Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2010

Da verde pubblico ad area edificabile, il sindaco si rimangia le promesse

Premesso che un paio di settimane fa è stata approvata in giunta la proposta di adozione un nuovo Piano urbanistico, ho colto l’occasione per chiedere al sindaco se avesse dato concretezza alla sua promessa elettorale e cioè di ripristinare l’originaria destinazione di verde attrezzato di un appezzamento di terreno sito in via Aldo Moro, davanti alla cooperativa “La Pineta75” (di fronte al supermercato Ottopiù), trasformata, con una delibera di Consiglio comunale del 1999, dall’ex sindaco Salatiello, in area destinata a “edilizia convenzionata a scopo residenziale”. Insomma, fu perpetrato un autentico scippo a danno, ma anche a totale insaputa, di tutti coloro che avevano comprato casa in quel posto, sapendo che davanti ai loro palazzi sarebbero stati realizzati una pista polivalente e un campo di bocce, anziché altri edifici.“Vuje ve sit accattata la casa popolare e po’ pretendivene ca là annanz veniva ‘na villa comunale”. Questa è stata la lapidaria risposta del sindaco Granata.Per …

A proposito di residenze sociali

Il 18 febbraio 2008 il capo dell’ufficio tecnico, Lorenzo Tammaro, scrive al sindaco dell’epoca, Giacomo Pirozzi, una missiva nella quale ribadisce per quali motivi il suo parere di regolarità tecnica non è favorevole. Al quarto punto è scritto testualmente: “In merito poi al recepimento nella proposta di P.U.C. dell’obbligo di cui all’art. 1 commi 258 e 259 della legge n.244/2007 relativamente alle aree per l’edilizia residenziale sociale, rispetto alla quale è stata richiamata l’attenzione da parte dei Consiglieri comunali dott. Giuseppe Salatiello, Avv. Giuseppe Granata, Antonio Ferrillo, Di Rosa Antonio, Zapparella Giovanni, Luciano Borrelli, Antonio Martiello con apposita istanza prot. N.1372 del 15-2-2008, si rileva che tale previsione non è contenuta nella proposta di piano allo studio”.Oggi, dunque, coloro che tenevano alle residenze sociali già ai tempi di Pirozzi, tranne Zapparella, sono tutti in maggioranza, per cui dovrebbero essere i primi, anche per una questione di coer…

Onore a tutti i caduti per una causa nobile

L’associazione nazionale carabinieri di Calvizzano ha organizzato una manifestazione per ricordare i caduti di tutte le guerre, i caduti per la Pace e i caduti per la Legalità. La cerimonia, patrocinata dal Comune, si terrà il 4 novembre e si svolgerà secondo il seguente programma:Ore 10.00 partenza del corteo da Largo Caracciolo (piazzale antistante il municipio); 10.30 inizio della santa messa officiata dal parroco don Luigi Ferrillo; ore 11.30 alza bandiera e deposizione di corona al Monumento ai caduti, con l’intervento del sindaco Granata.L’associazione nazionale carabinieri di Calvizzano, presieduta dal maresciallo in pensione Lorenzo Grasso, ha sede in via Conte Mirabelli, 48 ed è dedicata alla memoria della medaglia d’oro al valor civile Salvatore Nuvoletta, ucciso dalla camorra, a Marano, il 2 luglio 1982; conta circa 80 iscritti tra ex appartenenti all’Arma e soci simpatizzanti.

Tre perdite idriche e il Comune ancora non interviene

Ancora non sono state eliminate le tre perdite idriche che da diversi giorni permangono in città. Via San Pietro, via Aldo Moro e via Eduardo De Filippo le tre zone interessate, dove l’acqua sgorga in continuazione dal sottosuolo, riversandosi sulle strade. La perdita di via San Pietro esiste addirittura da più di una decina di giorni e al comune non si decidono ancora a inviare un tecnico per riparare la tubazione rotta. Intanto lo spreco del prezioso liquido abbonda e i cittadini pagano.

Questo piano urbanistico è destinato al fallimento, parola di opposizione

Per i nuovi oppositori dell’amministrazione Granata, la nuova proposta di piano urbanistico, approvata recentemente in giunta, era meglio intitolarla Puf, acronimo che sta per Piano urbanistico fallimentare. I 5 (Antonio Sequino, Franco Cavallo, Michele D’Ambra, Giuseppe Scimia, Antonio Mauriello) di Calvizzano futura, ex maggioranza, più i tre (Giacomo Pirozzi, Ivano Migliaccio, Ugo Di Marino) oppositori da sempre hanno fatto tappezzare Calvizzano di manifesti, dove viene ribadito che la nuova proposta di piano urbanistico targata Granata è morta sul nascere, visto che è stato sbagliato tutto il percorso procedurale, per cui è destinato alla bocciatura.“Sono stati lusingati – è scritto sui manifesti – i giovani di Calvizzano sulle Residenze sociali (inesistenti nel nuovo Piano), sono stati presi in giro gli abitanti della zona Cooperative, a cui è stato promesso verde attrezzato (inesistente) al posto dei palazzi. Cosa ancora più grave è che tantissime modifiche apportate al nuovo Pi…

Lettera al Blog del consigliere comunale Antonio Sequino

Questo piano urbanistico non privilegia gli interessi della collettività”Dopo le affermazioni allusive nei miei confronti fatte dal presidente del consiglio comunale nell’ultima assise cittadina, invito le Autorità competenti a verificare dove e da chi ho acquistato i terreni di mia proprietà andati a finire nel PUC. Anzi, visto che sia il Sindaco che Salatiello hanno molto a cuore il tema della trasparenza, invito sempre le Autorità competenti a verificare la presenza nel PUC di terreni ricollegabili al Sindaco e a tutti i consiglieri comunali e loro familiari, da chi e quando li hanno acquistati.Questa proposta di PUC non va nell’interesse di Calvizzano e dei calvizzanesi, ma solo di alcuni…, visto che non sono state previste le Residenze sociali (case a prezzi calmierati per giovani coppie, per anziani e famiglie meno abbienti), la Piscina comunale, punti per i quali il Sindaco Granata si è molto speso in campagna elettorale. Dal momento che sono stati disattesi questi punti del p…

Recupero crediti acqua, aggiudicato l’appalto

Sarà l’Alfa Recupero Crediti, una società a responsabilità limitata con sede a Castel San Giorgio, in provincia di Salerno, a bussare alle porte del 40% dei morosi che devono ancora pagare le bollette dell’acqua, relative agli anni 2007-2008. La ditta, unica partecipante al bando di gara, ha praticato un ribasso dello 0,50%, rispetto all’importoa base d’asta fissato al 19%.Ciò significa cheincasserà il 18,50 per cento sulle somme effettivamente riscosse. Ricordiamo che l’amministrazione comunale, stando ai dati sfornati dal capo dell’Ufficio tributi, Nello Abbate, vanta un credito acqua, riferito agli anni 2007-2008, di circa 600mila euro.
La decisione politico-amministrativa di affidarsi a una ditta esterna sarebbe stata presa perché, per i ruoli coattivi riferiti agli anni antecedenti al 2007 e affidati a Equitalia Polis (ex Gestline), è entrato nelle casse comunali appena il 30% della somma prevista. Stando al contratto, la cui durata è di 15 mesi, l’Alfa recupero crediti opererà s…

Francesco Mauriello, la nuova stella del motociclismo

A soli 17 anni è già campione italiano della 125 GP. Il calvizzanese Francesco Mauriello, nipote dell’ex vicesindaco Antonio Mauriello, ha vinto il titolo nazionale, domenica 17 ottobre, gareggiando sul famoso circuito di Misano, in sella alla moto Aprilia del team Matteoni Racing.Fino a poco tempo fa, alla vittoria del campionato non ci pensavo proprio – diceilcampione –: puntavo solo a dare il meglio fino alla fine della stagione ma poi, quando ho visto che a Misano il mio avversario è caduto ho davvero iniziato a credere alla vittoria. Mi dispiace per Popov ma le gare sono queste. Ho dimostrato di essere il più costante e alla fine so di aver meritato questa vittoria. Voglio ringraziare la squadra e la mia famiglia per il supporto che mi hanno dato”.Mauriello ha iniziato a correre da piccolo: nel 2003, quando aveva appena 10 anni, ha vinto il titolo di campione italiano juniores di mini-moto. L’anno seguente si è classificato secondo nel campionato juniores B.L’amministrazione com…

Grandi ambizioni per il Calvizzano calcio: due anni per salire in Promozione

Due anni per fare il salto di categoria. L’obiettivo è salire in Promozione. Il Calvizzano calcio,dopo aver conquistato un ottimo sesto posto nello scorso campionato di seconda categoria, quest’anno si presenta ai nastri di partenza del campionato di prima categoria con un’ambizione precisa: il rilancio del calcio a Calvizzano.“Il nostro obiettivo è importante – spiega il presidente Michele Gala - : classificarci quest’anno nei primi 4-5 posti, dopodichè, nel giro di un paio di anni, conquistare la categoria Promozione. Non sarà facile, ma ci vogliamo provare”.Insomma, per ora la cosa importante è che, dopo anni di assenza dallo scenario calcistico, i fratelli Gala, imprenditori nel campo della riabilitazione, sono riusciti, con grandi sacrifici, a riportare l’entusiasmo in paese, nei confronti del gioco più bello e amato del mondo. “Abbiamo fatto questa scommessa – afferma Gala – solamente per pura passione, poiché, come si sa, fare calcio a questi livelli significa solo rimetterci e…

Il campo sportivo inizia a fare acqua

Il campo sportivo, da pochi anni ristrutturato, comincia a fare acqua da tutte le parti: basta un po’ di pioggia, infatti, e subito si allaga, per cui gli arbitri sono costretti a sospendere le partite. Così è successo domenica 17 ottobre, mentre si giocava l’incontro di calcio Calvizzano-Villa Literno, dove il direttore di gara, in seguito a pochi minuti di pioggia, è stato costretto a sospendere la gara per impraticabilità del campo. Il sistema di drenaggio non funziona più a dovere. A questo va aggiunto la fatiscenza dell’impianto fognario e il suo continuo intasamento, per cui non riesce a raccogliere e canalizzare l’acqua piovana. Tutto questo, oltre a creare seri problemi logistici alle squadre, che non possono, in caso di pioggia, disputare gli incontri, sta provocando seri danni al campo stesso, compromettendo la stabilità del terreno di gioco. Intanto, la probabilità di dotare il campo sportivo di un manto erboso sintetico, promesso più volte da quest’amministrazione, si allo…

Villa comunale, un altro passo avanti

Dopo l’approvazione in consiglio comunale, prima della variante urbanistica (necessaria perché il piano di zona era scaduto) e, in seguito, del progetto definitivo della prima vera villa comunale che sorgerà su un’area di 6.500 metri quadrati situata tra via Pietro Nenni e via Ferruccio Parri o meglio tra la cooperativa “Sole 75” e il Parco delle Mimose, adesso, si attendono i pareri del Genio civile, dell’Autorità di Bacino e del Dipartimento di prevenzione dell’Asl. “Stiamo sollecitando i vari Enti – afferma l’assessore ai Lavori pubblici, Luciano Borrelli – affinché rilascino quanto prima i pareri occorrenti per legge, dopodichè invieremo tutta la documentazione in Provincia per la ratifica definitiva. In seguito, siccome è filato tutto liscio per gli espropri, non essendoci stati ricorsi da parte dei proprietari dei suoli, andremo a gara per l’affidamento dei lavori”. Ricordiamo che l’opera è interamente finanziata dalla Provincia che ha stanziato una somma di 500mila euro.

Il video della discordia

Non è piaciuto al consigliere comunale di opposizione Ivano Migliaccio il video intitolato “Una giornata all’Istituto Polo”, realizzato da un’equipe di esperti inviata a Calvizzano dal Dipartimento per la programmazione del Ministero dell’istruzione e proiettato durante la seduta del Comitato di sorveglianza per il buon uso dei Fondi europei Pon. Secondo l’ex assessore alla Pubblica Istruzione ai tempi di Pirozzi, che ha portato la questione in consiglio comunale, alcune immagini riprodotte nel video fotografano una realtà distorta del paese e, nel contempo, ledono la dignità dei calvizzanesi. Sotto accusa è finita la preside Armida Scarpa rea, secondo Migliaccio, ma anche a parere di tanti altri consiglieri che gli hanno dato man forte, di aver voluto far passare un messaggio ben preciso e cioè che la scuola da lei diretta riesce a lavorare bene, nonostante nel paese regni il totale degrado.Il video, invece, è molto piaciuto a Salatiello che lo ha ribadito dall’alto del suo scranno d…

Saltiello Sequino, lo scontro finisce in querela

Violento scontro verbale tra il presidente del consiglio comunale Giuseppe Salatiello e il consigliere comunale del gruppo Calvizzano futura, Antonio Sequino. Teatro della scaramuccia l’aula consiliare, dove i due se le sono cantate di santa ragione.Si stava discutendo di spazzamento delle strade comunali. Sequino stava chiarendo i motivi che avrebbero spinto il suo gruppo a propendere per la scelta di un servizio pubblico al posto di quello privato come viene gestito attualmente. Ad un certo punto è stato interrotto bruscamente da Salatiello che, dimenticando, probabilmente, il suo ruolo istituzionale, come gli ha fatto notare l’ex sindaco Pirozzi, con un tono di voce altissimo e arrabbiato ha chiesto al Sequino di evidenziare bene e non a chiacchiere la convenienza per il Comune. “Presidente, ma perché si sta scaldando così tanto – ha replicato Sequino ad alta voce – Per caso la ditta che gestisce lo spazzamento è sua?”.Apriti cielo. La reazione di Salatiello è stata molto veemente:…

Quattro consiglieri di minoranza in soccorso di Granata sul riequilibrio di bilancio

Con 10 voti a favore, 7 contrari e 3 astensioniè stato approvato, in consiglio comunale, il punto all’ordine del giorno, riguardante la salvaguardia degli equilibri di bilancio, un atto fondamentale per l’ente comunale. Se non fosse stato approvato, infatti, il consiglio comunale sarebbe stato sciolto. Ma il dato politico che emerge è che il sindaco Granata, da oggi in poi, dovrà fare i conti con una nuova maggioranza e una diversa opposizione. I 10 che hanno votato a favore del riequilibrio di bilancio sono stati il sindaco Granata, il presidente del consiglio comunale Salatiello, Cristofaro Agliata, Antonio Martiello, Pasquale Napolano, Luciano Borrelli, Francesco Agliata, Antonio Ferrillo, Antonio Di Rosa (tutti eletti nella lista Granata), più Roberto Vellecco, passato dall’opposizione alla maggioranza. Hanno votato contro: Michele D’Ambra, Antonio Sequino, Franco Cavallo, Giuseppe Scimia, tutti di Calvizzano futura (Antonio Mauriello, il quinto componente, era assente per motivi …

Nel nuovo Puc non c’è spazio per le residenze sociali

Nella nuova proposta di piano urbanistico, approvata in giunta giovedì 7 ottobre, non sono state individuate aree specifiche del territorio da destinare all’edilizia residenziale pubblica, per cui sarebbe sfumata la possibilità per le giovani coppie, anziani, disabili e tante altre categorie sociali di potersi comprare, un domani, una casa a prezzi calmierati. Eppure le residenze sociali sono state il tormentone elettorale di Granata: non c’è stato un luogo o una casa, dove l’attuale sindaco non abbia affrontato l’argomento che, tra l’altro, ha entusiasmato diverse centinaia di cittadini che si sono, poi, apprestati a votarlo.Anche nella prima pagina del programma elettorale della lista “Calvizzano democratica” è scritto testualmente: “Nella redazione del Puc si consentirà la realizzazione delle cosiddette residenze sociali: si tratta di un punto particolarmente qualificante del programma. Attraverso l’adozione del Puc si prevederanno delle aree da destinare alla realizzazione dei cos…

Sfumati i soldi per via Corigliano, la strada dei roghi

Non è la prima volta che si verificano roghi tossici in via Corigliano, il tratto strada di campagna che s’ interseca con via Eduardo De Filippo (ex via Commone) e che delimita il confine tra Villaricca e Calvizzano. E non sarà neanche l’ultima volta che cittadini e contadini del posto vedranno bruciare scarti di lavorazione, sacchetti d’immondizia, auto probabilmente rubate e persino amianto, fino a che non diventerà un’autentica strada con tanto di asfalto, di marciapiedi e di illuminazione. Cosa che era prevista, già da alcuni anni, nell’ambito del Pit area giuglianese, ma che non si è più concretizzata. Per quale motivo? Dove sono finiti i soldi stanziati?Cerchiamo di capire. Più di cinque anni fa la Regione, per spendere proficuamente i fondi europei Fesr per lo sviluppo delle infrastrutture, s’inventò i Piani integrati territoriali, meglio conosciuti con l’acronimo Pit. I Comuni decisero così di realizzare alcune strade a scorrimento veloce con lo scopo di collegare le future …

La “Marco Polo” di Calvizzano a '3 giorni per la scuola'

Il ricco programma della convention partenopea sul mondo della scuola prevede anche docenti della Marco Polo tra gli esperti chiamati ad illustrare esempi di buone pratiche nel campo della didattica delle scienze.Nell’ambito dell'ottava edizione della manifestazione “3 giorni per la scuola” (Napoli, Città della Scienza 13/15 ottobre 2010), nella sezione “La parola alla Scuola”, l’IC “Marco Polo” di Calvizzano è stato chiamato ad illustrare la propria proposta didattica negli spazi espositivi e in due interventi, tenuti da docenti dell’istituto,affiancate da docenti universitari che hanno operato, in qualità di esperti, nei corsi PON di scienze dell’annualità 2010. Mercoledì 13 ottobre 2010
orario: 14.00 - 15.30
Sala Ippocrate
"Le Piante come motore della Vita" Raffaella Visone, I.C. M. Polo, Calvizzano (Napoli)Sergio Esposito, Università degli Studi di Napoli “Federico II”Giovedì 14 ottobre 2010
orario: 9.30 - 11.00
Sala Vivaldi
"Il Laboratorio più grande: l’Ambiente Natu…

Approvato in giunta il nuovo piano urbanistico

Finalmente il tanto atteso Puc supera il primo scoglio: è stato approvato in giunta nella giornata di giovedì 7 ottobre. Il sindaco Granata, seppur con ritardo rispetto ai tempi proclamati in campagna elettorale (sei mesi dal suo insediamento), ha mantenuto la promessa di ridisegnare gli assetti urbanistici della città. Questa volta c’è stato sia l’ok del segretario comunale, sia il parere favorevole del capo dell’ufficio tecnico, ing. Lorenzo Tammaro, contrariamente a quanto accadde durante la consiliatura Pirozzi, che si accinse ad approvare la proposta di piano urbanistico in giunta, nonostante il parere negativo dell’ufficio tecnico comunale.Dopo l’ok della giunta, il piano sarà pubblicato sul Burc per 60 giorni. Successivamente ci saranno 30 giorni di tempo per presentare eventuali osservazioni: cittadini, partiti politici, consiglieri comunali, associazioni e tecnici potranno suggerire modifiche e variazioni . Poi, gli stessi redattori del piano potranno recepire tali osservazio…

Istituto Polo riconosciuto come punto di eccellenza

“Una giornata all’Istituto Polo” è il titolo del video realizzato da un’equipe di esperti inviata a Calvizzano dal Dipartimento per la programmazione del Ministero dell’istruzione e proiettato durante la seduta del Comitato di sorveglianza per il buon uso dei Fondi europei Pon. Un video di circa 12 minuti che è stato inviato in visione a una cinquantina di enti istituzionali tra Ministeri, Sindacati, Regioni e anche Confindustria; insomma un modo per premiare l’Istituto comprensivo calvizzanese diretto da Armida Scarpa, a coronamento degli ottimi risultati conseguiti attraverso l’attività di formazione, per l’anno 2009, di docenti e alunni. Un’altra occasione, dunque, per riconoscere come punto di eccellenza l’unica scuola che opera nel piccolo centro del comprensorio giuglianese. L’equipe che ha realizzato e prodotto il Dvd si è trattenuta tre giorni in città per riprendere sia i docenti che gli alunni durante lo svolgimento delle attività Pon.

Rallenta la differenziata a Calvizzano

Sono lontani i tempi in cui Calvizzano era considerata una città modello per la raccolta differenziata. Nel piccolo centro dell’area a nord di Napoli si parlava del 27 per cento quando negli altri Comuni si era appena al 3-4 per cento.A dicembre 2008, Calvizzano venne inserito tra i comuni virtuosi della Campania (unico del Giuglianese) e ottenne anche un premio dalla Provincia di 23 mila euro che vennero utilizzati per non alzare la tassa sulla spazzatura. Inoltre, la Provincia finanziò pure la realizzazione di un’isola ecologica(già completata) per circa 280mila euro e, con ulteriori 65mila euro, l’acquisto delle relative attrezzature. Oggi, purtroppo, siamo a un’inversione del trend: la percentuale, invece di avvicinarsi al 35% prevista dal decreto Ronghi entro la fine del 2010, si è addirittura abbassata, mentre i comuni confinanti stanno risalendo la china: a Mugnano è partito il penultimo step della raccolta differenziata, per cui sarà presto raggiunta la soglia del 50%. Perfino…

Trinchillo, un imprenditore “sociale” che lavora anche per il territorio

Giuseppe Trinchillo, 49 anni, sposato, una figlia, imprenditore del settore autodemolizioni (è titolare della Trincar di via Palermo a Villaricca) è considerato un mecenate dell’area a nord di Napoli. Originario di Calvizzano, è andato ad abitare a Villaricca, ma è rimasto molto attaccato alla sua città. E’ conosciutissimo anche a Qualiano, dove, in collaborazione con l’amministrazione comunale, ha organizzato e sponsorizzato diverse manifestazioni culturali, artistiche e ambientalistiche. E’ anche promotore di diversi raduni, concorsi e sfilate di auto d’epoca, essendo un grosso appassionato di questo settore. Nella sua impresa lavorano 26 persone di cui circa la metà strappate dalla strada. «Noi tutti - dice - conosciamo le enormi difficoltà con cui ogni giorno siamo costretti a confrontarci: il degrado è sempre più evidente. La devianza minorile è un fenomeno fin troppo diffuso, e mi rendo conto che pochi si impegnano in prima persona per migliorare la situazione».Da tempo, Trinchi…