Calvizzano in via Miccoli) si inserisce nel progetto che gli hYdroniKa chiamano “Musica low cost”, attraverso il quale vogliono dimostrare che la buona musica si fa con passione e voglia di comunicare, senza la necessità di investimenti economici stratosferici.
I nove brani contenuti in “Attraverso” sono un puro distillato di rock e raccontano di sentimenti, esperienze di vita e riflessioni che i ragazzi della band hanno tradotto in musica. La bella voce di Alessandro Sarnataro “Il Santo” si muove in modo armonioso e deciso sulle chitarre di Mario Fava “Veleno” e sulle tastiere di Ciro Esposito “Ironman”, perfettamente supportate dalla sezione ritmica composta da Davide Gambardella “Dottor Key” al basso e Vincenzo Provvido “Terzina” alla b…

Ancora intoppi, non apre la strada per Villaricca

Nonostante un buon tratto dell’arteria, che dovrà congiungere via Falcone con la circumvallazione esterna, sia pronto da diversi mesi, slittano i tempi per l’apertura. Da chi dipende?
“Purtroppo non c’è ancora l’accordo tra gli Enti interessati – afferma Pasquale Coppola, assessore alla Viabilità del Comune di Marano -. Calvizzano e Mugnano vorrebbero che il tratto di strada, che potrebbe già funzionare, sia percorribile a doppio senso, mentre noi e Villaricca siamo d’accordo per il senso unico. Insomma, Calvizzano e Mugnano vorrebbero dirottare il loro traffico cittadino su Marano e noi non ci stiamo. Quella strada è stata costruita con nostri fondi e concepita per essere percorsa esclusivamente a senso unico, tant’è che in futuro la carreggiata dovrà ospitare anche il Micrometrò, il tram leggero che collegherà la stazione del metrò di Piscinola con la rotonda di Villaricca”.

Iniziative per Natale

Il natale, per scarsità di fondi, quest’anno brilla di meno. Il Comune ha impegnato solo 7.500 euro: cinquemila euro sono stati spesi per le luminarie lungo il corso, i restanti 2500euro serviranno per finanziare alcune manifestazioni che si svolgeranno durante i giorni di festa.
“Ulteriori 10mila euro concessici, a titolo di contributo, dall’assessorato regionale al Lavoro e alla Formazione – afferma Pasquale Napolano, assessore alla Cultura – li andremo a utilizzare per mettere in piedi alcuni convegni che hanno come sfondo il tema della legalità”.
Al buio natalizio, invece, le periferie: solo via Aldo Moro e la strada Peep brillano di più, grazie al supermercato Ottopiù. A parte la rima, va evidenziato che il gestore del supermercato ha voluto fare un regalo agli abitanti della zona cooperative, sborsando di tasca sua i soldi per le luminarie.

Vigile urbano, niente concorso.

Era tutto pronto e il bando di concorso per l’assunzione di un vigile urbano stava anche per essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. All’ultimo momento, però, il sindaco ci ha ripensato e l’ha ritirato. E’ stata l’opposizione capeggiata dall’ex sindaco Pirozzi a fare aprire gli occhi al Primo cittadino. Pirozzi ha richiamato il decreto numero 165 del 2001 che prevede l’obbligo di attivare la procedura di mobilità volontaria prima di bandire un concorso. In pratica, bisogna verificare se esistono domande prodotte da vigili di altre sedi che vorrebbero trasferirsi a Calvizzano. Per fare questo, però, è opportuno che l’Ente si doti di una disciplina regolamentare, dove vengano segnati i criteri da seguire nell’esaminare le domande di mobilità volontaria. Al momento sono tre i vigili che hanno prodotto domanda di mobilità e che chiedono di venire a lavorare a Calvizzano. “Il sindaco – afferma Pirozzi –, oltre ad ammettere la sua incapacità, dovrebbe ringraziarci: gli abbiamo fatto ris…

Vallone Fossa del Carmine, summit in Regione

La questione del vallone Fossa del Carmine, esondato due settimane fa, arriva in Regione. L’Ente, infatti, ha convocato, per venerdì prossimo, un incontro con gli amministratori dei comuni della zona interessata.
“In quella sede verranno stabiliti i provvedimenti da adottare e si definiranno anche le responsabilità, visto che l’alveo naturale è di competenza territoriale”.
A parlare è il sindaco Granata che si è trovato in prima linea al momento dell’esondazione, avvenuta il 28 novembre scorso e che ha provocato, oltre allo spavento, lo sgombero cautelativo di un palazzo di via dell’Olmo, dove abitano 5 famiglie. I residenti, a breve, potranno rientrare nelle loro case: al comune, infatti, stanno preparando i documenti per revocare l’ordinanza cautelare emanata all’indomani dello straripamento dell’alveo.
“Nell’ambito degli accordi di reciprocità dell’area giuglianese – rassicura il sindaco – è previsto anche il risanamento del vallone Fossa del Carmine. Infatti, due dei tre milioni di e…

Gli uffici sanitari si spostano in via Aldo Moro

Partirà a giorni l'ampliamento degli uffici sanitari a Calvizzano, grazie ad un accordo tra amministrazione e Asl. “Portiamo a termine un obiettivo che quest'amministrazione ha fortemente voluto raggiungere”, ha commentato il primo cittadino di Calvizzano Giuseppe Granata. L’attuale struttura, ubicata in largo Caracciolo dove c’è la casa comunale, sarà spostata in via Aldo Moro nei pressi della tenenza dei carabinieri. Il trasloco degli uffici permetterà anche un ampliamento degli uffici, che ad oggi consta di soli due ambulatori, vaccinazioni e diabetologia. La nuova struttura sarà in grado di ospitare altri due servizi che sono quello di ginecologia e cardiologia. L’ampliamento degli uffici sanitari è stato reso possibile grazie ad un accordo tra l’amministrazione comunale e l’Asl Napoli 2 Nord. Il comune metterà a disposizione i locali, siti in via Aldo Moro, e l’Asl si occuperà della ristrutturazione degli uffici. Per quanto riguarda i lavori di ristrutturazione e adeguame…

Cavallo e D’Ambra potrebbero lasciare il Pd per approdare al nuovo partito di Rutelli

L’ex assessore Francesco Cavallo e l’assessore Michele D’Ambra si allontanano sempre di più dal sindaco e forse anche dal Pd: starebbero valutando il passaggio in Alleanza per l’Italia, la nuova formazione creata dall’ex sindaco di Roma Rutelli; una tentazione che ha, secondo indiscrezioni dei giornali, anche il punto di riferimento politico dei due, cioè il consigliere regionale Pasquale Sommese.
Una cosa, comunque, è certa: Cavallo, ultimamente, si vede più nell’ufficio del presidente del Consiglio comunale Salatiello che in quella del sindaco. Sta nascendo un nuovo feeling politico? L’ex assessore all’Ambiente Cavallo non ha digerito la doppia umiliazione subita recentemente, quando il sindaco scegliendolo “tra gli agnelli sacrificali” della sua giunta, gli ha tolto prima l’assessorato, nonostante avesse lavorato bene, e poi si è rimangiato la promessa di lasciargli, da consigliere delegato, la responsabilità dell’Ambiente. Cavallo mastica politica da quando aveva i calzoni corti: p…

Tre esperti esterni per le gare d’appalto

La giunta nomina una commissione di tre tecnici esterni esperti di gare d’appalto ma l’opposizione chiede al segretario comunale l’annullamento della delibera, perché ritenuta illegittima. La delibera “incriminata” è la 79 del 2009. L’amministrazione dà incarico all’avvocato Enzo Napolano (amministratore delegato di Liternum Sviluppo, persona vicina al sindaco di Villaricca Topo, prossimo candidato alle regionali per il Pd)), all’ingegnere Vincenzo Esposito e al geometra Vincenzo Miele, di esaminare gli atti delle gare d’appalto (solo quelle il cui importo supera il milione di euro) ai fini di un corretto svolgimento delle gare. “L’amministrazione – afferma l’ex sindaco Giacomo Pirozzi, oggi all’opposizione – ha giustificato l’atto asserendo che all’interno del Comune non vi siano professionalità adatte a questo tipo di compito. Cosa non veritiera, poiché all’ufficio tecnico ci sono tre impiegati di categoria D, vale a dire dirigenziale. Parlo di Ordichella, D’Angelo e Palma, poi c’è …

Trecentocinquanta mila euro di mutuo per pagare un debito fuori bilancio

Un maxidebito fuori bilancio di circa 350mila euro dovrà essere approvato quanto prima in Consiglio comunale. Per sostenerne la spesa, poi, l’amministrazione dovrà contrarre un mutuo. Da dove nasce questo debito? Alcuni anni fa, l’amministrazione comunale, per fronteggiare la carenza idrica, decise di realizzare un serbatoio piezometrico, da ubicare in una traversa del versante calvizzanese di via Adda, su un appezzamento di terreno di proprietà della famiglia Sollazzo. All’ufficio tecnico diedero inizio alle pratiche di esproprio, che furono, però, impugnate dai proprietari del terreno. La giustizia ha fatto il suo corso definitivo: la sentenza è passata in giudicato ed è stata favorevole per i Sollazzo, a cui il Comune deve pagare i danni con soldi che dovrà sottrarre al già asfittico bilancio comunale. Tutto questo si poteva evitare? C’è stata qualche negligenza amministrativa? E da parte di chi?

Staff Granata, nuovi arrivi

Lo staff del sindaco si arricchisce di altri due componenti che vanno ad aggiungersi all’avvocato civilista Salvatore Nasti, già nominato, qualche mese fa, addetto stampa del Comune. Al momento si conosce solo il nome di uno dei due componenti, poiché l’altro è ancora in attesa di nomina. Si tratta di Angela De Vito, ventinovenne sociologa calvizzanese, che andrà in forza all’ufficio Servizi sociali. De Vito, pupilla del sindaco Granata, che l’ha voluta candidata alle ultime elezioni provinciali per la lista Nicolais, con un discreto consenso, percepirà un compenso netto di circa 750 euro mensili. Cambio della guardia anche per uno dei due componenti che spettano a Calvizzano nel consorzio cimiteriale Mugnano-Calvizzano: al posto del dimissionario Fabio Felaco dell’Udc, subentra Claudio Clausi, che sarebbe stato indicato dal capogruppo Udc Antonio Martiello. L’altro componente calvizzanese del consorzio cimiteriale è il maresciallo in pensione Lorenzo Grasso, presidente del circolo ca…

Finanziamenti e nuove iniziative la media Polo sempre più avanti

Fare uscire la scuola dal proprio territorio è quello che sta cercando di fare, da tre anni a questa parte, la dinamica preside dell’Istituto comprensivo Marco Polo. Già da quest’anno c’è stata la presenza attiva della scuola calvizzanese al Marano spot festival. Inoltre la scuola è stata presente con un proprio stand e con uno spazio conferenze a Città della Scienza, dove si è svolta una manifestazione sulle problematiche della scuola tra le più importanti d’Italia. Infine, finalmente, è arrivato anche l’inserimento nel circuito regionale “Scuole aperte”. E’ stato ottenuto un finanziamento di 30mila euro che sarà utilizzato sia per mettere in piedi un laboratorio di Telegiornalismo, avvalendosi della consulenza dei tecnici e dei giornalisti dell’emittente locale Tele Club Italia, sia per la creazione di un sito intitolato “La scuola in diretta”. Altri 20mila euro aggiuntivi serviranno a sviluppare il progetto comunica@zione, in partnership con l’istituto Levi di Marano, il cui evento…