Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2009

Primarie Pd, a Calvizzano vince Bersani ma non sfigura Franceschini

Domenica 25 ottobre, in occasione delle primarie del partito democratico, c’è stata un’affluenza alle urne al di sopra di ogni aspettativa: i tre calvizzanesi candidati all’assemblea regionale, due con Bersani (il sindaco Granata e l’assessore Pasquale Napolano) e uno con Franceschini (Ciro Cavallo, fratello dell’assessore all’Ambiente Francesco) hanno fatto sicuramente da traino. Hanno votato 858 calvizzanesi: la lista che ha ottenuto più voti (394) all’assemblea regionale è stata “Per un partito popolare e riformista” nella quale era candidato il sindaco Granata; al secondo posto si è piazzata la lista “Franceschini con Impegno”, dove figurava tra i candidati Ciro Cavallo, mentre al terzo posto si è collocata “Mezzogiorno protagonista”, che ha ottenuto 96 voti e nella quale era candidato Pasquale Napolano.
Insomma, alla fine Enzo Amendola, il candidato di Bersani alla segreteria regionale, ha ottenuto complessivamente 530 voti, Leonardo Impegno, il candidato di Franceschini, 314 vot…

Ci ha lasciato il cavaliere Agliata

E’ morto, all’età di 68 anni, il cavaliere Giuseppe Vittorio Agliata, un esponente di spicco della politica locale. Che lottasse da tempo con una malattia che non perdona lo sapevamo tutti, ma come è normale in questi casi si spera sempre che la voglia di vivere e le medicine possano aiutare ad andare avanti quanto più possibile. Ma così non è stato, e ieri il cavaliere ci ha lasciato. Che fosse una persona integerrima lo sapevano tutti coloro che l’hanno conosciuto: amava il sociale e la politica, intesa come pura ricerca del benessere altrui. I suoi avversari politici lo temevano, poiché era preparato e sempre pronto a denunciare il malaffare in tutte le sue sfaccettature, ma lo rispettavano. Vogliamo ricordarlo, riproponendo un’intervista che ci ha rilasciato poco più di un anno fa, in occasione della sua candidatura nella lista Pirozzi alle ultime amministrative calvizzanesi.
INTERVISTA AL CAVALIERE GIUSEPPE VITTORIO AGLIATA
Giuseppe Vittorio Agliata, 67 anni, sposato, cinque figlie…

Comune pronto per il servizio civile

Il comune di Calvizzano ha ottenuto l’ok dalla Regione e risulta iscritto nell’albo degli enti accreditati per il Servizio di volontariato civile.
“La procedura di accreditamento – afferma l’assessore alla Politiche giovanili e al Servizio civile, Michele D’Ambra - è la condizione necessaria per la presentazione dei progetti che a breve trasmetteremo all’Ente di piazza Santa Lucia”.
Se i progetti saranno approvati, venti giovani del territorio tra i 18 e i 28 anni, nel 2010, potranno dedicarsi per un anno a un servizio di volontariato nel campo dell’assistenza, dell’ambiente, della protezione civile, percependo circa 430 euro mensili.

Manca l’agibilità, slitta l’inaugurazione della tensostruttura

A scuola si erano già organizzati: l’accoglienza di una delegazione di circa 200 ragazzi del Marano Spot Festival sarebbe dovuta avvenire nella tensostruttura appena realizzata e ubicata nel piazzale della media Polo. Per il Comune sarebbe stata anche l’occasione buona per celebrare la cerimonia inaugurale della nuovissima struttura, costata circa 100mila euro. Si sono, però, messi di traverso i consiglieri di opposizione Giacomo Pirozzi e Ivano Migliaccio che hanno inviato una missiva al sindaco, alla preside, ai carabinieri e perfino al Prefetto, diffidandoli dall’autorizzare l’apertura della tensostruttura poiché ancora mancante della certificazione di agibilità, di fruibilità e di ogni minima normativa riguardante la sicurezza. Così l’apertura è slittata e i ragazzi sono stati accolti nei locali della scuola. «Nulla da eccepire sulle motivazioni di questi signori che fanno il loro mestiere di politici – ha dichiarato la vulcanica preside dell’Istituto Polo, Armida Scarpa – anche s…

Fondi regionali per la scuola

Grazie all’impegno del vicesindaco e assessore alla Pubblica istruzione, Antonio Mauriello, la Regione ha elargito al Comune un contributo a fondo perduto di 50mila euro: con questi soldi sarà comprato un pulmino da 32 posti che sarà destinato al trasporto scolastico anche se non è ancora ben chiaro chi gestirà il servizio e il mezzo.
Novità anche sul fronte dell’edilizia scolastica: l’amministrazione ha inoltrato alla Regione la richiesta di un finanziamento a fondo perduto di circa 200mila euro che dovranno servire per adeguare la media Polo alle norme sulla sicurezza.
“Se ci sarà concesso il finanziamento – afferma il vicesindaco Mauriello – per conto nostro andremo ad aggiungerci altri 150mila euro che entreranno nelle casse comunali attraverso l’accensione di un mutuo presso la Cassa depositi e prestiti”. In totale si disporrebbe di circa 400mila euro per la scuola media.

Acque di nuovo agitate tra sindaco e Unione di Centro

Si è concluso con un nulla di fatto l’incontro tra il sindaco e la delegazione dell’Unione di Centro. Incontro dal quale dovevano venir fuori le deleghe da assegnare ai due neo assessori in quota al partito di Casini.
I centristi calvizzanesi hanno chiesto sia l’assessorato alle Finanze sia quello ai Servizi sociali e il sindaco li avrebbe accontentati a metà. In pratica, si sarebbe dimostrato disponibile ad assegnare la delega ai Servizi sociali, mentre non avrebbe voluto cedere sulla delega alle Finanze, ancora saldamente nelle mani dell’assessore Antonio Ferrillo. Oltre a quella ai Servizi sociali, il Primo cittadino avrebbe messo sul piatto la delega al Commercio e alla Viabilità
Ma i seguaci del consigliere provinciale Biagio Iacolare non hanno accettato e non intendono muoversi dalla loro posizione. “Se non ci vengono assegnate queste due deleghe – hanno detto -, vuol dire che garantiremo all’amministrazione, solo il nostro appoggio esterno, vale a dire che, di volta in volta, vot…

In via Garibaldi antiestetici e pericolosi spezzoni di marciapiedi

Continuano senza soste i lavori in via Garibaldi: dovrebbero terminare entro la fine di questo mese, salvo imprevisti. Non mancano, però, le perplessità di diversi cittadini che continuano a chiedersi come mai in alcuni tratti di strada sono stati realizzati, ex novo, solo spezzoni di marciapiedi? Spezzoni che potrebbero creare grossi problemi a coloro che quotidianamente sono costretti a percorrere piedi quella strada, poiché rischiano di essere investiti da qualche auto. Allora, perché l’amministrazione non fa un ulteriore sforzo, per cercare di reperire altre risorse che servirebbero a finanziare sia i lavori di collegamento dei vari spezzoni di marciapiede sia la realizzazione di alcuni muri di cinta a protezione delle proprietà di coloro che si sono resi disponibili a cedere per fini sociali un metro dei loro appezzamenti di terreno?

Un sindaco attivo ma assente sulla questione giovani

Nulla da eccepire sull’impegno che il sindaco Granata profonde per la crescita di Calvizzano. Sta amministrando la città come farebbe un buon padre di famiglia in un periodo difficile e di crisi mondiale. E’ sempre presente al Comune, s’interessa in prima persona di tutte le problematiche che riguardano la città ed è anche attento a bloccare propositi maldestri di qualche amministratore che intende la gestione ancora alla vecchia maniera, cioè sfruttare la cosa pubblica per migliorare la posizione economica sua e dei suoi familiari. D’altronde anche la segretaria comunale lo ha detto: “Ho lavorato in diversi Comuni ma è la prima volta che vedo un sindaco presente ogni giorno nella casa comunale, che lavora senza soste e, nel contempo, competente e preparato su ogni questione amministrativa”. Aggiungiamo anche che Granata è un sindaco onesto e attento ai costi: cerca di fare economia su tutto per poi investire i risparmi in altri settori.
Ma può bastare tutto questo?
Si tratta sicurament…

Si calmano le acque tra sindaco e Unione di Centro

Con i 14 voti della maggioranza contro i 7 dell’opposizione è stato approvato, in consiglio comunale, il punto all’ordine del giorno, riguardante la salvaguardia degli equilibri di bilancio, un atto fondamentale per l’ente comunale. Se non fosse stato approvato, infatti, il consiglio comunale sarebbe stato sciolto. I componenti dell’Unione di centro (la nuova formazione comprendente quattro consiglieri di maggioranza), si sono presentati all’assise cittadina, nonostante il sindaco non avesse ancora provveduto a nominare i due assessori spettanti al loro partito e concordati già a luglio scorso. Eppure, attraverso un documento, avevano minacciato di non votare il riequilibrio di bilancio se il sindaco non avesse provveduto a conferire la nomina di assessore a due componenti del loro partito, prima del consiglio comunale. Come mai questo dietrofront?
“Il sindaco – afferma il capogruppo dell’Unione di centro, Antonio Martiello – ci ha garantito che quanto prima provvederà al rimpasto e a…

Acque agitate tra il sindaco e l’Udc in vista del riequilibrio di bilancio

Antonio Martiello, capogruppo consiliare del’Udc, prima dichiara la sua fuoriuscita dal partito di Casini, poi dopo un paio di ore rientra. Tutto è accaduto nella seduta consiliare del 24 settembre, dove si doveva discutere del Riequilibrio di bilancio. Sembrava una serata tranquilla dal punto di vista politico, ma invece si è trasformata in bufera. Ore 20, 05: inizia lo show. Dei quattro componenti (tre consiglieri comunali più il presidente del consiglio Giuseppe Salatiello) del partito di Casini, che sostengono la maggioranza guidata dal sindaco Granata, si presenta all’assise cittadina solo Antonio Martiello, nonostante l’ordine di scuderia fosse quello di non parteciparvi, per incalzare politicamente Granata.
«Due assessori, prima dell’approvazione del riequilibrio di bilancio oppure niente voto e si va tutti a casa». Questo, in pratica, è stato il senso del discorso dei sostenitori calvizzanesi del consigliere provinciale Biagio Iacolare. All’inizio della seduta consiliare, prend…

Intervista a Granata, dopo un anno e mezzo da sindaco

Intervista a Granata, dopo un anno e mezzo da sindaco

“E’ stato un periodo difficile ma i risultati stanno arrivando”


A distanza di 17 mesi e mezzo dal rilevante successo elettorale della “Lista Granata”, abbiamo chiesto al sindaco di Calvizzano di fare il punto sulla situazione.
Sindaco Granata, è soddisfatto di quello che ha prodotto in questa prima fase?
“Sì, mi sento soddisfatto: sono contento principalmente dell’impegno che ho profuso e dei primi risultati raggiunti, considerando anche che l’attività di programmazione richiede, comunque, un certo tempo”.
Quali risultati ha raggiunto e cosa vedranno i calvizzanesi a breve termine?
“Raccolta differenziata: abbiamo realizzato il porta a porta raggiungendo percentuali superiori al 25 per cento e per questo motivo abbiamo ottenuto anche una premialità dalla Provincia come Comune virtuoso; abbiamo realmente aperto l’elementare Diaz dotandola di palestra e ulteriori otto aule; grazie al nostro impegno, visto che la prima ditta aveva dato forf…

Scarcerano per errore il figlio tossicodipendente ma il padre lo rimanda in carcere

Michele, 33 anni, oltre la metà della sua vita spesa a drogarsi, quando nel carcere ha letto l’articolo apparso sull’ultimo numero del giornale l’attesa, dove è stata pubblicata la struggente lettera scrittagli da suo padre, è scoppiato in un lungo pianto. Non per il contenuto, che conosce a memoria, ma per il coraggio dimostrato dal suo genitore, Antonio Migliaccio, molto conosciuto a Marano con lo pseudonimo “l’acquaiuolo”, nel divulgare la sua storia alla stampa, rendendola di dominio pubblico. Michele non ha esitato a prendere carta e penna e a scrivergli: «Sei un padre speciale: ti ringrazio per quello che stai facendo per me». Ma Antonio Migliaccio, convinto che solo col carcere il figlio possa uscire dal tunnel della droga, si è reso protagonista di un altro singolare episodio. Nello scorso mese di giugno, la polizia penitenziaria gli ha portato il figlio a casa. Era stato rilasciato, forse per un errore burocratico poiché avrebbe dovuto scontare altri quattro anni, ma Anton…