Passa ai contenuti principali

Mercato rionale, l'anno nuovo è quello giusto




L’anno nuovo porterà alla città anche il tanto atteso mercato rionale, che si svolgerà sulla strada che collega via Aldo Moro (zona cooperative) con via Pietro Nenni: dovrebbe andare in funzione in primavera. “Abbiamo acquisito tutti i pareri – afferma Pasquale Napolano, delegato dal sindaco alle Attività produttive – , compreso quello dell’Asl, chiaramente favorevoli, ed è stato investito l’ufficio tecnico per la realizzazione delle idonee infrastrutture: strisce per gli stand, bocchettoni per la presa dell’acqua, prese da dove attingere l’energia elettrica, eccetera. Nel contempo, il ragioniere capo Antonio Cipolletta, dirigente del settore Attività produttive, sta preparando il bando pubblico per l’assegnazione degli stand. Il mercato sarebbe dovuto essere operativo dallo scorso aprile. Il ritardo è dipeso dall’Asl, che ha indugiato nella concessione dei pareri”.

Commenti

  1. finalmente hanno raggiunto un accordo sulla spartizione.....

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Verso le amministrative a Calvizzano, Giacomo Pirozzi: “visto il livello di coloro che si avvicinano alla candidatura di Primo cittadino, do ragione a chi mi ha riproposto come sindaco del nostro paese”

Dall’ex Primo cittadino nonché candidato sindaco alle prossime amministrative riceviamo e pubblichiamo  
Leggo e Rispondo. Potrebbe sembrare il titolo di una rubrica giornalistica, ma è solo ciò che sono costretto a fare ogni volta che leggo falsità sul mio conto; infatti come ripete spesso il mio amico Mario Salatiello: una bugia più volte ripetuta, può diventare realtà, è giusto, dunque, che io intervenga per ristabilire la verità. In primis, vorrei ricordare a chi scrive di me, pur non conoscendomi, quella che è la mia storia politica: nasco “politicamente” nell’Azione Cattolica, dove ho militato fin da piccolo (scuole elementari). Nel periodo post pubertà, spinto dal compianto parroco Don Peppino Cerullo, entrai nelle file della Democrazia Cristiana, visto che all’epoca questo passaggio era quasi spontaneo, come lo era a sinistra dall’Arci al Pci. Entrai a far parte di quella gloriosa Democrazia Cristiana, i cui pilastri ideologici, andavano da Don Sturzo a De Gasperi, da G. La Pira …