Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2014

Affidata all’Interdata la manutenzione della rete informatica

La ditta di Casoria, vincitrice della gara d’appalto, già da diversi anni cura le attività di supporto e di manutenzione dei computer e dei server del Comune.  Dal 2009 si attendeva un nuovo appalto: all’epoca l’esecutivo Granata, dopo la proroga di un anno del contratto, diede la direttiva per procedere alla pubblicazione del bando che si è poi concretizzata nel 2014

Per i prossimi 4 anni sarà ancora l’Interdata a fornire i programmi per l’informatizzazione degli uffici e a curare la manutenzione dei computer e dei server del Comune. La ditta di Casoria (pare abbia iniziato a lavorare a Calvizzano verso la fine degli anni ’90) ha vinto la gara d’appalto svoltasi con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, dove, oltre al prezzo più basso (nel caso specifico, poteva incidere fino a un massimo di 20 punti) si è tenuto conto principalmente dell’aspetto qualitativo, tecnico e organizzativo del progetto (il disciplinare di gara prevede un’assegnazione fino a un max di 80 pu…

Manifesto pungente del partito democratico

Nei manifesti fatti affiggere dal Pd locale viene stigmatizzato l’operato dell’amministrazione Salatiello, perché in 15 mesi di governo cittadino niente è stato fatto per il paese. La sintesi delle cose non realizzate è abbastanza ampia, anche se non è stato fatto alcun accenno alle strutture sportive, all’aumento della pressione fiscale e alla questione acqua. Criticare va bene, poiché dovrebbe servire a stimolare sindaco e amministratori a far meglio e di più. Ma occorre anche un’efficace azione politica, cosa che, finora, non si è vista ancora. Cosa significa? Attraverso i propri rappresentanti in seno al consiglio comunale vanno presentate mozioni, interrogazioni ed emendamenti che possano servire a chiarire eventuali zone d’ombra e a migliorare la vivibilità della città.

Si ritorna a parlare di inquinamento elettromagnetico

Consiglieri comunali del presente e del passato, rappresentanti dei comitati contro i ripetitori e stazioni radio base per telefonia mobile si sono incontrati recentemente per discutere quali strategie mettere in campo, per evitare il proliferare incontrollato di antenne in città.
Al di là dell’ordinanza sindacale che sospende per un anno (a partire da novembre 2013) l’installazione di nuovi ripetitori, finora è stato approntato e approvato solo il regolamento comunale sull’installazione di nuovi ripetitori. Operazione che va sicuramente bene, ma rimane insufficiente se non affiancata da un “Piano delle antenne”, come andiamo scrivendo da tempo, da affidare a qualche studio professionale serio e specializzato in materia di inquinamento elettromagnetico.

Ritardi inspiegabili per il progetto Citizen

10


Servirà a mettere in rete i servizi comunali, ma anche a dare la possibilità di pagare online l’Imu, la Tari la Tasi e altri balzelli, utilizzando carte di credito e post-pay
Come mai alcune cose buone volute dall’ex sindaco Granata, tra cui la villa comunale di via Pietro Nenni e lo stesso progetto Citizen, stanno subendo questi inspiegabili rallentamenti?
A marzo 2013 scrivemmo che “Citizen online” era in dirittura d’arrivo, perché al Comune ci assicurarono che sarebbe andato in funzione di lì a poco, al massimo entro fine Aprile. Invece, a distanza di un anno e mezzo, tutto è ancora inspiegabilmente fermo. Il Rup (responsabile del procedimento amministrativo) Salvatore Sabatino (all’epoca capo dell’ufficio anagrafe) si è limitato a riferirci che anche lui, per saperne di più, sta cercando di contattare i tecnici della Maggioli, la società che ha vinto la gara d’appalto. Ma è possibile che dopo tutto questo tempo siamo ancora alle telefonate? E la politica cosa fa? Sta a guardare? R…

Tasse, l’amministrazione conferma al massimo l’addizionale irpef

 La scelta definitiva, però, spetta al Consiglio comunale L’esecutivo Salatiello conferma l’addizionale irpef dello 0,8%, ovvero la massima aliquota prevista dalla legge. Adesso, l’ultima parola spetta al Consiglio comunale. Pare che il consigliere di minoranza, Biagio Sequino, sia intenzionato a presentare un emendamento che ne preveda la riduzione di due punti percentuali. In questo caso, dovrà anche indicare la copertura economica, cioè le spese da eliminare o da diminuire, per far fronte ai minori introiti. Insomma, almeno per il momento (per il secondo anno consecutivo) non è stata mantenuta la promessa elettorale di Salatiello di dimezzare l’imposta comunale, per portarla allo 0,4%.   Ai lavoratori e ai pensionati calvizzanesi, dunque, non rimane altro che sperare in tempi migliori. Ricordiamo che, nel 2012, l’amministrazione Granata propose di elevare l’odiato balzello comunale legato al reddito, dallo 0,4% allo 0,7%; alla fine il Commissario straordinario, a novembre 2012, deci…

Marciapiedi? Pochi e impraticabili

Intanto, i cittadini, attraverso le bollette NU.,. pagano lo spazzamento profumatamente: circa 260mila euro all’anno
Foto scattate alle ore 9.00 di domenica 21 settembre 2014









E alla manutenzione del verde pubblico non dovevano provvedere gli operatori del servizio civico comunale?

L’amministrazione vara i contributi per l’abbonamento ai trasporti pubblici

                                                     Ma la navetta chi l’ha vista?




Istituito anche il servizio trasporti alunni


Regalo per la pensione, un orologio da 630 euro

Si sprecano soldi, ma non si prevede alcun contributo per la cultura. Per questo motivo, dopo 7 anni, gli organizzatori di Rockalvi sono scappati da Calvizzano? Al Comune è costato 630 euro l’orologio comprato alla Gold Gala, nota gioielleria calvizzanese di Corso Mirabelli,  per regalarlo al dipendente comunale P. F., in occasione del suo pensionamento. Si tratterà pure di una tradizione consolidata, come è scritto nella determina del responsabile del settore Attività produttive, ma in un momento così particolare di restrizioni e di crisi economica e sociale, non si poteva optare per un regalo simbolico  meno oneroso? Non ce ne voglia il signor P.F., tra l’altro persona simpaticissima, ma spendere 630 euro per un orologio, ci è sembrato uno spreco e un proverbiale sfregio alla miseria. Se questi soldi fossero stati elargiti agli organizzatori di Rockalvi, probabilmente la manifestazione si sarebbe ancora svolta a Calvizzano. Nessuno, infatti, ha mosso un dito per evitare che la nota ke…

Tasse, autunno amaro per i contribuenti

 Aumentata la tassa sui rifiuti, Tasi al massimo, resta invariata l’IMU. Eliminata la gabella sulla spazzatura dei box auto e delle cantine Nonostante i costi del servizio di nettezza urbana e della raccolta differenziata siano rimasti quasi invariati rispetto al 2013, i calvizzanesipagheranno una tassa (la cosiddetta Tari) mediamente superiorea quella dell’anno scorso. Per un appartamento di 100 metri quadrati, per fare un esempio, abitato da quattro persone, bisognerà versare 351,33 euro nelle casse del Comune, contro i 300 dell’anno scorso. Mentre per la stessa tipologia di appartamento, abitato da 5 persone, la tassa lievita a 360,30 euro. La forbice diventa più ampia se si considera un appartamento di 80 metri quadrati con 4 componenti (333,93, contro i 240 euro dell’anno scorso), mentre per una casa di 150 metri quadrati con 4 componenti, si paga meno dell’anno scorso (394,83, contro i 450 euro del 2013). Tutto questo perché dal primo gennaio 2014, per il calcolo della tassa sull…

Nessun avviso di garanzia per il sindaco

Sindaco e ragioniere capo sotto la lente della Magistratura inquirente. Giuseppe Salatiello e Salvatore Sabatino, però, non hanno ricevuto alcun avviso di garanzia, come è stato  erroneamente riportato in prima battuta da alcuni organi di informazione, ma solo quella che in gergo si chiama elezione di domicilio. Di cosa si tratta? Di un verbale di identificazione che spesso rappresenta il primo atto notificato a coloro che sono sottoposti a indagini preliminari da parte della Procura della Repubblica, nel caso specifico di quella Napoli Nord con sede ad Aversa. Sia l’elezione di domicilio che l’avviso di garanzia vero e proprio, in ogni caso, non sono sinonimi di colpevolezza, ma atti a garanzia degli indagati. Il nostro blog non può far altro che augurare al sindaco e al capo dell’ufficio tributi di riuscire a chiarire rapidamente nelle sedi opportune le loro rispettive posizioni. Fatta questa premessa, andiamo alla sostanza del problema. Tutto sarebbe nato da una denuncia alla Procu…

Record per Salatiello: superati i 10 anni di sindacatura

L’attuale Primo cittadino conquista  il primato dei sindaci calvizzanesi del dopoguerra che hanno governato più a lungo la città  
Questo primo anno di nuova consiliatura è servito a Salatiello a fargli conquistare il singolare record dei sindaci del dopoguerra che hanno governato più a lungo la nostra città.  Primato che apparteneva, seppur per pochi mesi, ad Alfredo Revenaz, sindaco dal 1964 al 1973. In ogni caso, la carriera politica di Salatiello cominciò nel mese di maggio del 1988. All’epoca, l’attuale Primo cittadino di Calvizzano aveva appena 21 anni, essendo nato  il 22 settembre del 1966. Riuscì ad entrare in consiglio comunale per il rotto della cuffia, poiché, con 419 voti (a quei tempi si potevano esprimere un massimo di 4 preferenze), risultò l’ultimo dei nove consiglieri eletti nella lista della Democrazia cristiana. Nei primi anni, Salatiello preferì dedicarsi prettamente agli studi universitari, essendo iscritto al corso di laurea in Medicina e Chirurgia. Facoltà che a…