Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2015

Come votarono alle regionali 2010 i consiglieri comunali dell’epoca

Il sindaco Granata scese direttamente in campo per far votare il Primo cittadino di Villaricca Raffaele Topo (ottenne 414 consensi), candidato per il partito democratico: gli diedero man forte i consiglieri comunali Luciano Borrelli, il capogruppo della Lista Granata e coordinatore cittadino del PD, Francesco Agliata, l’assessore all’Ambiente Giuseppe Scimia. L’assessore alla Cultura Pasquale Napolano, invece, votò sempre PD, ma fece una campagna elettorale sfegatata per il consigliere regionale uscente, nonché uomo di Bassolino, Antonio Marciano (ottenne 217 preferenze). Gli altri due consiglieri comunali iscritti al partito democratico area Franceschini, Michele D’Ambra e Francesco Cavallo, fecero campagna elettorale per Felice Iossa (223 voti), consigliere regionale uscente del PD. Il vicesindaco Antonio Mauriello e l’assessore alle Finanze e coordinatore cittadino dell’Udeur, Antonio Ferrillo, si adoperarono per Michele Serrapica (162voti), ex sindaco di Gragnano e candidato dell’…

I contenuti del Puc targato Granata: la viabilità

Questa settimana iniziamo una serie di articoli aventi ad oggetto il progetto di Piano Urbanistico portato quasi a compimento dall’Amministrazione Granata. Visto che le promesse di Salatiello, almeno fino a oggi si sono rivelate un bluff, approfondiamo il contenuto del PUC targato Granata, cominciando dal tema della viabilità. E sul punto possiamo dire che se fosse giunto a termine l’iter del nuovo strumento urbanistico, si sarebbero risolti gran parte degli endemici problemi di intasamento veicolare cittadino
Avendo avuto la possibilità di visionare le tavole delPuc formato sotto l’AmministrazioneGranata, ed essendoci avvalsi della consulenza di un tecnico di provata esperienza e profondo conoscitore del nostro territorio, abbiamo ritenuto opportuno analizzarlo nei dettagli e descriverlo a step per far comprendere ai nostri lettori la portata e i beneficiche avrebbe apportato alla città se fosse diventato operativo.
Partiamo dalla viabilità. Innanzitutto, sarebbe diventata pubblica vi…

Ore 10.00, le Reliquie di San Pio arrivano nelle Case di riposo

Momenti di grande emozione


                             I quattro centenari di Villa Aldina mentre ricevono il Sacramento





Tre giornate di successo al Polo.Lettura

Si è concluso il terzo degli incontri letterari con la presentazione del libro di Maura Messina “Diario di una Kemionauta”. L’evento è stato introdotto dalla  preside Armida Scarpa Anche la terza serata degli incontri letterari svoltisi nella biblioteca dell’Istituto Polo (plesso elementare Diaz) è andata alla grande. Maura Messina, 29 anni, nata a Napoli nel quartiere Piscinola, ma abita da molti anni a Villaricca, ha presentato la sua “storia fortunata”, raccontata nel libro “Diario di una Kemionauta”, edito da Homo Scrivens. Una storia che inizia nel 2012, quando le viene diagnosticato un linfoma (tumore maligno del sangue): nel suo torace è concentrata una massa grande e ingombrante che, grazie alla chemio e alla radioterapia, ha una remissione totale. In prima fila ad ascoltarla, sempre con attenzione e ammirazione, sua mamma, Rosalia Peluso (originaria di Piscinola), il padre Angelo, pensionato delle Ferrovie dello Stato, e il fidanzato Eddy, un giovane di Mugnano. “Sono stata tra…

Reliquie San Pio, giornata dell’unzione

Chiesa stracolma di fedeli








La Buona Scuola

               Tutti sotto gli ombrelli a sfilare lungo Corso Mirabelli
Bambini delle classi della scuola dell’Infanzia, alunni di quella Primaria e Secondaria, accompagnati dagli insegnanti in un viaggio itinerante lungo il Corso principale della città, hanno raccontato storie ai passanti sotto gli ombrelli decorati secondo il tema del libro prescelto.
L’evento ha riscosso gran successo  










“Le mamme degli alunni non erano presenti agli incontri d’autore, perché nessuno le ha invitate”

Da Ilenia Ferrillo Riceviamo e pubblichiamo
"Cogito ergo sum " "Penso dunque sono "! Prendo in prestito una delle più famose locuzioni del pensiero Cartesiano in risposta al suo mero tentativo di screditare le mamme calvizzanesi. Così come, il filosofo francese adottò un procedimento di critica totale della conoscenza, consistente nel mettere in dubbio ogni affermazione, allo stesso modo io e nn solo io, dubito del suo modo di fare giornalismo. Un bravo giornalista nn è colui che scredita senza realmente conoscere la realtà oggettiva dei fatti e delle cose. E ahimè, la realtà delle cose, questa volta Lei proprio nn l'ha scritta. Suggerisco alla sua penna di documentarsi ed informarsi meglio in futuro....La motivazione per cui le mamme calvizzanesi nn erano presenti agli incontri d'autore è semplice: perché nessuno le ha invitate e messe a conoscenza di tali incontri culturali! E come da conversazione intercorsa tra noi, le ribadisco che, così come lei forni…

Ore 18.30, in via Galiero arrivano le Reliquie di Padre Pio

Ecco un’ampia documentazione fotografica dell’evento










Al Polo Lettura grande entusiasmo per l’incontro con Pino Imperatore

Lo scrittore mugnanese, autore del best seller “Questa scuola non è un albergo”, non ha deluso le aspettative, raccontando la sua vita, leggendo brani del suo ultimo libro, parlando a braccio delle problematiche del mondo della scuola,  incantando il numeroso pubblico accorso per l’occasione. Questa sera, al terzo incontro con l’autore, sarà presentato il libro di Maura Messina, “Diario di una Kemionauta”, edito da Homo Scrivens, nel quale vengono affrontate le tematiche dell’inquinamento ambientale e delle conseguenze nefaste che sta producendo soprattutto su coloro che abitano nella terra dei Fuochi. Gli organizzatori si aspettano un’adesione massiccia.


“Pino Imperatore – ha detto la preside Armida Scarpa – ha colto immediatamente il nostro invito, mentre gli altri ci hanno fatto penare. Ho letto con attenzione il suo libro ed ho trovato interessante la descrizione che fa della preside (è scoppiata una risata collettiva) e devo dire che non l’ha trattata male, visto che in questo per…

Quando non si hanno Santi in Paradiso…

L’insolita non carriera di Giacinto Trinchillo un dipendente ligio al dovere mai diventato funzionario
E’ giunto il tempo di raccontarvi una delle più grosse iniquità, secondo il nostro modo di vedere le cose, perpetrate in danno di un lavoratore. Parliamo di Giacinto Trinchillo, 62 anni, dipendente comunale alle soglie della pensione, ma soprattutto una persona perbene che,  nonostante una laurea in Giurisprudenza, un grande spirito di abnegazione al lavoro, un encomio solenne ricevuto nel 2013 dal Commissario straordinario Ornella Vosa, è rimasto uno dei pochi dipendenti anziani ancora di categoria C. Cosa significa? Che non potrà mai assurgere al ruolo di Capo settore, perché per tale qualifica occorre essere inquadrato al livello D. Basta pensare, tanto per farsi un’idea, che al Comune di Calvizzano su 18 dipendenti storici (non abbiamo messo in conto i 7 lavoratori socialmente utili stabilizzati recentemente e i due dipendenti di altri Enti in forza al Comune) ben 11 sono di categ…

E il vecchietto dove lo metto…Dove lo metto non si sa

Sono molto preoccupati i vecchietti del Centro sociale anziani. Da quando hanno appreso che devono traslocare altrove non dormono più sonni tranquilli. L’amministrazione comunale, infatti, contestualmente all’approvazione del piano di razionalizzazione previsto dalla cosiddetta spending review, ha conferito mandato al responsabile del settore Patrimonio di disdire il contratto di locazione avente ad oggetto l’immobile di proprietà di Ferrillo Salvatore, ove attualmente  s’incontrano gli ultrasessantenni. “Stare in pieno centro cittadino  – afferma un frequentatore abituale del Centro sociale ubicato all’interno del Palazzo ducale – è per noi molto comodo poiché ci si arriva facilmente a piedi; inoltre, per qualsiasi problema di carattere burocratico-istituzionale è molto più facile interloquire con funzionari e amministratori, visto che il Comune è situato di fronte all’appartamento che ci ospita. Adesso, dove ci sbatteranno?". In un primo momento si era ipotizzato di assegnare agl…

Biblioteca elementare Diaz, discreto successo di pubblico alla presentazione del libro di Gerla

Il primo dei tre appuntamenti programmati nella biblioteca dell’elementare Diaz con tre autori napoletani è andato benissimo. La sala era gremita in quanto c’è stata una massiccia partecipazione del corpo docente: mancavano, però, i genitori degli alunni e questo non è sicuramente un segnale positivo. Da noi, purtroppo, la cultura continua a essere considerata un optional: molte mamme perdono tempo in futili questioni, trascurando, invece, le cose che servono a migliorare. Poi si lamentano se i loro figli leggono “spazzatura” o stanno incollati alla televisione. Tornando alla presentazione del libro di Francesca Gerla intitolato “La Testimone”, edito dalla casa editrice Homo Scrivens, oltre all’autrice sono intervenute la preside Armida Scarpa, vero motore di questi incontri letterari, Chiara Tortorelli, creativa pubblicitaria, editor e scrittrice: l’ultimo suo libro, “Tabù”, ha avuto un discreto successo. Tra il pubblico erano sedute in prima fila le tre donne dell’amministrazione Sa…

Contratto di locazione per l’uso dei locali adibiti a tesoreria comunale, chi l’ha visto?

E’ da diversi mesi che Biagio Sequino e Angela De Vito, consiglieri comunali di minoranza, tentano invano di ottenere una copia del contratto di locazione stipulato tra il Comune e la GE.SE.T. ITALIA, la società per azioni di Cercola che a Calvizzano gestisce il servizio di tesoreria comunale.   La prima richiesta è stata protocollata a dicembre 2014, ma all’Ufficio Patrimonio avrebbero risposto che il contratto è irreperibile. Così i due battaglieri consiglieri di opposizione, volendo vederci chiaro su tale vicenda, sono ritornati alla carica: il 22 maggio scorso, con una nuova nota, hanno chiesto al segretario comunale e al responsabile dell’Ufficio Patrimonio se esiste o meno tale contratto di locazione. “Visto che il Comune finora ha sborsato e continua a pagare a privati fior di quattrini per i fitti passivi – afferma Angela De Vito – non vorremmo che, nell’unico caso di affitto attivo, il nostro Ente non incamerasse soldi”.       Ma ad andare giù duro è Biagio Sequino. “Perché…

Farmacia comunale, ora la palla passa di nuovo al Tar

Il tribunale amministrativo regionale entrerà nel merito della vicenda il 25 giugno prossimo
Essendo venuti in possesso dei documenti relativi al contenziosotra il Consorzio Intercomunale per i Servizi Socio-Sanitari (CISS) e il Comune di Calvizzano sulla questione farmacia comunale, siamo in grado di fornire ai nostri lettori ulteriori elementi chiarificatori di una vicenda che va avanti da circa due anni.
I fatti in breve. Il CISS, difeso dall’avvocato Pierpaolo Barretta, ricorre al Tar per l’annullamento previa sospensione dell’efficacia della delibera di consiglio comunale avente a oggetto la localizzazione della terza sede farmaceutica comunale, del bando di gara finalizzato alla gestione della farmacia e della delibera di consiglio comunale avente a oggetto il recesso della convenzione tra il Comune e il CISS. Il Comune di Calvizzano è difeso dall’avvocato Antonio Sasso. La seconda sezione del Tribunale amministrativo della Regione Campania, riunito in Camera di Consiglio il 18-12…

Servizio idrico, farmacia comunale, affitto locali vuoti, ripetitori telefonici: volantini di accuse contro l’amministrazione

Sono stati distribuiti dai militanti di Rinascita calvizzanese, il movimento politico del consigliere di minoranza Biagio Sequino

Fratelli d’Italia, ottavo manifesto per gridare “Vergogna” all’amministrazione comunale

Continuano a stupire i seguaci calvizzanesi della Meloni: in 5 mesi hanno prodotto più manifesti di quanti  ne abbiano concepito tutti gli altri partiti negli ultimi 5 anni. Gli argomenti affrontati: la nomina degli scrutatori, il campo sportivo, il contributo fitti 2007   


L’antica Masseria Chiavettieri fu costruita sugli avanzi di una Villa Romana

E’ situata alla fine di via San Pietro: alle sue spalle c’è il vallone Fossa del Carmine (detto Cavone) e l’area industriale di Marano

Se non fosse stata abbattuta per far posto ad altre abitazioni, la masseria Chiavettieri sarebbe sicuramente la più antica del nostro paese. Fu costruita in epoca romana, come fa intendere nel suo libro scritto negli anni 30, lo storico ed esperto di archeologia prof. Raffaele Galiero. “…Al “Chiavettieri” – è scritto a pag. 31 – (dove termina via San Pietro, ndr) si osserva un fabbricato tuttora abitabile, elevato su una casa certamente romana. Nella facciata, in generale, v’è tutta una costruzione moderna ma a un metro o più dal suolo, e quindi dalle fondamenta, vi sono mura reticolate ed a rettangoli, che ci richiamano alla costruzione romana. Nel lato sinistro si conserva ancora un cunicolo con volta a mezza botte, tutto in costruzione romana, mentre nel lato posteriore gran parte della casa antica è ricolma di terriccio. Effettuato un piccolo scavo,…

Dal 25 maggio al primo giugno, divieto di sosta e transito in alcune strade cittadine

Bisogna asfaltare le strade dissestate in seguito ai lavori di rifacimento della rete fognaria
Il comandante della Polizia municipale, Vitantonio Marchesano, in seguito alla richiesta avanzata dall’ing. Giuseppe Iazzetta, direttore dei lavori per la realizzazione della nuova rete fognaria,  ha ordinato il divieto di sosta e di transito nei seguenti giorni e nelle seguenti strade: dal 25 maggiofino al 26 maggio in via Mazzini (dall’incrocio di via Dante Alighieri fino all’intersezione con via Martiri di Kindu); dal 26 maggio fino al 28 maggio in via Dante Alighieri (dall’incrocio di via Petrarca, fino alla traversa di Corso Italia nei pressi dell’area mercatale di Villaricca); dal 29maggio fino al primo giugno, in via Petrarca (dall’incrocio di via Dante Alighieri, fino all’intersezione con via Martiri di Kindu).     

Sono esclusi dal divieto suddetto: i veicoli dei residenti; i veicoli di tutte le forze dell’ordine; i veicoli pubblici adibiti a compito di soccorso (vigili del fuoco, amb…

Storia di Salvatore Affuso, un comunista generoso, di quelli che non esistono più

Ai suoi comizi le donne di Calvizzano facevano a gara per contendersi il miglior posto per ascoltarlo e per guardarlo 

Se fosse vivo, Salvatore Affuso, avrebbe superato abbondantemente gli 80 anni. Purtroppo morì giovane, a poco meno di trent’anni, stroncato da una nefrite. Chi l'ha conosciuto, appena sente il suo nome, si emoziona ancora, così come si appassionavano e commuovevano ai suoi comizi, quelli che teneva nelle piazze e per le strade di Calvizzano, nel lontano 1956. In quell'anno, a capo della lista civica della Bilancia, formata per la maggior da braccianti agricoli e da militanti comunisti, si scontrò con la lista della Democrazia cristiana, il cui leader era il geometra Antonio Sabatino (ancora vivente) che diventò, poi, sindaco per una manciata di voti. All’epoca si vociferò di presunti brogli elettorali. Ma Affuso accettò la sconfitta, anzi - come ci riferisce Pasquale Visconti, all’epoca diciottenne -, al primo Consiglio comunale disse di condividere parte del…