Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2017

Calvizzano, ore 14 e40: alla media Polo arrivano i banchi, ma la rotazione continua

Ne sono 18, il numero sufficiente per attrezzare un’aula. Ha provveduto a comprarli la preside con i contributi volontari dei genitori, quelli richiesti al momento dell’iscrizione per finanziare l’ampliamento dell’offerta formativa (laboratori, attrezzature scolastiche, eccetera) rispetto ai livelli essenziali garantiti dallo Stato. Nonostante tutto continua la rotazione delle classi (solo le seconde e le terze medie) perché resta chiusa per condizioni di sicurezza l’aula dove non è stata ancora sostituita la cerniera di sostegno della finestra di alluminio anodizzato. Incredibile, ma vero.

Calvizzano: alle ore 12 e 50 arriva l’ok della Commissione Spettacolo, ora può aprire il Palazzetto dello Sport

Intervista ad Antonio Di Marino, delegato allo Sport

Calvizzano, lavori sistemazione collegamento via Galiero-via Mirabelli: perché si è bloccato l’iter del bando di gara avviato 5 mesi fa? Progetto esecutivo approvato a giugno 2016

La determina di indizione gara, a firma del capo settore Ufficio Tecnico ing. Lorenzo Tammaro, è datata primo giugno 2017. A distanza di 5 mesi non sono ancora iniziati i lavori di sistemazione del collegamento di via Galiero con via Mirabelli che sarebbero dovuti durare 45 giorni dalla stipula del contratto con la ditta vincitrice dell’appalto (ancora non si conosce). Come mai? Si tratta di una gara con il massimo ribasso previa consultazione di almeno cinque operatori selezionati dall’elenco dei fornitori e delle ditte di fiducia dell’amministrazione (quest’anno non è stato aggiornato, primo mistero). Sono mai partiti quest’inviti? Altro mistero.
Il progetto esecutivo dei lavori, redatto dall’Ufficio tecnico e approvato con delibera di giunta del 17 giugno 2016, prevede un importo di 42mila610,47 euro di cui 35mila992,63 euro per lavori comprensivi di 51,54 euro di oneri per la sicurezza diretti, 2mila052 euro di oneri speciali sempre per la sicurezza, 4mila556 euro per somme a dispo…

Cavizzano- Collegamento via Galiero-corso Mirabelli, tratto ad alto rischio: domenica scorsa per poco non ci è scappato il ferito

Domenica mattina, intorno alle ore 12.00, se l’è vista brutta il giovane trentenne che è inciampato in una sconnessione presente sul tratto di strada di collegamento tra via Galiero e via Conte Mirabelli. Per fortuna se l’è cavata con lievissime escoriazioni alle mani, appoggiate istintivamente a terra durante la caduta. E’ una stradina (percorribile solo a piedi) molto utilizzata dai cittadini che, dopo aver fermato le loro auto nel parcheggio pubblico di via Galiero, si recano sul corso principale o in chiesa. E’ auspicabile, dunque, che inizino quanto prima i lavori programmati da oltre un anno. Inoltre, come va dicendo da tempo il presidente del Consiglio comunale, Antonio Mauriello, candidato sindaco in pectore alle prossime amministrative (se si faranno) che l’amministrazione stipuli una polizza assicurativa per tutelarsi da richieste risarcimento insidie stradali, ovvero danni ricollegabili alla responsabilità dell’Ente proprietario della strada: buche e sconnessione del manto …

Zone periferiche abbandonate: marciapiede discarica sul lato calvizzanese di via Tagliamento

Il filmato di pochi secondi, che vi consigliamo di vedere, è più efficace di qualsiasi articolo. Via Tagliamento, la strada dove è ubicata la media Alfieri,  divide Marano da Calvizzano 

Caos rifiuti a Marano, esito incontro tra Commissario e ditta alla presenza di comitati civici e partiti: il bicchiere è mezzo pieno

Il summit si è svolto ieri alle 15.00 nella sala giunta al secondo piano del Comune. I rappresentanti della Tekra, ditta vincitrice del nuovo appalto quinquennale del valore di 30milioni di euro, hanno garantito impegni ben precisi: spazzamento di tutte le zone della città nel giro di due settimane; approvazione entro un mese del piano esecutivo della raccolta per poi andare a regime entro sei mesi ; apertura al pubblico isola ecologica località “La Volpe” entro il 15 novembre;  partenza, a breve, di una campagna informativa raccolta differenziata; attivazione reale numero verde ingombranti. Per il Comune, oltre al Commissario straordinario, Antonio Reppucci, erano presenti l’ing.Pasquale  Di Pace, dirigente Settore Lavori pubblici, l’ing. Vincenzo Brasiello del Settore Ambiente, nonché rup (responsabile unico  procedimento)  gara d’appalto gestione ciclo rifiuti, il quale ha specificato dettagliatamente tutte  le criticità emerse in queste settimane. Per la Tekra ha preso la parola l…

Calvizzano, nella chiesa San Giacomo pure le cappelle sono belle:nella seconda tappa ci soffermiamo su quella dedicata a San Gennaro

Il nostro viaggio continua con la descrizione della cappella dedicata a San Gennaro.  Entrando nella chiesa è la seconda a destra. Venne eretta intorno al 1623 dai Fratelli della dottrina cristiana e intitolata al Crocifisso. Essi provvedevano anche alla celebrazione delle messe. “In detto anno, come scrive lo storico Galiero, acquistarono un’immagine dell’Assunta e la cappella ebbe il nuovo titolo dell’Assunta”. Nel 1741 la cappella venne intitolata a San Gennaro e fu fornita del quadro che riproduce il martirio del Santo alle falde della Solfatara (decapitato nel 305 dopo Cristo a Pozzuoli). Nel 1916 fu costruita una piccola edicola per collocarvi anche la statua di San Gennaro, donata alla chiesa dal compianto maestro Mons. Galante Gennaro Aspreno, nato a Napoli nel 1843 e morto a San Giorgio a Cremano l’11 giugno 1923 (oltre a essere un presbitero, docente e storico, fece ricerche sul complesso catacombale di San Gennaro, ma non si limitò agli aspetti architettonici e topografici: …

Marano: nel cartellone 2017-2018 del teatro Alfieri c’è anche Andrea Sannino, il fenomeno musicale del momento

La sua canzone “Abbracciame” ha spopolato il web
Tutto pronto per il nuovo singolo dal titolo “Carnale” che anticiperà l’uscita del suo nuovo album, prevista per l’inizio del 2018. Dal 15 Novembre si potrà ascoltare in Radio, scaricarlo dagli Store Digitali e guardare ilvideo su You Tube . Il suo Tour di quest’anno  si è concluso il 22 ottobre a Giugliano, con un mega concerto in Piazza Matteotti, in occasione della festa della birra . Il suo nuovo album, invece,  verrà presentato il 30 novembre al teatro Augusteo. Il cantante napoletano che vive a Ercolano, da giugno 2010 a maggio 2011 ha fatto parte del cast dell’importantissimo musical “C’era una volta Scugnizzi” (scritto da Claudio Mattone ed Enrico Vaime) interpretando il ruolo del prete coraggio don Saverio. Il musical è andato in scena in tutta Italia con più di 100 repliche.
Vi voglio raccontare quel giorno del giugno 2010 – scrive sulla sua pagina face book Sannino – che decido di presentarmi ai provini di “C’era una volta…Sc…

Calvizzano, andato a ruba il nuovo numero del giornale parrocchiale “Frammenti di Luce”

E’ stato distribuito domenica scorsa alla messa delle 10 e 30, ma le copie se le sono “divorate”. Adesso è in ristampa: sarà distribuito durante le messe di mercoledì primo novembre. Il direttore Gennaro GB Ricciardiello si è assicurato lo scoop dell’anno: ha intervistato il mitico don Paolo, il vice parroco più amato degli ultimi trent’anni.

Ruba il cane a un cieco, voleva vedere se fingeva

E’ accaduto a Mantova il 17 settembre. Rubò un cane a un cieco che chiedeva l’elemosina. Per questo venne arrestato e condannato per tentato furto. Nei giorni scorsi si è celebrato il processo d’appello che ha ridotto la pena a otto mesi. All’epoca dei fatti l’uomo spiegò il suo gesto in modo singolare: “gli ho rubato il cane per vedere se era veramente cieco”.
(da La Gazzetta di Mantova)

Calvizzano, con “Storie sotto l’ombrello” l’’Istituto Polo esporta l’immagine positiva della città

Riuscitissima l’iniziativa “Storie sotto l’ombrello”, ideata dalla preside dell’Istituto Marco Polo di Calvizzano Armida Scarpa. I ragazzi della media Polo e dell’elementare Diaz, come da programma, sono partiti sabato pomeriggio da Calvizzano con due pullman e si sono radunati in piazza Vanvitelli. Dopodichéhanno passeggiato per le strade del Vomero con ombrelli decorati e libri alla mano, per attirare l’attenzione dei passanti che venivano invitati a recarsi presso la libreria Mooks Mondadori di piazza Vanvitelli a comprare libri. Si tratta di ombrelli particolari sui quali sono stati rappresentati scenograficamente i contenuti dei libri che gli alunni hanno letto nei giorni antecedenti la manifestazione. Con il già collaudato progetto “Storie sotto l’ombrello”, la scuola ha aderito al concorso nazionale “Io leggoperché” che prevede la premiazione di cinque scuole che avranno realizzato, in accordo con le rispettive librerie gemellate, l’evento più originale. Alla grande “festa” son…

“Storie sotto l’ombrello”, le nostre interviste

Putignano: “l’Istituto Polo è uno dei più attivi in Campania sul fronte culturale"
La preside

Pino Imperatore, autore di best seller


Aldo Putignano, scrittore-editore  

Calvizzano: “Storie sotto l’ombrello”, una formula già sperimentata con successo

Storie sotto l’ombrello” è  l’originale iniziativa ideata dalla preside dell’Istituto Polo Armida Scarpa. Venne rappresentata per la prima volta circa due anni e mezzo fa, in occasione dell’inaugurazione della biblioteca scolastica dell’elementare Diaz. Poi fu esportata a Napoli durante la manifestazione “Il lungomare di libri”. Il 29 maggio 2015 i  bambini delle classi della scuola dell’Infanzia, alunni di quella Primaria e Secondaria, accompagnati dagli insegnanti in un viaggio itinerante lungo il Corso principale della città,  raccontarono storie ai passanti sotto gli ombrelli decorati secondo il tema del libro prescelto. L’evento riscosse gran successo. Riproponiamo le immagini più significative







Calvizzano, in una città appiattita spiccano le iniziative della scuola e della parrocchia

In un paese alla deriva, dove aleggia l’ombra dello scioglimento del Consiglio comunale per infiltrazioni camorristiche, dove gli amministratori non riescono neanche a organizzare una semplice area pedonale di 50 metri, bisogna solo ringraziare la scuola della preside Scarpa e la parrocchia di don Ciro se si riescono ad avere spicchi di positività. Due personaggi che stanno dando lustro alla città per le tante iniziative sfornate in continuazione: le uniche due persone che sono riuscite a portare in piazza migliaia di cittadini: la preside con la marcia della pace, il parroco con il rito di apertura della porta Santa. E non si fermano mai. Scuola e parrocchia si avviano a diventare sempre più veri e propri Poli culturali, obiettivo che, tra l’altro, si è sempre posto fin dall’inizio della sua avventura calvizzanese la dirigente scolastica Armida Scarpa: una scuola mai più vista come ambiente formale con rapporto alunni classe, ma uno spazio aperto al dialogo, alla cultura e allo scamb…

Marano, quasi tutti rotti i contenitori deiezioni canine

A Marano non è difficile andare a finire con i piedi nella m…: molti marciapiedi sono, infatti, infestati dalle cacche dei cani. Sarebbe ora, dunque, che i padroni dei cani rispettassero le norme di buona convivenza, vale a dire di chinarsi per raccogliere con una busta, o una foglia secca, il “bisognino” del loro amico a quattro zampe. Le persone civili lo fanno, ma sono impossibilitati a depositarlo negli appositi contenitori, poiché sono quasi tutti rotti.
“La cosa che più mi fa arrabbiare – afferma Antonio Minerva - è che quando rientro a casa, dopo aver portato il cane a fare i suoi bisogni, capita, a volte, che mi riporto indietro due merde: una del mio cane nella paletta igienica, l'altra, chissà di chi, spalmata sotto la scarpa”.
Le foto riguardano i contenitori rotti di via Colombo e via Brenta: ce le ha inviate un nostro lettore

Marano, cumulo di rifiuti giace da diversi giorni davanti all’ingresso della media D’Azeglio. Quando verrà tolto?

Ormai non fanno più notizia queste cose, visto che a Marano sono routine. In ogni caso è nostro dovere continuare a segnalarle, in primis per rispetto di chi ci ha inviato le foto, con la speranza che possano servire a sensibilizzare chi opera nelle stanze del potere sulle problematiche ambientali, nel caso specifico di via Tagliamento a mandare qualcuno a rimuovere quei rifiuti abbandonati davanti a una scuola e che aumentano di giorno in giorno.

Calvizzano, entro il 31 ottobre vanno presentate le domande per il SIA, il sostegno per inclusione attiva

Le domande per il SIA (Sostegno per l’Inclusione Attiva) potranno essere presentate entro e non oltre il 31 ottobre 2017 all’ufficio protocollo del Comune.Si tratta di una misura importante per contrastare la povertà ormai dilagante. Possono presentare domanda le famiglie nelle quali siano presenti persone minorenni, o figli disabili, o una donna in stato di gravidanza accertata. Le condizioni economiche disagiate saranno desumibili dalla presentazione di una certificazione ISEE inferiore o uguale a 3.000 euro, oltre al possesso degli altri requisiti specifici previsti dalla normativa di riferimento. Sono 95 le famiglie di Calvizzano che hanno finora beneficiato della cosiddetta Carta SIA (Sostegno inclusione attiva) su 300 domande arrivate l’anno scorso al  Comune. Tante furono escluse per pochi centesimi, come ci riferirono all’Ufficio Servizi Sociali del Comune, retto dalla dottoressa Angela Cacciapuoti,  per non aver raggiunto il punteggio previsto (non inferiore a 45).

Contrasto alla povertà, dal primo gennaio 2018 parte il Rei: sostituisce il Sia

Si parte con le domande dal primo dicembre 2017. Il Rei dura 18 mesi e va a sostituire il precedente sussidio e l’assegno di disoccupazione che dunque spariscono nel 2018. A Calvizzano si prevedono oltre 500 domande Dal primo gennaio del prossimo anno i nuclei familiari più deboli, e con un numero considerevole di componenti, riceveranno un assegno mensile di importo che oscillerà tra i 190 ed i 485 euro, per un periodo massimo di 18 mesi. La nuova misura di contrasto alla povertà, varata dal Consiglio dei Ministri si chiama Rei (Reddito d'inclusione): sostituisce sia il Sia (Sostegno all'inclusione attiva) che l'Asdi (Assegno di disoccupazione). Tra i requisiti d’accesso, viene richiesto un Isee non superiore ai 6mila euro, un valore del patrimonio immobiliare, differente dalla prima casa, non superiore ai 20 mila euro, un patrimonio mobiliare massimo tra i 6 mila e i 10 mila euro, e variabile in relazione al numero dei componenti del nucleo. Precedenza è assegnata alle fam…

Marano: Gran Varietà, lunghi applausi e sold out al teatro Alfieri

Lello Pirone e Luciano Salvetti in una esilarante gag

Pubblico divertito ed entusiasmato ad entrambi gli spettacoli (17.30 e 20.30) di sabato 28 ottobre. Cast eccezionale,  confermate le aspettative. Oltre a Genny Mellone (organizzatore e valido tenore) sono intervenuti Lello Pirone (curatore della regia) e Natalia Cretella, collaudato duo artistico, lo showman Luciano Salvetti, Raffaela Carotenuto, Francesco Vigliotti, Umberto Del Prete nel ruolo di Totò. Partecipazione straordinaria del tenore Francesco Leone detto “Malapena”.  
Frammenti di spettacolo



Gran Finale



Non appassiona il Festival di Napoli “Nuove Generazioni”

L’opinione di Lia Ricciardiello, poetessa e scrittrice
Ha partecipato anche la calvizzanese Alessia Moio

Il 26 ottobre il teatro politeama ha aperto i battenti alla manifestazione della terza edizione del festival di Napoli Nuove Generazioni. La kermesse si è conclusa l’altro ieri sera (27 ottobre) con la presenza di un giudice d'eccezione: il grande Mogol. I cantanti in gara sono stati 40 nella prima serata e poi i 16 prescelti in seconda serata. Tra i premi vi erano tre borse di studio prestigiose per i più meritevoli, oltre al vincitore in assoluto del festival che vanta un passato glorioso per la nostra Napoli. Non posso dire di aver provato grosse emozioni nel buio della sala, mentre ascoltavo le canzoni che si susseguivano a ritmo serrato. Forse mi sono lasciata fuorviare dai vecchi , tra virgolette, festival cui ho assistito negli anni addietro. Certamente è da encomiare la voglia di questi giovani di mettersi in competizione anche se le canzoni sono state un tantino scontat…

Calvizzano, la piazza perde parte del decoro

Sottotitolo: gestore Bar La Margherita di Piazza Umberto I° occupa abusivamente il suolo pubblico e arriva la multa
Il fatto si è verificato alcuni giorni fa, quando i vigili urbani si sono presentati nell’esercizio di Biagio Mazza (conosciuto con il soprannome di “Zichiniello”) comminandogli una multa di 118,30 euro, e le sanzioni accessorie quali la rimozione delle piante e delle opere abusive. Il bar “La Margherita ritorna al centro dell’attenzione esattamente a distanza di un anno, quando a ottobre 2016 l’ex sindaco Salatiello emanò una direttiva nella quale scrisse che i vigili urbani sarebbero stati poco attenti a dissuadere e a reprimere le infrazioni commesse dagli utenti della strada nella piazza Umberto I° e lungo Corso Mirabelli; e che nulla verrebbe fatto per reprimere il dominio incontrastato del proprietario del bar “La Margherita” che avrebbe presuntivamente in maniera abusiva occupato l’intera piazza con piante ornamentali e tavolini, per non parlare del Monumento ai C…

Mugnano- Calvizzano, via Capasso ai confini dell’indecenza

Via Nicola Capasso, ecco la strada della vergogna: è completamente ricoperta da rifiuti, sembra un’eterna discarica. A pochi metri da un sbarramento realizzato con rifiuti speciali, per evitare il transito delle auto, ci sono le case, tra cui un palazzo che rischiò di prendere fuoco durante il micidiale incendio del 16 luglio scorso. Siccome è una strada di confine, nessuno si prende la briga di andarla a pulire e bonificare. C’è un bidone con olio, probabilmente tossico, depositato da diversi mesi: prima stava sul lato mugnanese, poi è stato spostato sul versante calvizzanese. Intanto, gli abitanti del posto che hanno comprato casa vicino la campagna per stare a contatto con la natura, sono costretti a respirare quotidianamente aria malsana. Via Nicola Capasso, per far intendere a chi ci legge, è una stradina che da via Petrarca (zona Palmentata) conduce su via Martiri di Kindu: percorrendola in questa direzione, sul lato sinistro è Mugnano, sul lato destro (quello che costeggia il m…

Calvizzano-Mugnano, nel nuovo piano urbanistico via Capasso resta una strada rurale

Sarebbe stato commesso un grave errore, a nostro avviso, non aver previsto nel nuovo puc una nuova viabilità di progetto lungo via Nicola Capasso, la strada di confine tra Calvizzano e Mugnano: avrebbe consentito il potenziale allargamento della stradina rurale già esistente che collega Via Petrarca con via Martiri di Kindu  (è sempre stata chiusa perché impraticabile), con innegabili benefici sul traffico cittadino. E’ chiaro che la cosa andava concertata con Mugnano, visto che una sponda viaria di via Capasso ricade in questo Comune, mentre dall’altro lato c’è il muro di una nota struttura per cerimonie. Una nuova strada avrebbe sicuramente migliorato la qualità urbana degli insediamenti di tutta la zona Palmentata. Attualmente in questo agglomerato urbano, dove se il Piano urbanistico andrà in porto si potranno realizzare ulteriori abitazioni, ci sono tutte strade cieche (Via Raffaello, via Tiziano, via Giotto, eccetera): nessuna sbocca su via Mazzini, un'importante arteria cit…

Calvizzano, 10mila370 euro alla RR Group di Benevento per le tende parasole al plesso Diaz

E’ stata liquidata la RR Group, la ditta di Foglianise (provincia di Benevento) per la fornitura e posa in opera di elementi parasole di alcune aule dell’edificio Diaz. Ha praticato il 5,23% di ribasso sulla somma di 8mila970 euro calcolata dall’Ufficio tecnico, per cui ha percepito 8mila500 euro più 1.870 euro di iva (22%) per un totale di 10mila370 euro. Alla ditta beneventana fu commissionato un altro lavoro di circa mille euro nel 2016 sempre all’elementare Diaz per la sistemazione della pavimentazione. Nel 2015, invece, la RR Group ripristinò i marciapiedi e le scarpate di via Martiri di Kindu, percependo 11mila468 euro comprensivi di iva.



Marano, nella sala teatrale parrocchia San Ludovico D’Angiò affrontato anche il problema dei rifiuti urbani

Il Commissario straordinario Reppucci: “alle 7 di mattina giro a piedi per vedere se la città è sporca”
Stefania Fanelli di Sinistra Italiana ha fatto una proposta al Commissario straordinario, condivisa dai presenti al dibattito: pubblicare ciclicamente i dati della raccolta differenziata  e la destinazione del materiale raccolto, sia per questioni di trasparenza sia per coinvolgere i cittadini nel procedimento. “I cittadini devono essere messi a conoscenza – ha detto Fanelli – sulla quantità di materiale differenziato, a quali impianti vengono destinati e i corrispettivi introitati dal Comune dalla vendita della plastica, della carta, eccetera, da reinvestire o in risparmio tari o in nuovi servizi”.
Fanelli ha fatto presente che per la differenziata si è di nuovo all’anno zero, per cui bisogna ripartire con una grande campagna di sensibilizzazione.

“La Falena dalle ali d’ombra”, secondo romanzo della scrittrice calvizzanese Francesca Di Maro

Aiutate i giovani autori come Francesca a realizzare un sogno: preordinate il libro sulla piattaforma bookabook, la casa editrice con cui la Di Maro ha firmato il contratto. Il romanzo verrà pubblicato solo se in quattro mesi saranno raggiunti duecento preordini: vuol dire che le persone lo acquistano sulla “fiducia” (formato e-book o cartaceo è indifferente), dopodiché il libro gli arriva a casa, una volta terminata la campagna pubblicitaria       Questa storia inizia con due avvenimenti che hanno in comune un’evidente indole drammatica: un monologo teatrale e un omicidio. C’è una cittadina, piccola e pallida, e c’è un fiume che la taglia a metà. Valentine Kain abita lì, in un quartiere popolare in cui la sua inadeguatezza passa inosservata. È un attore, ha 28 anni, un aspetto anonimo, un paio di occhi penetranti e una mente piuttosto confusa; vive una quotidianità in apparenza poco interessante, ma la sua insolita storia è segnata da qualcosa di sinistro: una lunga serie di omicidi. …

Calvizzano, va alla grande il giornale parrocchiale “Frammenti di Luce”: in anteprima la copertina del numero di novembre

Verrà distribuito domenica prossima in chiesa. Il direttore Gennaro GB Ricciardiello si è assicurato lo scoop dell’anno: ha intervistato il mitico don Paolo, il vice parroco più amato degli ultimi trent’anni. Affrettatevi a ritirarlo, poiché il numero di ottobre andò a ruba

Marano, al teatro Alfieri arriva il Gran Varietà di Genny Mellone

Sabato 28 ottobre due spettacoli:  17.30 e 20.30. Il cast è eccezionale: oltre a Gennaro Mellone, interverranno Lello Pirone (curatore della regia) e Natalia Cretella, collaudato duo artistico, lo showman Luciano Salvetti, Raffaela Carotenuto, Francesco Vigliotti. Partecipazione straordinaria del tenore Francesco Leone detto “Malapena”  
Genny Mellone, maranese, sposato, due figli, lavora al Banco di Napoli, oltre a essere un ottimo organizzatore è anche un valido tenore. Memorabili i concerti di Natale organizzati in varie chiese di Marano e in quella di Calvizzano. Il 26 dicembre del 2012, organizzò un concerto nella chiesa San Ludovico D’Angiò  con un coro di 45 elementi, voci che fecero salire al cielo, come armoniosa preghiera, i brani tipici delle festività natalizie, intervallati da alcuni capolavori della canzone classica napoletana.    



Genny Mellone

Francesco Leone, Un Amore Così Grande

Lello Pirone e Natalia Cretella

Calvizzano-Questione PalaRaffaella, Angelo Castiello: “sono esterrefatto, non meritavamo tutto questo”

Il tuttofare dell’Audax Gaudianum Angelo Castiello, colui che ha portato il basket a Calvizzano, è molto arrabbiato: la questione inagibilità PalaRaffaella non gli sta facendo dormire sonni tranquilli. Lunedì prossimo cominciano i campionati Under 15 e Under 20 e le due squadre calvizzanesi sono costrette ad andare a giocare in altri Comuni,  nonostante in città esista uno dei Palazzetti più belli e sicuri della Campania. Tutto ciò perché, per meri problemi burocratici, al Comune non riescono a sbrogliare la matassa dell’apertura della struttura. Inoltre, l’Audax dovrà pure sobbarcarsi cospicue spese extra per le inevitabili penalizzazioni. Pure “Calvizzano Volley”, la squadra di prima divisione di pallavolo, domani disputerà un incontro amichevole nella palestra di Giugliano dove si sta allenando. “Sono amareggiato – dice Castiello – : provo profondo sdegno per come si stanno svolgendo i fatti. In questo modo viene distrutto quel poco di buono che è stato realizzato. Sto pensando seri…