Passa ai contenuti principali

Calvizzano, approvato il regolamento per l’utilizzo e la gestione degli impianti sportivi comunali: imminente il bando per l’affidamento in concessione del “Palaraffaella”




Con delibera commissariale del 19 maggio 2020 è stato approvato il regolamento per l’utilizzo e la gestione degli impianti sportivi comunali: Campo di calcio Italia di via Caduti di Superga, Campi da tennis (“Spazio Tennis” di via Aldo Moro), Palaraffaella di via Caduti di Superga. Nelle more che venga ristrutturato  il campo sportivo e sistemata l’area degradata dei campi da tennis, è stato demandato al responsabile del terzo settore (Lavori Pubblici, Patrimonio e Manutenzione), ing. Lorenzo Tammaro, il compito di pubblicare il bando per l’affidamento  in gestione pluriennale, per una durata di almeno cinque anni, del Palazzetto dello Sport, denominato Palaraffaella. Appena verrà emanato il bando pubblico ve ne daremo contezza. Il  regolamento è composto da 36 articoli  e 3 allegati: è visionabile sul sito web del Comune. Sostituisce quello approvato con delibera commissariale del 24 luglio 2018 che, contestualmente, abrogava il regolamento dell’utilizzo del Palaraffaella con determinazione delle tariffe. Il precedente regolamento per la gestione degli impianti sportivi comunali risaliva al 2009: venne approvato con atto di Consiglio comunale del 22 luglio 2009, epoca amministrazione Granata. Venne però revocato con delibera di Consiglio comunale del 17-07-2013 (epoca amministrazione Salatiello) con i voti contrari dei consiglieri di minoranza Michele D’Ambra, Biagio Sequino, Angela De Vito, mentre gli altri due oppositori, Flora Del Prete (già con un piede in maggioranza), votò a favore, Giacomo Pirozzi, invece, non si presentò alla seduta di Consiglio comunale.

Commenti

Post popolari in questo blog

Coronavirus: ipotesi di trattamento con immunoglobuline, alternativa al vaccino

“Ma chi di noi si sottoporrebbe ad un vaccino che potrebbe rivelarsi un cavallo di Troia, oltretutto di dubbia efficacia? L’immunologia, invece, presuppone una visione olistica della malattia e che, proprio nella sua complessità di sistema, potrebbe aprire più opportunità” Dal Dott. Pietro Gagliardi (abita a Marano ma è molto conosciuto nei Comuni del  comprensorio giuglianese e dell'agro aversano), otorinolaringoiatra, dirigente medico presso l’Ospedale San Giuseppe Moscati di Aversa, riceviamo e pubblichiamo

“C’è una crepa in ogni cosa. Ed è da lì che entra la luce.” Anthem (Leonard Cohen)Tema di conversazione attuale: «Hai udito di quel farmaco? In Australia funziona. E di quell’altro in Giappone? Meglio ancora. E i test in Francia? Straordinari».Cosi sopravviviamo nell’attesa compulsiva e angosciante per la pastiglia o l’iniezione che metterà ko il virus. Ma, tra le speranze di noi tutti e il prodotto finale, c’è di mezzo una lunga catena di sperimentazioni: l’AIFA (Agenzia Ital…