Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2010

In arrivo il Puc

C’è attesa in paese per il prossimo arrivo in giunta del Piano urbanistico comunale. Da voci di corridoio,il fatidico giorno dovrebbe scattare nel mese di agosto o al massimo entro settembre.La cosa certa è che il famoso documento urbanistico non è stato ancora presentato al protocollo del comune dai tre tecnici incaricati alla redazione del Piano. Potrebbe, però, essere fatto in questi giorni. Dopodichè bisognerà considerare il tempo che occorrerà all’ingegnere capo dell’ufficio tecnico, Lorenzo Tammaro, per formulare le sue osservazioni.Ma, al di là dei tempi tecnici, nei nuovi indirizzi si è tenuto conto delle tematiche affrontate in campagna elettorale e delle promesse fatte dal sindaco Granata ai cittadini, in particolar modo a quelli della zona cooperative di via Aldo Moro?Anche l’ex sindaco Salatiello si è speso molto in campagna elettorale facendosi paladino di alcune questioni a lui care, vedi l’equazione villa Carandante uguale villa comunale, verde attrezzato al posto di nu…

Rete idrica e torre piezometrica, al via i lavori

A distanza di quattro mesi dall’ok della Prefettura, finalmente, in questa settimana, dovrebbero partire i lavori per il quarto lotto della rete idrica, vale a dire il rifacimento ex novo di alcune condutture idriche ormai vetuste e la realizzazione di un fungo piezometrico (nei pressi di via Adda) che servirà ad aumentare la pressione dell’acqua in città. Tale lavoro, ricordiamo, se lo è aggiudicato la ditta Andreozzi Nicola di Casoria, che ha praticato un ribasso del 41,425 % sull’importo a base d’asta di circa un milione e duecentomila euro. Un ribasso altissimo che potrebbe pregiudicare la qualità dei lavori?“Non credo – afferma Luciano Borrelli, dinamico neo assessore ai Lavori pubblici – poiché dai primi approcci che ho avuto con i dirigenti della ditta che si è aggiudicatai lavori, mi è sembrato di avere avuto a che fare con persone serie”.Per quanto concerne l’altro appalto finanziato dall’Europa, che prevede il rifacimento della rete fognaria in diversi punti della città, i l…

Anziani in vacanza a settembre con il Comune

163 anziani residenti nel nostro Comune, dal 4 al 12 settembre, andranno in vacanza al residence Maritalia di Peschici sul Gargano, con la formula della pensione completa. E’ prevista anche un’escursione a San Giovanni Rotondo per far visita alla tomba di Padre Pio. L’età minima dei partecipanti è di 60 anni per le donne e 65 per gli uomini.Nessun costo eccessivo per gli anziani, poiché dovranno versare un piccolo contributo spese che varia a seconda del reddito Isee. Il villaggio, molto bello e accogliente a detta dell’assessore ai Servizi sociali, Cristofaro Agliata, che si è recato sul posto per un sopralluogo, è stato proposto dall’agenzia Gammeda di Pimonte, vincitrice della gara d’appalto con un ribasso del 21% su un importo a base d’asta di 70mila euro. In pratica il Comune, tenendo presente la cifra versata dai partecipanti, sborserà dalle proprie casse circa 25mila euro.“Questo appuntamento estivo – afferma Agliata – è molto sentito dai nostri anziani che troppo spesso, in qu…

Tradimenti e ripensamenti

Ormai in città non si parla più di politica vera, da anni, ma solo di “inciuci”, tradimenti di questo o di quel personaggio, passaggi da una fazione all’altra, “salti della quaglia”. In questo clima, non poteva che campeggiare il titolo “Tradimento”, proprio sull’ultimo manifesto fatto affiggere dall’ex sindaco Pirozzi, da Ugo Di Marino e da Ivano Migliaccio, gli unici oppositori rimasti in Consiglio comunale. Non è tardata, però, ad arrivare la risposta del sindaco. “L’unico tradimento – afferma Granata – lo hanno fatto proprio Migliaccio e Pirozzi i quali, dopo aver lanciato ufficialmente un’apertura nei nostri confronti, sia attraverso un manifesto pubblico sia in Consiglio comunale hanno fatto improvvisamente marcia indietro, tradendo le loro stesse idee. E poi Pirozzi non smette mai di seguire la vecchia regola del fai quello che dico io, ma non fare quello che faccio io”.Come ha fatto a convincere Francesco Agliata a tornare alla base?“Non ho convinto nessuno: Francesco Agliata …

Agliata lascia i suoi amici e diventa assessore

Ormai è ufficiale, Francesco Agliata è assessore: riceve le deleghe al Bilancio, alla Viabilità e alla Polizia municipale. Insomma, lascia il gruppo Calvizzano futura e il sindaco subito lo premia. Tradimento o ripensamento?“Tradimento – dice Mauriello – A mio parere la sua scelta è stata fortemente condizionata da qualcuno”.Insomma, il ritorno di Agliata nelle “braccia” del sindaco ha scatenato una serie di polemiche: in città, infatti, viene fortemente stigmatizzato il suo gesto.“Almeno – dice un ex amministratore ai tempi di Celestino Ferraro – avesse avuto il buon senso di ammettere l’errore e di chiedere scusa ai suoi elettori o il buon gusto di rifiutare, almeno per il momento, l’assessorato. Ma il paradosso politico è l’aver accettato la delega al Bilancio che, tra l’altro, Agliata non ha neanche votato, poiché i componenti di Calvizzano futura, il gruppo di cui faceva parte a pieno titolo, decisero di non presentarsi alla seduta consiliare di approvazione del bilancio di previ…

Una donna alla guida del Partito democratico

Annalisa Ciaramella, 30 anni, felicemente fidanzata, maestra d’asilo, è il neo-coordinatore della sezione locale del Pd. E’ stata votata all’unanimità dagli iscritti alla sezione di Corso Mirabelli.Ciaramella è stata appena eletta e già vanta un record : lei e la sociologa Grazia Tatarella di Sant’Anastasia sono le uniche due donne della provincia di Napoli a dirigere una sezione locale del Partito democratico. Ciaramella non è una sprovveduta, poiché mastica politica già da alcuni anni durante i quali ha pure ricoperto diversi ruoli all’interno del partito di Bersani: è stata, per più di un anno e mezzo, vice coordinatrice del circolo Pd di Calvizzano e ora ha preso il posto di Francesco Agliata, il quale non si è neanche tesserato (pare si starebbe avvicinando all’Udc). A Ciaramella, adesso, spetta il difficile compito di risollevare le sorti della sezione di Calvizzano, visto che il consenso del Partito democratico, in questi ultimi tempi, è molto diminuito, ma anche di frenare il …

Il gattopardo calvizzanese

Il Gattopardo è un romanzo scritto da Giuseppe Tomasi di Lampedusa. pubblicato nel 1958, dopo la sua morte. L'autore trasse ispirazione da vicende della sua antica famiglia e, in particolare, dalla vita del suo bisnonno, il Principe Giulio Fabrizio Tomasi di Lampedusa, vissuto negli anni cruciali del Risorgimento. Il nome del romanzo ha l'origine nello stemma di famiglia dei Tomasi e il libro si spira alla vita dell'antenato dello stesso autore, che nel romanzo diventa il Principe Fabrizio Salina, e della sua famiglia tra il 1860 e il 1910, in Sicilia (a Palermo e nel feudo agrigentino di Donnafugata, che altro non è che il paese di Palma di Montechiaro). Nel maggio 1860, dopo lo sbarco di Garibaldi in Sicilia, Don Fabrizio assiste con distacco e con malinconia alla fine del suo ceto. Don Fabrizio, appartenente ad una famiglia di antica nobiltà, viene rassicurato dal nipote Tancredi, che, pur combattendo nelle file garibaldine, cerca di far volgere gli eventi a proprio van…

Approvato il bilancio grazie a tre dell’opposizione, per Granata si prevede un cammino tutto in discesa?

Granata, dunque, ha superatolo scoglio del bilancio di previsione e rimane in sella, ma deve ringraziare Gianluca Ferrillo, Salvatore De Rosa e Roberto Vellecco,tre dei sette membri dell’opposizione che, restando in aula consiliare, a differenza dei lorocolleghi (Pirozzi, Migliaccio Di Marino) che se ne sono andati, hanno garantito il numero legale e, quindi, il proseguimento del consiglio comunale. I 6 dissidenti di Calvizzano futura non hanno partecipato al Consiglio, poichéle loro richiestepolitiche – come hanno scritto in un documento fatto diffondere la sera stessadel consiglio – non hanno avutoun positivo riscontro”.Allafine, dunque,erano presenti in aula 8 della maggioranza (Salatiello, Napolano, Borrelli, CristofaroAgliata, Antonio Ferrillo, Di Rosa, Martiello) compreso il sindaco e tre della minoranza (Vellecco, De Rosa, Gianluca Ferrillo). Hanno votato a favore del bilancio gli otto della maggioranza più Vellecco, mentre si sono astenuti De Rosa e Gianluca Ferrillo.Insomma, …

Il doppiopesismo di Vellecco

A Roberto Vellecco, eletto nell’ambito della minoranza, ormai manca solo l’ ufficializzazione del suo passaggio in maggioranza, visto che già da tempo, si comporta come se fosse stato eletto nella lista Granata. Egli, a differenza di Salvatore De Rosa e Gianluca Ferrillo, che si sono astenuti sul bilancio, ha votato addirittura a favore. Le sue intenzioni, però, erano già note perlomeno a tutti gli addetti ai lavori: le aveva manifestate qualche mese fa al giornale l’attesa.Al giornalista che gli aveva chiesto se fosse disposto a votare a favore del bilancio e altri punti proposti dalla maggioranza, aveva risposto di sì, aggiungendo che lui lavora solo nell’interesse della città e non gradirebbe affatto andare a nuove elezioni, poiché significherebbe perdita di tempo e di soldi che vengono decurtati alla collettività. E, poi, il periodo di commissariamento bloccherebbe lo sviluppo della città.Come mai non ragionò allo stesso modo il 12 aprile del 2006? All’epoca faceva parte della mag…

Riprendono i commenti

Più di due settimane senza commenti. Sia per questioni tecniche che logistiche, ma anche per motivi legati al delicato momento politico (vedi approvazione del bilancio) abbiamo ritenuto opportuno bloccare le vostre opinioni e i vostri giudizi sulle questioni politiche, sociali e di cronaca locale, ma ora riprendiamo. Confidando nel vostro buon senso, vi preghiamo di non usare epiteti infamanti o frasi diffamatorie, poiché non solo le elimineremo, ma saremmo costretti a dare il vostro indirizzo ip alle forze dell'ordine e, nel contempo, a bloccare definitivamente i commenti.

Mini rimpasto estivo

Il sindaco provvede a riempire le tre caselle lasciate libere da Scimia,Mauriello e D’Ambra. Ritorna ad esercitare, dunque, il ruolo di assessore Luciano Borrelli, questa volta, però, con delega ai Lavori pubblici e alle Periferie, mentre ad Antonio Di Rosa, invece,gli è stata tolta la delega ai lavori Pubblici e gli è stata consegnata quella all’Ambiente ed Ecologia; la delega ai Trasporti, alla Viabilità e alla Polizia municipale, è stata affidata ad Antonio Martiello dell’Udc, mentre a Pasquale Napolano del partito democratico gli è stato conferito il ruolo di vicesindaco. Insomma, Granata ha inteso premiare la fedeltà e l’impegno dei suoi maggiori supporters, vale a dire Borrelli e Napolano. La terza delega dovrebbe essere assegnata a Francesco Agliata, il quale lascerebbe Calvizzano Futura, il gruppodel quale faceva parte insieme ad altri 5 dissidenti di maggioranza. La cosa non è ancora ufficiale, ma se fosse vera scatenerebbe un autentico putiferio in tutti gli ambienti politic…