Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2011

Via Alveo Camaldoli, la strada dei ritardi e delle omissioni

Scandaloso quello che succede dalle nostre parti: nonostante i lavori del tratto calvizzanese di via Alveo Camaldoli siano già terminati da alcuni mesi, la strada non può essere ancora collaudata e inaugurata, perché il Comune di Villaricca, come ci ha riferito l’assessore ai Lavori pubblici del comune di Calvizzano, Luciano Borrelli, non si decide ancora a realizzare il tappetino d’asfalto del rimanente tratto di circa 2km che ricade nel suo territorio. E i soldi ricevuti dalla Regione nell’ambito delPit (Piano integrato giuglianese) dove sono andati a finire?Cerchiamo di capire. Più di cinque anni fa la Regione, per spendere proficuamente i fondi europei Fesr per lo sviluppo delle infrastrutture, s’inventò i Piani integrati territoriali, meglio conosciuti con l’acronimo Pit. I Comuni decisero così di realizzare alcune strade a scorrimento veloce con lo scopo di collegare le future aree industriali Pip dell’area giuglianese sia tra di loro, sia alla grande viabilità. Villaricca, attr…

Via Marano Villaricca, la strada della vergogna

Al Comune di Marano dicono sempre che dovrebbe essere imminente l’inaugurazione del primo tratto della Marano-Villaricca, l'arteria che, una volta ultimata, congiungerà via Falcone con la circumvallazione esterna, ma ciò non si verifica mai. L’inaugurazione era slittata, dopo diversi annunci (il primo risale all’estate 2008), per un’ennesima volta, per il mancato allaccio dell'energia elettrica che, a tutt’oggi, non è ancora avvenuto. Manca, inoltre, pure la ratifica della convenzione tra il Comune di Marano (ideatore e finanziatore della strada, il cui costo si aggira intorno 2 milioni di euro) e Metrocampania nord est,l’ente che per conto del Demanio gestisce il tratto di strada. E’stata raggiunta anche l’intesa sui sensi di marcia tra le amministrazioni comunali di Marano, Calvizzano, Mugnano e Villaricca, i comuni interessati al tratto di strada. Partendo da Marano, si procederà a senso unico fino all'incrocio con Calvizzano, a doppio senso lungo il tratto che ricade s…

Linea ferrata tra Marano e Napoli, se ne parla da anni. ma tutti i progetti sono andati in fumo nel silenzio generale

Dopo la soppressione della ferrovia Alifana, l’idea di ricollegare Marano con Napoli attraverso una linea ferrata non è mai mancata agli amministratori che si sono succeduti dal 1987 ad oggi. A gennaio del 1989, il Consiglio comunale, riconobbe la validità di un progetto in tal senso redatto dall’ingegnereRenato Cristiano. Quel progetto, però, non aveva finanziamento e per lo stesso incarico non è mai risultato alcun atto, tanto che l’ingegnere, non essendo stato pagato, ha fatto ricorso al Tar e ha chiesto un risarcimento di circa tre miliardi di vecchie lire.Si è tornati a parlare di un collegamento ferroviario di Marano con Napoli nel 1995. L’allora sindaco Bertini dichiarò al nostro giornale: “Stiamo studiando, di concerto con la facoltà di architettura, la possibilità di agganciarci alla strada ferrata che dovrebbe collegare Quarto con la metropolitana collinare, inserendoci nel piano intermodale dei Campi Flegrei”. Non se ne fece più niente.Il 10 giugno del 1996, in un convegno …

Aumenti di stipendio e miglioramenti di carriera: vietati in questo Comune?

La nuova riforma Brunetta per le pubbliche amministrazioni e i bilanci sempre più magri hanno reso ancora più difficile nei Comuni, sia le progressioni verticali (passaggi di categoria) sia le progressioni orizzontali, vale a dire gli scatti stipendiali di una volta.“A mio parere – afferma Nello Abbate, responsabile ufficio tributi e sindacalista – se c’è la volontà politica si possono fare sia le progressioni verticali che quelle orizzontali retroattive, cioè relative agli anni 2009 e 2010, in quanto la loro legittimità è stata stabilita da un parere della Corte dei Conti della Lombardia. Quelle relative al periodo 2011-2013, invece, in base all’ultimo decreto Brunetta sul contenimento della spesa pubblica, sono bloccate”.“Sono bloccate solo ai fini economici – tiene a sottolineare Salvatore Sabatino, responsabile dell’ ufficio anagrafe – ma non ai fini giuridici”.Allora perché non si fanno le progressioni orizzontali retroattive, che servirebbero a dare una boccata d’ossigeno a qual…

Il sindaco risponde agli attacchi di Scimia sulla proroga del contratto all’Interdata

Qualche settimana fa, dalle colonne di questo blog, scrivemmo un articolo nel quale il consigliere comunale Giuseppe Scimia (ex assessore all’Ambiente ed ex componente di Calvizzano Futura) attaccava l’amministrazione, per la lunga proroga concessa all’ Interdata, la società che gestisce i dati e fornisce assistenza informatica al Comune.“Il contratto di gestione e manutenzione sia dell’hardware che del software dei computer del Comune - disse Scimia - è scaduto a giugno del 2008 e, da allora,non si è provveduto ancora a bandire una nuova gara. Posso capire la proroga di un anno, ma più di due anni sembrano davvero eccessivi. Tutto questo potrebbe far nascere il sospetto che s’intenderebbe favorire qualcuno molto ma molto vicino all’Interdata. Per questo motivo, ho chiesto all’ufficio contabilità di fornirmi tutta la documentazione inerente sia il contratto che le fatture di pagamento”.Non si è fatta attendere la risposta del sindaco: “Innanzitutto – precisa Granata – voglio sottoline…

Tu chiamala se vuoi….trasparenza

Neanche quest’anno, alla faccia della trasparenza, il Comune ha inteso pubblicizzare le agevolazioni sulla Tarsu: non è stato, infatti, fatto alcun avviso pubblico perfar presentare le istanze, finalizzate alla riduzione della tassa sull’immondizia; ma non è stato neanche fatto alcun comunicato sul sito del Comune.Eppure, l’anno scorso, i nostri amministratori si erano affrettati, per apportare modifiche al regolamento comunale per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e ad approvarlo in consiglio comunale entro la fine dell’anno (29 dicembre 2009), per poter dare la possibilità ai cittadini meno abbienti di usufruire delle agevolazioni sulla tassa della spazzatura, già a partire dal 2010. Ma si sono comportati male, per la seconda volta, a non dare ampia pubblicizzazione all’importante evento. Cosa che quasi tutti i Comuni che rispettano le fasce più povere hanno fatto: basta andare a consultare, per fare un esempio, i siti di Marano e di Mugnano. Per quanto concerne il nuovo rego…

L'opposizione non presenta osservazioni: "Il Puc è tutto da bocciare"

A fronte delle tante osservazioni arrivate al nuovo Puc spicca la scelta dell'opposizione di non presentarne nessuna. “Non abbiamo presentato nostre osservazioni – fa notare l’ex sindaco e consigliere di opposizione, Giacomo Pirozzi – per non avallare l’impianto del Puc varato da Granata. Noi vogliamo che lo strumento urbanistico sia invalidato del tutto, poiché ci sono errori procedurali macroscopici. Abbiamo presentato una diffida a non proseguire, dopodiché, se non saremo ascoltati, faremo ricorso al Tar”.Eppure il sindaco ha sempre sostenuto che il suo Puc è, tranne alcuni accorgimenti, tra cui quello più evidente dello spostamento del cimitero da via Adda a via Eduardo De Filippo, quasi identico a quello approvato, a suo tempo, dalla sua amministrazione“Intanto, c’è una differenza sostanziale – risponde Pirozzi - : nella sua proposta, circa 100mila metri quadrati di terreno hanno avuto una destinazione più redditizia; terreni che, per la maggior parte, sono ricollegabili a pa…

Scuola Polo sempre in prima linea

Finanziato il progetto Pon Le (g) ali al sud, in accordo di partneriato con Legambiente e Teleclub Italia: ha come filo conduttore il tema dell’acqua che, dalle nostre parti, oltre a scarseggiare, è spesso inquinata per la presenza delle discariche. In viaggio da Calvizzano al mare, attraverso i Campi Flegrei, gli alunni avranno la possibilità di conoscere meglio il territorio di appartenenza con le sue problematiche, soprattutto quelle legate ai consumi, ai rifiuti, alle discariche, alle ecomafie, all’inquinamento ambientale e al dissesto idrogeologico.Insomma, le iniziative alla Polo, nonostante le restrizioni di fondi, soprattutto regionali (vedi scuole aperte), continuano a fioccare: forse anche per questo si è registrato, in questi ultimi quattro anni, da quando si è insediata la nuova dirigente Armida Scarpa, un aumento delle iscrizioni.Intanto, sabato 29 gennaio, all’elementare Diaz si volgerà un nuovo “Open Day”, questa volta aperto a tutti i bambini che l’anno prossimo freque…

Poche persone alla presentazione del libro “Ignazio se la faceva a Marano”

Sala quasi vuota alla presentazione del libro “Ignazio se la faceva a Marano”, scritto dal calvizzanese Antonio Visconti e in vendita nelle migliori librerie di Napoli e provincia. Non c’erano neanche il sindaco di Calvizzano, Giuseppe Granata e l’assessore alla Cultura, Pasquale Napolano, nonostante fossero stati invitati telefonicamente, come ci ha riferito Angelo Marra, curatore della manifestazione. Forse perché avrebbero voluto un invito ufficiale? Oppure, perché il convegno si è svolto nella sala Cavallo, ubicata sotto i porticati del Comune di Marano, e non a Calvizzano?“Al di là delle polemiche – afferma Angela Mallardo, giornalista e scrittrice - il libro è veramente interessante, pertanto consiglio di comprarlo sia perché costa appena 10 euro sia perché si legge tutto d’un fiato. E’ uno spaccato della vita a cavallo tra gli anni sessanta e inizio anni settanta, dove l’autore, attraverso i suoi ricordi d’infanzia e le immagini pittoresche del boom economico italiano a Calvizz…

Antonio Visconti, il profilo autobiografico

Antonio Visconti, autore del suo primo libro, “Ignazio se la faceva a Marano”, è del 1954: è sposato con un’austriaca, ha tre figli e due nipoti e vive a Tarvisio (provincia di Udine) dal 1973, da quando, ad appena 19 anni, ha lasciato Calvizzano. Visconti ha una sorella e altri due fratelli, tra cui Raffaele, ex segretario della sezione calvizzanese del partito comunista italiano. Ha sempre fatto il commerciante: ha uno stand al mercato di Tarvisio, dove vende profumi. E’ un’autodidatta, in quanto ha conseguito solo la licenza media, ma, nonostante tutto, ha un’esposizione scorrevole: si esprime in modo chiaro ed efficace, usando un lessico ricco e appropriato. “Non scrivevo – dice – da circa quarant’anni: ho ripreso a farlo, quando ho elaborato il libro. Ho letto, però, tantissimo e continuo a farlo: conosco a memoria quasi tutti i libri di Peppe Lanzetta”.Come ha trovato la sua Calvizzano a distanza di tanti anni?“Sono partito che aveva poco più di 5mila abitanti – continua – adess…

Mauriello: “continuo a ritenermi un consigliere di maggioranza”

Antonio Mauriello, 48 anni, sposato, due figlie, ingegnere presso il centro di ricerca CEINGE sulle biotecnologie avanzate, continua a far parlare di sé, per la sua posizione politica ibrida. Finora, dicono i suoi denigratori, le uniche sue azioni politico-amministrative che si conoscono sono le dimissioni sia da vice sindaco e assessore, ruoli che ha ricoperto per poco più di due anni, sia da componente di Calvizzano Futura, il gruppo politico che aveva contribuito a fondare, insieme ad altri 5 consiglieri comunali. Lo abbiamo incontrato, per porgli alcune domande sia sulla sua posizione di consigliere comunale sia sul suo futuro politico. Consigliere Mauriello, come mai questa sua decisione di lasciare Calvizzano Futura?“Non c’erano – dice – più le condizioni politiche per andare avanti. Lo scopo del gruppo era quello di rafforzare il sindaco e non di destabilizzarlo, come intende fare qualcuno che continua ad andare a braccetto con Salatiello”.Come mai fra lei e l’ex sindaco non co…

Nuovi ingressi nello staff del sindaco

Lo staff del sindaco si arricchisce di altri tre componenti che vanno ad aggiungersi alla trentenne sociologa calvizzanese, Angela De Vito, nominata un anno fa in forza all’ufficio Servizi sociali. Sono già a lavoro da una settimana nella loro mansione, il giovanelaureando in architettura, Antonio Di Maro, il geometra Luigi Camerlingo e Filippo Palma, dipendente comunale da più di trent’anni, con la qualifica di geometra. Di Maro, nominato componente dello staff in quota Salatiello, è figlio del geometra Giacomo Di Maro, dipendente della Regione Campania, ex segretario della sezione calvizzanese dell’ Udeur che, nella sua veste politica, non ha mai smesso di criticare il sindaco Granata. Suo figlio, che ha già una laurea triennale in Scienze dell’Architettura, si occuperà della parte informatica, essendo un ottimo conoscitore della materia, ma darà anche una mano all’ufficio tecnico, oberato da una gran mole di lavoro. Camerlingo, invece, nominato staffista in quota Roberto Vellecco, …

Sgombero appartamenti a ridosso del Vallone Fossa del Carmine: si attende la perizia tecnica

Sarà il geologo Iazzetta (nominato dal Comune in questi giorni) a eseguire nuovi rilievi per stabilire il grado di pericolosità e di rischio della zona a ridosso del Vallone Fossa del Carmine, dove sono ubicati i quattro immobili di via dell’Olmo, sequestrati la settimana scorsa dalla Procura della Repubblica. Il tecnico dovrà anche verificare se esiste ancora un reale e concreto pericolo per l’incolumità di tali strutture edilizie. Dopo la perizia, il tecnico di fiducia del Comune stileràuna relazione che invierà alla Procura: sarà dunque il magistrato a valutare se le 12 famiglie (35 adulti e 10 bambini) potranno tornare di nuovo nelle loro abitazioni. Nel frattempo il Comune, per assicurare loro una immediata soluzione abitativa, ha provveduto a sistemarli provvisoriamente (al massimo una decina di giorni) sia nell’albergo “Donato” di Calvizzano sia nella struttura “Al Paradise” di via San Rocco a Marano. Dopodichè, fino a che non sarà garantita la messa in sicurezza delle loro str…

Nuova proposta di Puc, fioccano le osservazioni

Sono più di 150 le osservazioni alla proposta di Piano urbanistico, pervenute all’Ufficio protocollo, ubicato al primo piano del palazzo municipale. Non sono poche, se si considera che Calvizzano è un comune di piccole dimensioni. Adesso saranno prima spulciate, una per una, dal capo dell’ufficio tecnico Lorenzo Tammaro, dopodichè sarà il consiglio comunale a decidere quali approvare o bocciare. La maggior parte delle osservazioni sono state presentate da privati che, nella nuova proposta di Puc targata Granata, avrebbero visto, in un certo qual modo, ledere i loro diritti. Fra le tante, spicca quella inoltrata dagli abitanti del condominio “La Pineta 75” di via Aldo Moro, i quali chiedono “che il consiglio comunale prenda in considerazione la possibilità di cambiare la destinazione d’uso di un appezzamento di terreno, ubicato davanti alle loro case, per renderlo verde attrezzato come, tra l’altro, era originariamente previsto nel piano di zona”. Cosa che avrebbe già dovuto fare e non…

Scimia attacca l’amministrazione sulla proroga del contratto all’Interdata

Il consigliere comunale Giuseppe Scimia, ex assessore all’Ambiente dell’amministrazione Granata ed ex componente di Calvizzano Futura, va all’attacco dell’amministrazione. Il medico aversano con studio a Calvizzano, eletto per la prima volta consigliere comunale alle passate amministrative, intende fare chiarezza sulla questione Interdata, la società che gestisce i dati e fornisce assistenza informatica al Comune.“Intanto – dice Scimia – il contratto di gestione e manutenzione sia dell’hardware che del software dei computer del Comune è scaduto a giugno del 2008 e, da allora,non si è provveduto ancora a bandire una nuova gara. Posso capire la proroga di un anno, ma più di due anni sembrano davvero eccessivi. Tutto questo potrebbe far nascere il sospetto che s’intenderebbe favorire qualcuno molto ma molto vicino all’Interdata. Per questo motivo, ho chiesto all’ufficio contabilità di fornirmi tutta la documentazione inerente sia il contratto che le fatture di pagamento”.Con questo gesto…

Riqualificazione viale della Resistenza, approvato il progetto preliminare

Aggiunto un altro importante tassello al mosaico dei lavori di riqualificazione del tratto calvizzanese di Viale della Resistenza: la giunta comunale, infatti, nella seduta del 05.01.2011, con atto n. 04, ha approvato il progetto preliminare, inerente la sistemazione e riqualificazione della nota strada a scorrimento veloce che da Marano conduce a Qualiano.Tale progetto, redatto dall’Arch. Vincenzo Pirozzi, impegna complessivamente una spesa di 300.511,66 euro (di cui € 238.713,26 per i lavori ed € 8.354,96 di oneri per la sicurezza, non soggetti a ribasso in sede di gara, e di € 53.443,43 per somme a disposizione dell’Amministrazione) e prevedele seguenti lavorazioni:realizzazione di gaveta in conglomerato bituminoso, atta a raccogliere le acque meteoriche;pavimentazione della sede stradale con tappetino in conglomerato bituminoso; sistemazione con messa a quota di tutti i chiusini e griglie stradali; segnaletica orizzontale con fornitura in opera di bande di rallentamento del traffi…

Una vacanza premio offerta dal Comune a chi fa acquisti a Calvizzano

Dal primo febbraio partirà una nuova iniziativa, ideata dall’amministrazione Granata, il cui fine è quello di incentivare il commercio locale, ormai al collasso. Chiunque farà una spesa superiore ai 15 euro in un esercizio calvizzanese, ogni mese, avrà diritto a partecipare al sorteggio di un buono vacanze di una settimana (per 4 persone), presso un Residence convenzionato con il circuito Iperclub. Sorteggio che avverrà il primo di ogni mese, tranne luglio e agosto, esclusi dalla promozione. Tutti coloro, dunque, che intendono partecipare a questa sorta di mini lotteria, non devono far altro che depositare lo scontrino fiscale (dietro al quale va scritto nome, cognome e recapito telefonico) all’interno di una cassetta, che verrà posizionata al piano terra del palazzo municipale.“Mi rendo conto che si tratta di una piccola boccata di ossigeno – sbotta l’assessore Pasquale Napolano – che non basta certamente a risollevare le sorti del commercio locale. Noi, intanto, ci stiamo sforzando …

L’assessorato alla cultura organizza un corso di recitazione cinematografica

Un corso per diventare attori cinematografici, finalizzato a selezionare due persone che saranno inserite nel cast di un film di prossima produzione.Organizzato dall’assessorato alla Cultura, in collaborazione con la Ciak Academy, il corso è rivolto a tutti i cittadini residenti a Calvizzano, di età compresa dai 14 ai 65 anni, che hanno inclinazione verso la recitazione. La selezione si svolgerà il 18 gennaio (dalle 16.30 alle 19.00), probabilmente nell’aula consiliare o, in alternativa, nel teatro della Parrocchia.Il corso, della durata di due mesi, sarà condotto da attori esperti che vantano un curriculum di tutto rispetto. Insomma, si tratta di un piccolo momento di aggregazione, voluto fortemente dall’assessore allo Sport e alla Cultura, Pasquale Napolano, che, nel contempo, offre anche la possibilità a giovani e meno giovani locali di poter emergere nel panorama della filmografia nazionale. Tale corso comporterà una spesa esigua da parte del Comune che ha impegnato la modesta cif…