Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2009

Piccoli poeti crescono grazie alla scuola Polo

Fioccano premi per gli studenti dell’elementare e della media dell’Istituto comprensivo Polo. Diversi ragazzi si sono distinti in vari concorsi letterari dove hanno presentato racconti, poesie Haiku (componimento poetico di tre versi) e sono stati premiati. Alla decima edizione del Premio Fabrizio Romano hanno ottenuto il primo posto in due sezioni diverse Raffaele Granata, figlio del sindaco di Calvizzano, e Giovanna Sensale, entrambi studenti della terza media, mentre al terzo posto si è classificata Giulia De Marco che frequenta la quinta elementare. Al concorso internazionale Haiku in lingua italiana, bandito da Cascina Macondo, ha conquistato il terzo posto nella sezione collettiva, Lucia Brando dell’elementare Diaz, con questi versi: “Sono sorella dei fiori scostumati sparsi nel prato”. Ecco la motivazione della giuria: “ L’haiku si apre con una confessione disarmante, in cui si respira il candore e l’inquietudine dell’adolescenza (Aware). Ed ora costruiamo la scena: un prato di…

Amministrazione comunale, adesso serve il cambio di passo.

Archiviata la fase politica più burrascosa dall’insediamento di Granata e che aveva fatto presagire anche una crisi amministrativa, passato il periodo di start-up politico-amministrativo (ormai sono trascorsi circa venti mesi dall’insediamento del governo Granata), che è servita al sindaco e alla nuova maggioranza a conoscere bene i meccanismi amministrativi e, nel contempo, a organizzarsi, adesso bisogna cambiare passo e andare avanti a tutto spiano.
Il presidente del Consiglio comunale Salatiello ha creato un suo gruppo all’interno della maggioranza e ha ottenuto quello che si era prefissato: la presidenza, appunto, e due assessorati pesanti. Adesso si spera che l’ex sindaco usi questa sua forza decisiva (a meno che Granata non riesca a cooptare nei suoi ranghi almeno uno della minoranza per avere i numeri anche senza l’Udc), per fungere da pungolo, da stimolo alla realizzazione del programma, facendosi paladino di tematiche a lui care (villa Carandante-villa comunale, verde attrezza…

Ridotto il compenso annuo dei valutatori

L’amministrazione Granata continua la politica di ottimizzazione dei costi: in questi giorni la giunta ha provveduto a ridurre il compenso del Nucleo di valutazione, un organismo attraverso il quale si vuole stimolare l’affermazione di una cultura aziendale negli enti locali. I tre componenti non percepiranno più 8240 euro lordi l’anno come i loro predecessori, bensì 7500 euro lordi l’anno. Ma chi sono i tre professionisti di nomina politica? Il presidente è rimasto Ernesto Pianese, nominato in quota Michele D’Ambra, il consigliere comunale più votato alle ultima elezioni; al posto del dimissionario Salvatore Paolone (quota Cristofaro Agliata), invece, è subentrato Alfredo Trinchillo (quota vicesindaco Antonio Mauriello) mentre al posto della dimissionaria Maria Rosaria Vallefuoco (quota Antonio Sequino) è subentrata Angela Santopaolo (quota Giuseppe Scimia).

Notizie brevi

Il sindaco a Bruxelles
Il 2, 3, 4 e 5 dicembre prossimi il sindaco sarà a Bruxelles insieme all’assessore Pasquale Napolano per visitare la sede del Parlamento europeo, ma anche per l’apprendimento di conoscenze sulle nuove opportunità offerte dai fondi europei. I costi sono a carico del parlamentare europeo Andrea Cozzolino.

Quattro mesi per un portalampada
Protestano alcune famiglie di Corso Mirabelli, nei pressi della farmacia: sono trascorsi circa quattro mesi dalla loro richiesta di cambiare due portalampada rotti di uno dei pali dell’illuminazione pubblica. Stanno ancora aspettando.

Il Comune vuole comprare Palazzo Di Somma
Il Comune è intenzionato a comprare lo storico Palazzo Di Somma, ubicato in corso Mirabelli, per farne un luogo dove insediare la biblioteca comunale, un centro sociale per anziani e alcuni uffici comunali. La trattativa con i proprietari è a buon punto: solo per l’acquisto occorrono circa 500mila euro che saranno reperiti attraverso un mutuo. Per la ristrutturazi…

Tassa rifiuti, pagare la differenza per la superficie dichiarata ridotta

RETTIFICA DEL PRECEDENTE ARTICOLO (Abbiamo dovuto rivedere il contenuto del precedente articolo, inerente alla differenza da pagare sulla tassa rifiuti, poichè in un primo momento c'era stato assicurato che gli avvisi di accertamento non sarebbero stati inviati a casa dei contribuenti. Invece gli indirizzi politici sono stati ben altri.)

Si prospetta un Natale amaro per i contribuenti calvizzanesi: all’ufficio tributi, infatti, si sono organizzati per far arrivare gli avvisi di accertamento nelle case di migliaia di cittadini a cui viene imputato di aver pagato finora una cifra inferiore a quella dovuta per la tassa sui rifiuti. Non bastavano le bollette della spazzatura salate, con cifre molto più grosse di quelle dello scorso anno, poiché la tassa è aumentata di 20 centesimi, passando da 2,70 euro al metro quadro a 2,90 euro, adesso ci si mette pure quest’altro fardello delle bollette aggiuntive. Da cosa derivano? L’ imposta Nu, come è noto, si paga secondo il metraggio dell’abit…

Omicidio Granata, mandanti e killer tutti in carcere

Cosa si sente di dire agli assassini di suo padre? Fu la domanda finale che il cronista de il Mattino fece a Giuseppe Granata, sindaco di Calvizzano e figlio dell’eroe Raffaele, in una lunga intervista del 12 luglio del 2008.
“Che pagheranno – rispose Granata - l’orrendo delitto che hanno commesso”.
Quell’auspicio si è avverato, anche se, purtroppo, il papà di Giuseppe e di altri tre figli non ritornerà più su questa terra. Ormai, a distanza di 16 mesi, la giustizia ha chiuso il cerchio: mandanti ed esecutori di quell’efferato delitto sono tutti in carcere. Adesso si spera, come ha dichiarato Granata, che a questi soggetti verranno inflitte condanne esemplari.
Non vogliamo aggiungere più di quanto è stato già detto e scritto su altri mass media, ma solo pubblicare, per riflettere, un documento esclusivo: il commento che arrivò al nostro sito nel luglio 2008, scritto dai nipoti di Raffaele.
LETTERA PER IL NONNO. Caro nonno ora noi non possiamo vederti, ma potremo sentirti attraverso la vo…

Fondi di sviluppo: un’opportunità per il nostro territorio

Giovedì 19 novembre, nell’aula consiliare del comune di Calvizzano, davanti a un numeroso pubblico, si è svolto il primo dei 6 incontri programmati per spiegare agli imprenditori alle associazioni e ai cittadini le finalità dell’Accordo di reciprocità (un nuovo strumento di programmazione negoziata), per la presentazione delle idee progettuali, ma soprattutto per raccogliere le manifestazioni di interesse dei vari attori presenti sul territorio. Ma cosa sono questi Accordi di reciprocità? Concepiti nel 2006, durante la nuova programmazione dei fondi europei 2006-2013, sono un nuovo strumento per lo sviluppo locale voluto dalla Regione.Campania e destinato ai 45 Sistemi Territoriali di Sviluppo (STS) esistenti. Dopo i Patti Territoriali, i Progetti Integrati Territoriali e gli altri strumenti della programmazione negoziata, gli Accord di Reciprocità rappresentano la nuova frontiera dello sviluppo locale in Campania. La regione ha deciso di fissare a 500milioni di euro le risorse FAS (c…

Troppi ripetitori, aumenta la paura dell’inquinamento elettromagnetico

Alla fine la società di telefonia mobile ha vinto il ricorso al Tar del Lazio e ha installato il mastodontico ripetitore telefonico. La mega antenna è stata posizionata in corso Mediterraneo in località Marano, ma a pochi metri di distanza dal territorio calvizzanese: gli abitanti delle cooperative di via Aldo Moro, infatti, sono i più preoccupati, poiché il ripetitore è molto vicino alle loro abitazioni. Intanto, monta la paura dei calvizzanesi, per l’aumento delle emissioni elettromagnetiche, visto che un altro ripetitore è situato sopra il palazzo della cooperativa Sole di via Pietro Nenni, sempre nella zona cooperative. Molti residenti hanno già manifestato il loro disappunto al sindaco, chiedendogli di intervenire presso l’Arpac, oppure conferendo l’incarico a un esperto di elettromagnetismo, per la stesura di uno studio sullo stato di inquinamento, derivante dalle antenne.
La cittadinanza è, in ogni caso, preoccupata dall’aumento indiscriminato e senza regole delle antenne: il Co…

Antonio Sequino, benefattore o furbacchione?

Benefattore o furbacchione? L’interrogativo serpeggia nelle piazze e nelle case di Calvizzano. Riguarda il neo assessore all’Ambiente della nuova giunta Granata, Antonio Sequino, dopo la sua singolare iniziativa di devolvere lo stipendio che percepisce come amministratore (poco più di 900 euro) a scopo benefico. Il primo suo emolumento lo donerà all’associazione Rinascita calvizzanese (il cui presidente è suo figlio Biagio) che, attraverso manifesti murali, ha fatto sapere alla cittadinanza che utilizzerà il compenso per dispensare buoni spesa alle famiglie indigenti di Calvizzano. Sequino lo aveva detto in campagna elettorale e, almeno per il momento, ha mantenuto la promessa.
Paladino dei commercianti locali, il neo assessore è anche presidente dell’Ascom Calvizzano ed è sicuramente una persona che accende amore e odio, come tutti coloro che non sono statici ma s’impegnano per portare avanti idee e iniziative. Resta il fatto che l’ex sindaco Pirozzi, che lo ha avuto nella sua lista a…

Pirozzi: “Granata prende meriti non suoi, le opere pubbliche le ho avviate io”

Pirozzi: “Granata prende meriti non suoi, le opere pubbliche le ho avviate io”
L’ex sindaco Giacomo Pirozzi, che attualmente milita nel Movimento popolare autonomo (Mpa) che fa capo al governatore della Sicilia Lombardo, leggendo l’intervista rilasciata al nostro giornale dal primo cittadino Granata, è rimasto sbalordito perché, a suo parere, il sindaco in carica si sarebbe preso il merito di tante opere progettate e portate avanti dalla precedente amministrazione.
“Il sindaco mente sapendo di mentire – dice Pirozzi -. Lui sa bene che l’elementare Diaz è una opera della mia amministrazione: non siamo riusciti ad aprirla agli alunni per motivi tecnici, visto che mancava il solo collaudo; per la tensostruttura della media Polo probabilmente vuole fingere di non sapere che l’abbiamo voluta e finanziata noi; i campi da tennis stanno lì come li abbiamo lasciati: 18 mesi di sua amministrazione e una gara già espletata per completarli ancora non gli sono bastati. Per quanto concerne la strada …

Servizio idrico: scaduto il contratto con l’Idro-Tech, il Comune punterebbe ancora sul privato

Il 31 ottobre è scaduto il contratto stipulato a ottobre del 2000 tra Comune e Idro-Tech, la società privata che ha gestito per nove anni il servizio idrico cittadino. Cosa accadrà adesso? Si passerà alla gestione pubblica o si continuerà con quella privatitistica? Pare che al Comune siano orientato di nuovo verso una gestione privata, anche perché non si avrebbero a disposizione uomini e mezzi a sufficienza per garantire un servizio di simili dimensioni. Nelle more, dunque, che venga bandita una nuova gara, perché non si proroga il servizio all’Idrotech, così come è stato fatto per la tesoreria comunale? Una vacanza del servizio, infatti, potrebbe portare grosse difficoltà sia alla cittadinanza che al Comune stesso. E, poi, al di là della discussione atavica se l’acqua è meglio pubblica o privata, bisogna dire che l’Idrotech, in questi anni, ha lavorato molto bene sul territorio, garantendo un servizio efficiente alla cittadinanza e un rientro economico al Comune: a Calvizzano, infat…

Una strada per Benito Ricciardiello

L’ex sindaco Giacomo Pirozzi, insieme ad altri consiglieri di minoranza, ha portato in Consiglio comunale la proposta di intitolare la piazza dove è ubicata la villa Galiero al compianto sacerdote calvizzanese Benito Ricciardiello, parroco di Calvizzano nel 1967, ma soprattutto un sacerdote di frontiera, visto che ha guidato diverse parrocchie in territori difficili tra cui quello di Scampia.
« La nostra proposta – spiegano i firmatari – nasce sia per ricordare la figura di un predicatore integerrimo, ma anche per far conoscere alle nuove generazioni l’operato e l’esempio di un figlio della nostra terra». La proposta sarà affidata alla Commissione toponomastica che verrà nominata durante il prossimo Consiglio comunale.

Progetto videosorveglianza, chiesto un finanziamento alla Prefettura

Il progetto telecamere intelligenti è ancora al vaglio della Prefettura: le probabilità che venga finanziato sono alte. L’amministrazione l’ha presentato durante quest’estate e consiste nell’installazione in diversi punti della città di nove telecamere, tutte dotate di antenne e collegate tra loro attraverso una rete wireless, alla centrale operativa, individuata all’interno degli uffici della polizia municipale di Calvizzano. La cifra richiesta ammonta a circa settantamila euro (a fondo perduto) e servirà per fronteggiare i costi dovuti al software, alle attrezzature informatiche e per la gestione delle antenne. Questo progetto di videosorveglianza si andrebbe ad aggiungere al progetto intercomunale Alpha, già in funzione, la cui centrale operativa è posizionata negli uffici della polizia municipale di Giugliano, pronta a smistare informazioni e a segnalare casi sui quali le forze dell’ordine saranno pronte a intervenire. Giugliano ha 16 postazioni, mentre gli altri Comuni ne hanno u…

In attesa di un nuovo tesoriere

Per conoscere il nuovo gestore della tesoreria comunale bisognerà aspettare ancora. Bisogna concludere la gara d’appalto. Nel frattempo è stato prorogato l’incarico alla Geset, attuale gestore della tesoreria. « A prescindere da chi vincerà la gara – afferma il sindaco Granata – il Comune risparmierà circa 80 mila euro all’anno, poiché in Consiglio comunale abbiamo approvato una delibera che impone al nuovo gestore di applicare sui movimenti monetari un compenso massimo dell’1,05 per cento contro l’attuale 1,29 per cento”.

Inaugurata sede Italia dei Valori di Calvizzano

Da venerdì 30 ottobre, giornata dell’inaugurazione, anche a Calvizzano c’è una sede dell’Italia dei Valori. In via Aldo Moro 20, nei pressi della scuola media, è nato un nuovo laboratorio politico dove è possibile confrontarsi su temi sia di carattere nazionale che locale, ma soprattutto un luogo da dove verranno lanciate idee e condotte battaglie, per migliorare le condizioni di vivibilità del nostro paese. Alla cerimonia inaugurale hanno partecipato il coordinatore regionale del partito di Di Pietro, l’on. Nello Formisano, il capogruppo Idv al comune di Napoli, Franco Moxedano e Pasquale Rosiello, presidente del circolo locale, che ha moderato anche il dibattito. Hanno portato il loro saluto il sindaco di Calvizzano Giuseppe Granata, il presidente del consiglio comunale, Giuseppe Salatiello e l’assessore allo Sport e cultura, Pasquale Napolano. La sala era gremita soprattutto di giovani.
“Soprattutto noi giovani, con l’ausilio di altri tesserati – ha detto Pasquale Rosiello – vogliam…

La pittrice Maddaloni: “A Calvizzano è difficile essere artisti”

Imma Maddaloni, 59 anni, single, vive e lavora a Calvizzano, dove è maestra d’asilo alla materna: è una eclettica pittrice, le cui opere sono esposte e vendute soprattutto all’estero. E’ anche presidente dell’associazione culturale Arianna Arte, promotrice di eventi artistici di notevole spessore. Di lei si sono occupati critici del calibro di Luppoli, Calabrese, Raio, Forgione, Avitabile, Pinto, Cocciardo, Bocola e Pumpo
Signora Maddaloni, che tipo di pittura predilige?
“Partendo dal figurativo sono arrivata al gestuale: in pratica utilizzo il colore non più con il pennello, ma con le mani o un altro tipo di attrezzo come, ad esempio, la spatola. Uso molto il blu perché è un colore che amo”.
Cosa significa per lei dipingere?
“Una incredibile emozione: tutto quello che ho dentro lo esprimo attraverso la pittura, ma anche con la poesia. Ho avuto un grande maestro, Armando De Stefano, straordinario pittore napoletano”.
La penalizza vivere in queste zone?
“A Calvizzano è difficile essere artis…

La cultura si costruisce insieme alla città

Nel nostro comune ci sono tanti artisti, giovani attori impegnati in diverse compagnie teatrali ma che non hanno un punto di riferimento se non la piccola sala teatrale della chiesa. A nostro avviso esiste, dunque, la necessità di costruire una rete diffusa sul territorio di agenzie culturali. In sostanza, la cultura di un territorio la devono fare quelli che su quella zona vivono. Promuovere agenzie culturali significa far fiorire un tessuto di associazioni, di soggetti del privato sociale, attivare la rete scolastica, far nascere cioè un tavolo partecipato con tutti i soggetti dove ognuno mette il suo. Il grande progetto culturale di una cittadina deve per forza nascere mettendo in rete tutte le energie e le risorse. La cultura, infatti, non è un'opera pubblica che si progetta, si appalta, si realizza e si inaugura. La cultura è interazione, scambio, partecipazione: o si costruisce insieme alla città oppure diventa sterile programmazione di eventi fine a se stessa. Bisogna, dunq…