Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2017

Calvizzano, l’ex sindaco Pirozzi ci ripensa: non si dimetterà da consigliere comunale

L’ex sindaco Pirozzi, dunque, non si dimetterà più: continuerà a esercitare il ruolo di consigliere comunale, contrariamente a quanto ci ha riferito telefonicamente il 19 gennaio scorso. Ma cambia qualcosa? Essendo per isuoi strascorsi politici il più autorevole dei quattro che siedono nei banchi della minoranza, continuerà a esercitare il ruolo di oppositore solo sulla carta, come ha fatto in questi tre anni e mezzo di consiliatura o comincerà davvero a dare “filo da torcere” a Salatiello e alla sua maggioranza? E’ disposto a concederci un’intervista, come d’altronde ha sempre fatto negli anni in cui era sindaco e, in seguito, oppositore di Granata, per spiegare alla città perché questo piano urbanistico, secondo la sua visione non va bene ed è solo una manovra elettorale? Intanto, va dato merito ad Antonio Ferrillo, capogruppo di maggioranza ed ex assessore con Salatiello, con Granata e con Pirozzi, per aver fiutato in anticipo che l’ex sindaco non si sarebbe mai dimesso. E’ stato un…

Calvizzano, impiegati comunali si dividono altri 20mila euro d’incentivo

Essere impiegati comunali a Calvizzano, in questo particolare periodo, comporta due vantaggi: il posto fisso assicurato per tutta la vita e lauti incentivi. Nulla da eccepire, per carità, lo prevede la legge, ma lo meritano tutti? I 20mila euro stanziati per il 216 sono risorse per le performance individuali: al momento siamo in grado di elencare solo le somme divise tra gli impiegati degli uffici Affari Generali e Tributi, poiché, al momento, sono gli unici due atti comparsi all’albo pretorio online. Ai cinque impiegati che fanno capo agli Affari generali sono stati attribuiti 4mila489,64euro: i tre dipendenti di categoria B1 si dividono 759,65 euro cadauno, mentre al dipendente di categoria C5 vanno 1157,78 euro e a quello di categoria C2 1052,92 euro. Ai due dipendenti dell’Ufficio tributi sono stati assegnati 901 euro a quello di categoria B2 e 759,65 euro all’altro (categoria B1).

Calvizzano. Farmacia comunale, il Comune ricorre al Consiglio di Stato

Dopo la sentenza del Tar che ha visto soccombere il Comune nei confronti del C.I.S.S. (Consorzio Intercomunale per i Servizi Socio-Sanitari che si occupa anche della gestione delle farmacie Comunali) arriva il ricorso al Consiglio di Stato. Il sindaco ha affidato la difesa del Comune all’avvocato Antonio Sasso con studio a Napoli in via Toledo che ha già curato la resistenza dinanzi al TAR. La parcella è fissata nel limite di massimo di 5mila euro oltre iva e cassa professionale. La questione l’avevamo già anticipata il 3 febbraio scorso, dove abbiamo ricostruito l’intera vicenda iniziata 3 anni e mezzo fa e costata all’ente, finora, oltre 20mila euro.

P.S. L’istruttoria della pratica di affidamento di difesa legale è stata curata dalla responsabile dell’Ufficio Affari Generali, Margherita Mauriello, tra l’altro responsabile della Trasparenza. Ancora una volta le facciamo notare che le è sfuggito di allegare alla determina la relazione dell’avvocato Sasso dalla quale si evincono le mot…

Calvizzano, nel 2016 spesi circa 31mila euro per lavori di manutenzione impianti elettrici: mercato diviso tra le ditte locali Med e Mar

Per la manutenzione degli impianti elettrici immobili comunali e della pubblicazione illuminazione, nel 2016, stando agli atti pubblicati online, hanno lavorato solo due ditte calvizzanesi: la Med Impianti di Sandolo Liccardo con sede in via Roma e la M.A.R. intestata ad Alessandro Tortora, con sede in via Scarpetta. Sono stati commissionati, attraverso affidamenti diretti, 30mila761 euro di lavori, al di fuori dell’iva, poiché la nuova legge prevede che il Comune debba versarla direttamente all’Erario. La parte del leone l’ha fatta Med Impianti con sette lavori per un totale di 21mila439 euro, mentre la M.A.R., sempre da quello che leggiamo, ne ha avuto assegnati solo due per un totale di 9322 euro.

Calvizzano, il flop delle esternalizzazioni

Furono annunciate in pompa magna dal sindaco e approvate in Consiglio Comunale a ottobre 2015 con il voto compatto della maggioranza e quello contrario del consigliere di minoranza Biagio Sequino. A distanza di circa un anno e mezzo, non ne è partita neanche una. Eppure Salatiello fu chiaro: “le gestioni indirette devono essere concretizzate velocemente, perché i responsabili di settore, ognuno per la propria specifica competenza, hanno due mesi di tempo per predisporne gli atti propedeutici, tra cui il capitolato d’appalto e il bando di gara”. L’accelerazione degli iter procedurali fu addirittura prevista da un emendamento presentato proprio dal sindaco Salatiello e votato all’unanimità. Fu invece bocciata la proposta del consigliere Biagio Sequino, all’epoca l’unico della minoranza a essere presente in aula (Angela De Vito non poteva esserci perché in quel periodo si sposò) di far passare nelle varie commissioni consiliari gli atti amministrativi precedenti l’esternalizzazione di ogn…

Marano-Calvizzano, Antonio Botta protagonista nel nuovo spettacolo “Thank you America”

Il 2017 è iniziato alla grande per Antonio Botta, il trentaduenne artista maranese di nascita e calvizzanese di adozione. Oltre a essere impegnato nella tournèe dello spettacolo “Gran CafèChantant” con Tato Russo, dove interpreta il ruolo di un esilarante Giacomino, dal 3 al 5 febbraio,  sarà protagonista, insieme a Stefano Sannino, al Teatro Maria Aprea di Volla nello spettacolo “Thank you America”, scritto dal bravissimo attore e regista vollese Tommaso Scarpato, scomparso l’anno scorso a soli 55 anni. Oltre a Botta e Sannino, il cast è completato da altri valorosi attori:Adele Zeo, Ornella Gallo, Luca Giacometti, Ilaria Arra, Luca Canzanella, Gennaro Talamo, Bruna Barbato, Erminia Pistone. Le luci e l’audio saranno curate da Antonio Scarpato,  figlio più piccolo del compianto regista, mentre le scene sono de “Gli Amici del Teatro”.  Antonio ha avuto il suo approccio con il teatro 17 anni fa, debuttando al teatro Lily di Marano. “Porto nel cuore tutti. – ha scritto recentemente in un…

Calvizzano. Spese telefoniche e connettività internet, la dottoressa Mauriello fa risparmiare il Comune ma sbaglia a scrivere la determina

I critici della dottoressa Margherita Mauriello, responsabile del settore Affari Generali e Avvocatura, responsabile della Trasparenza, questa volta dovranno ricredersi, poiché, grazie al suo intervento, il Comune risparmierà notevolmente i costi annui relativi alla telefonia fissa, mobile (cellulari in dotazione a capi uffici, assessori e sindaco)  e alla connettività internet, compresa quella delle scuole pubbliche del territorio. La spesa annuale passa da 30mila euro a 12 mila euro più iva. L’offerta è pervenuta da parte della Vodafone Omnitel BV. Il contratto è di durata triennale e comporterà un risparmio complessivo di oltre 50mila euro. Ci domandiamo come mai quest’ottima operazione economica non sia stata condotta già da tempo. Ma veniamo alla determina. “Da un’analisi della predetta proposta – scrive Mauriello nell’atto da lei firmato – emerge che al Comune di Calvizzano viene garantito un miglioramento della rete internet con un incremento dei costi annui par a 12mila euro”. M…

A Enzo Salatiello non piace l’dea di un museo in onore dell’ammiraglio Caracciolo: “la mitica rivoluzione del 1799 è un’autentica barzelletta”

Da un  simpatizzante del movimento neoborbonico riceviamo e pubblichiamo
Gentile Mimmo,
noi ci conosciamo e per questo permettimi di esprimerti tutta la mia stima e amicizia.
Per quanto riguarda il contesto che ha determinato il discorso caduto sull’Ammiraglio Caracciolo sorvolerei perché non ci trovo nulla di interessante, mi preme però dirti (scusami sono di poco più giovane di te ma la tua gentilezza e buon senso mi spingono a darti del tu) qualcosa sull’opportunità di intitolare la Villa comunale al suddetto e all’istituzione di un museo in suo onore… già, l’onore. Non credo che i “Neoborbonici” che conosco tutti molto bene, si appigliano a questioni simili, parlo dei dirigenti riconosciuti da tutti: il prof. Gennaro De Crescenzo, l’avvocato Alessandro Romano e tanti altri ancora, la galassia ormai, come quelle vere si sta espandendo e due parole vanno dette: Cosa diresti se un ammiraglio della United States Navy, tradisse gli Stati Uniti, disattendendo gravemente gli ordini dell’a…

Calvizzano. Rateizzazione tributi, “tempi biblici” per l’assegnazione di una garetta negoziata da 40mila euro

A distanza di circa 10 mesi dall’atto di indirizzo ancora non si conosce il nome della società vincitrice dell’appalto
Perché le gare negoziate (invito a più operatori a presentare un’offerta) che potrebbero concludersi nel giro di una ventina di giorni, al massimo un mese laddove sono precedute dalla manifestazione d’interesse, a Calvizzano durano una vita? Recentemente è accaduto per i lavori dell’isola ecologica, per i lavori di ristrutturazione del piano terra del Municipio e si sta verificando per l’affidamento dei servizi di razionalizzazione della gestione fiscale (recupero di una parte di iva versata allo Stato) e quello di rateizzazione delle entrate comunali. Da non confondere con la privatizzazione del servizio di accertamento e riscossione delle entrate tributarie ed extratributarie, ben altra cosa, inserita nell’elenco delle privatizzazioni da fare. Appena quest’ultima sarà operativa, premesso che vada in porto, il gestore che vincerà la gara ad evidenza pubblica dovrà att…

Calvizzano. Caracciolo, rivoluzionario o traditore? “Però era gay” …

Ieri è stata una giornataccia, di quelle che ti portano a riflettere e a domandarti se vale la pena o meno continuare a portare avanti battaglie di civiltà. Ho capito perché in questa realtà è difficile uscire dalla morsa dei pregiudizi e degli atavici retaggi di una radicata sub cultura paesana. Occorre un’autentica rivoluzione socio-culturale a trecentosessanta gradi. Ma chi è disposta a farla? I fatti. Mi sono fermato pochi minuti davanti al Comune a parlare con alcuni esponenti della maggioranza che sostiene il sindaco Salatiello: sono ritornato a casa allibito. La discussione si è incentrata sulle ipotetiche   dimissioni da consigliere comunale dell’ex sindaco Pirozzi ed ho fatto presente che mi sono state confermate telefonicamente. A un certo punto è intervenuto il fratello vigile (si trovava da quelle parti) dell’ex Primo cittadino il quale, rivolgendosi verso di me, ha detto testualmente: “l’ha fatt pe te levà a tuorn”. Parole che  si commentano da sole. Poi il discorso è sciv…

Calvizzanoweb in crescita: ieri visualizzate oltre novemila pagine

E ieri, 27 gennaio 2017, abbiamo pubblicato solo quattro articoli, tutti su Calvizzano, segno che cliccano al nostro indirizzo da tante altre parti del comprensorio. Quasi raramente diamo spazio a notizie di cronaca, quelle che fanno impennare le visualizzazioni.

Calvizzano. Tra le nuove strade da intitolare ce n’è anche una dedicata al prefetto Di Donato

Il prolungamento di via Aldo Moro, il tratto di strada che conduce verso Marano dovrebbe essere intitolato al Prefetto del Regno Gennaro Di Donato, nonno di Giulio, ex vice segretario nazionale del Partito socialista ai tempi di Craxi.  Gennaro nasce a Calvizzano il 19 gennaio 1879, suo padre era dirigente del Comune. Da Prefetto di Livorno ebbe il coraggio di contrastare il Conte Ciano (padre di Galeazzo marito di Edda Mussolini), per aver negato, verso la fine degli anni venti, il porto d’armi a un amico del noto personaggio tra i primi fondatori del Fascio . Questi si vendicò del Prefetto Di Donato, appena arrivò al potere il fascismo, sostenendo una persona di fede liberale non poteva considerarsi amica del Nuovo Regime. Di Donato, dunque, dopo un’intensa attività svolta per il Regno, sia alla Prefettura di Livorno che a quella di Viterbo, da lui fondate, di Commissario straordinario di Palermo, di Taranto e di altre città, dovette subire la mortificazione della messa a disposizio…

Marano, la vera storia di Palazzo Merolla : dall’acquisto alla consegna alla città

L’iter è durato circa 10 anni. Le trattative per l’acquisto iniziano nel 1998. Nel 1999, dietro interessamento dell’amministrazione Bertini, lo storico edificio viene sottoposto a vincolo dalla Sovrintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Napoli.



L’acquisto viene concluso a giugno 1999: il Comune sborsa un miliardo e 50 milioni di vecchie lire alla “Tiziana Costruzioni” che lo aveva comprato  a un prezzo di gran lunga inferiore (vedi intervista Bertini dove chiarisce la questione acquisto), ma, nonostante tutto, richiedeva un miliardo e 200 milioni. 



A novembre 2001 si complica la situazione poiché spunta un usufrutto.


I lavori vengono appaltati durante l’ultimo scorcio di amministrazione Bertini: la gara viene vinta dalla ditta Mastrominico di San Cipriano d’Aversa.



Il cantiere di ristrutturazione di Palazzo Merolla viene inaugurato il 21 dicembre 2005, alla presenza di rappresentanti della Soprintendenza ai Beni culturali. I lavori dovevano terminare nel giro di un anno, invece, pe…

Calvizzano arretrata pure nel Peg?

PEG, acronimo di Piano Esecutivo Gestionale. Di cosa si tratta? Per dirla in maniera semplice, è lo strumento con cui l’amministrazione specifica in modo dettagliato gli obiettivi che intende raggiungere durante l’anno sulla base dei programmi descritti nel Dup (documento unico di programmazione) e in base alle risorse stanziate in bilancio. Il compito di raggiungere tali obiettivi è demandato ai capi settore che a Calvizzano ne sono 7, tanti se si pensa che il Comune è piccolo è conta appena 28 dipendenti. Ad ogni obiettivo si dà un peso, quantificato numericamente, la cui totalità è 100. A seconda dei risultati raggiunti, viene liquidato il premio di risultato la cui misura massima è il 25% della posizione organizzativa, una indennità aggiuntiva allo stipendio, variabile da un minimo di 6mila euro a un massimo di 12mila911,41 euro annui. Questo tipo di valutazione spetta al Nucleo di Valutazione. A nostro avviso, il Peg del Comune di Calvizzano, quello pubblicato all’albo pretorio o…

Calvizzano. Intitolazione nuove strade, ancora tutto fermo

Nonostante la Commissione Toponomastica abbia svolto un ottimo lavoro, terminato in primavera 2016,  il sindaco ancora non si decide a convocare la giunta per ufficializzare i nomi delle nuove strade.La commissione, composta da Lorenzo Grasso (presidente), Vincenzo Trinchillo, Flora Del Prete (maggiornaza), Michele D’Ambra, Biagio Sequino (minoranza) e gli esterni avv. Elio Salatiello, Giacomo Trinchillo (consigliere comunale negli ani 90), Peppe Di Napoli (geometra,) ha adottato il criteriodi  pescare nella memoria storica del paese per far conoscere soprattutto alle giovani generazioni le proprie radici. Dei personaggi scelti ne abbiamo ampiamente parlato su questo blog, tranne due: Alfredo Revenaz e Gennaro Di Donato. Cominciamo dal primo, in un altro articolo parleremo di Di Donato. Dottor Commendatore Alfredo Revenaz (padre dell’ex sindaco di Calvizzano, pure lui Alfredo, scomparso recentemente).  Se la giunta non dovesse apportare modifiche alle proposte della Commissione, gli ve…

Calvizzano. Il nostro giudizio sul piano urbanistico, zona cooperative il voto sale da 9 a 10 e lode ma….

Il gioco dei voti continua. Con una premessa. Non avendo le necessarie competenze tecniche, stiamo giudicando il preliminare di piano urbanistico nelle linee generali, sempre secondo la nostra visione che non è il Vangelo, ma opinabile sotto tutti i punti di vista. Un paio di settimane fa scrivemmo testualmente:  “se Salatiello  avesse avuto il coraggio di osare, creando i presupposti  per rendere pubblica via Campania (una traversa di via Baracca), per garantire ai cittadini delle cooperative una viabilità alternativa al vicolo stretto di via Garibaldi, non avremmo esitato a dargli un bel 10. L’ha fatto (il particolare ci era sfuggito) e il voto passa da 9 a dieci. Dal grafico (vedi foto) si notano  due linee parallele rosse che rappresentano il prolungamento di via Peep (la strada dove si svolgeva il mercato settimanale, dal progettista definita impropriamente via Bachelet) attraversare l’area pubblica (attualmente recintata) attigua alle case popolari di via Pietro Nenni. Dopodiché…

Calvizzano. Alberi di via Pertini e viale della Repubblica potati di nuovo a distanza di 7 mesi. Servizio pagato attraverso la tassa sui rifiuti

A distanza di sette mesi, potati di nuovo gli alberi di via Sandro Pertini e di viale della Repubblica. Come mai? La spiegazione c’è: sta nella determina di affidamento diretto del servizio (possibile fino a 40mila euro) alla società Vivai Barretta Garden srl con sede a Melito per un importo di 9mila600 euro oltre iva, con un ribasso sul preventivo di spesa di circa 600 euro. Nell’atto, sostanzialmente si asserisce che il precedente servizio di potatura dell’alberatura stradale e degli spazi pubblici comunali, effettuata nel periodo 3 maggio 2016- 1 giugno 2016, “ha riguardato anche gli arbusti e le foglie caduche di viale della Repubblica e via Pertini, ma è stato eseguito durante il periodo di attività vegetativa con semplice riduzione della vegetazione superflua, sia per ragioni di sicurezza, fruibilità e decoro degli spazi pubblici che per la salvaguardia della pubblica e privata incolumità ed evitare gravi danni al Comune. Siccome le alberature in dette strade (via Sandro Pertini…

Calvizzano, intitolazione villa comunale: arrivano altre due proposte

Alla Commissione toponomastica, finora, sono arrivate tre proposte di intitolazione della costruenda villa comunale di via Pietro Nenni, ormai quasi in via di ultimazione. Una è quella della minoranza che vorrebbe intitolarla a Francesco Davide detto “Spellichione”, proposta già presentata come mozione di indirizzo in Consiglio comunale e mai discussa. Le altre due riguardano Alan Kurdi, il bimbo di circa 3 anni, figlio di una famiglia di rifugiati siriani che stavano tentando di raggiungere l’Europa, che morì annegato e fu ritrovato su una spiaggia, diventato simbolo della crisi europea dei migranti e il giudice Rosario Livatino, morto giovanissimo: venne ucciso il 21 settembre 1990 da quattro sicari assoldati dalla mafia agrigentina.     Proposte degnissime di essere prese in considerazione, ma, a nostro avviso, non apporterebbero alcun elemento di novità. Il sindaco Salatiello, da uomo scaltro e intelligente qual è , queste cose le sa bene, proprio lui che da campanilista quasi integ…

Calvizzano. Alle associazioni sportive precluso utilizzo palestra elementare Diaz per la mancanza di un semplice montascale. Una “presa in giro” durata 7 anni

La querelle iniziò ai tempi dell’ex sindaco Giuseppe Granata, quando l’A.S.D. Calvizzano Volley fece domanda per la concessione in uso della palestra del plesso elementare Diaz. E’ da settembre 2009, anno di nascita dell’associazione, che i titolari, Vincenzo Frascogna e sua moglie Mariangela Cafarelli (all’epoca fidanzata e allenatrice di volley), cercano di portare avanti il loro progetto, vale a dire quello di avere a disposizione una struttura, per far praticare a tanti giovani uno sport, mai esistito nel comune di Calvizzano. Riuscirono a strappare l’ok dell’ex sindaco Granata e dell’assessore allo Sport dell’epoca, Pasquale Napolano, per l’affidamento in gestione  della super moderna palestra dell’elementare Diaz, ma l’opposizione di quel periodo, guidata dall’ex sindaco Giacomo Pirozzi e dal suo amico assessore alla Pubblica Istruzione, Ivano Migliaccio, ne contrastò l’iter in tutti i modi e in tutte le sedi. Secondo gli esponenti della minoranza, tale affidamento non s’aveva d…