Passa ai contenuti principali

Una nuova gestione per la rimozione dei veicoli abbandonati




Parte anche il bando di gara per la rimozione dei veicoli incidentati, il ripristino della sicurezza stradale e la viabilità post-incidente, nonché la rimozione, il trasporto e la successiva demolizione dei veicoli abbandonati sul territorio. Il contratto avrà valenza biennale: è stata impegnata una cifra pari a circa 16mila euro all’anno.
“Il comune – afferma il sindaco – avrà anche degli introiti che dovrà investire per la sicurezza stradale. La società vincitrice della gara, infatti, dovrà rivalersi sull’assicurazione dell’auto che ha provocato l’incidente e i relativi danni alle strutture comunali, e versare il 10% delle somme introitate nelle casse del Comune”.   

Commenti

Post popolari in questo blog

Verso le amministrative a Calvizzano, Giacomo Pirozzi: “visto il livello di coloro che si avvicinano alla candidatura di Primo cittadino, do ragione a chi mi ha riproposto come sindaco del nostro paese”

Dall’ex Primo cittadino nonché candidato sindaco alle prossime amministrative riceviamo e pubblichiamo  
Leggo e Rispondo. Potrebbe sembrare il titolo di una rubrica giornalistica, ma è solo ciò che sono costretto a fare ogni volta che leggo falsità sul mio conto; infatti come ripete spesso il mio amico Mario Salatiello: una bugia più volte ripetuta, può diventare realtà, è giusto, dunque, che io intervenga per ristabilire la verità. In primis, vorrei ricordare a chi scrive di me, pur non conoscendomi, quella che è la mia storia politica: nasco “politicamente” nell’Azione Cattolica, dove ho militato fin da piccolo (scuole elementari). Nel periodo post pubertà, spinto dal compianto parroco Don Peppino Cerullo, entrai nelle file della Democrazia Cristiana, visto che all’epoca questo passaggio era quasi spontaneo, come lo era a sinistra dall’Arci al Pci. Entrai a far parte di quella gloriosa Democrazia Cristiana, i cui pilastri ideologici, andavano da Don Sturzo a De Gasperi, da G. La Pira …